11 FEB 2004

CSM - Plenum dell'11 febbraio 2004, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 50 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Commemorazione di Nino Abbate 2) Ordine del giorno speciale 3) Ricorso alla sezione lavoro del Tribunale di Roma di dipendenti del CSM 4) Formazione decentrata 5) Concorsi: bozza di un bando di concorso per Uditori Giudiziari 6) Nomina del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia 7) Procura della Repubblica di Monza 8) Procura della Repubblica di Frosinone: il caso Gerunda 9) Procuratore della Repubblica a Torre Annunziata 10) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum dell'11 febbraio 2004, seduta
antimeridiana", registrato mercoledì 11 febbraio 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 50 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Presidente commemora Nino Abbate, ex componente del Consiglio Superiore della Magistratura, presidente Unicost e presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati. Al termine qualche secondo di silenzio

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 9.50</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong>
    0:00 Durata: 4 min 18 sec
  • De Nunzio, Favara e Salmè

    Seguito della commemorazione di Nino Abbate
    0:04 Durata: 16 min 44 sec
  • Aghina, poi il Presidente sull'ordine dei lavori del giorno dopo, vista la richiesta di partecipazione ai funerali di Abbate

    0:21 Durata: 2 min 5 sec
  • Presidente e poi Marotta, Arbasino, Buccico, Mammone

    <em>Approvato</em> Ordine del giorno speciale, sezione A
    0:23 Durata: 3 min 22 sec
  • Presidente

    <em>Approvato</em> Ordine del giorno speciale, sezione B
    0:26 Durata: 32 sec
  • Presidente e poi Salmè, Buccico e di nuovo Salmè: il Presidente conclude, proponendo la votazione della proposta

    <em>Autorizzazione a resistere</em> <br>Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Ricorso alla sezione lavoro del Tribunale di Roma di dipendenti del CSM</strong>
    0:27 Durata: 11 min 25 sec
  • Presidente esprime le condoglianze per la morte del padre del Consigliere Lo Voi e poi Lo Voi che ringrazia

    0:38 Durata: 1 min 58 sec
  • Giuseppe Meliadò (Unicost), relatore di maggioranza per la d.ssa Triassi

    <em>Accantonata</em> <br>Pratiche di Nona Commissione rinviate dalla seduta del 5 febbraio 2004 <strong>Formazione decentrata</strong> Due proposte
    0:40 Durata: 1 min 15 sec
  • Aghina, relatore

    <strong>Concorsi: bozza di un bando di concorso per Uditori Giudiziari</strong> Relazione
    0:41 Durata: 4 min 50 sec
  • Berlinguer, Marini, poi il Presidente sulla comunicazione del Ministero via fax sul tema in discussione

    <em>Accantonata</em> Discussione<br>Presidenza del Consigliere <strong>Nicola Buccico</strong>
    0:46 Durata: 10 min 1 sec
  • Civinini, relatore, poi

    <em>Approvata</em> <strong>Nota del dr. Profiti, Magistrato esperto presso la scuola della Magistratura dell'Albania a Tirana</strong>
    0:56 Durata: 1 min 47 sec
  • Di Federico, relatore, e Berlinguer

    <em>Approvata</em> <strong>Rete Europea di Formazione Giudiziaria</strong>
    0:58 Durata: 4 min 41 sec
  • Aghina, relatore per il dr. Armati

    <br>Pratiche di Quinta Commissione <strong>Conferimento uffici direttivi</strong> Tre proposte per la nomina di Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia<br>Relazioni
    1:03 Durata: 8 min 25 sec
  • Primicerio, relatore per il dr. Vacca

    1:11 Durata: 7 min 44 sec
  • Mammone, relatore per il dr. Santoro

    1:19 Durata: 8 min 14 sec
  • De Nunzio, Menditto e Salvi; poi Aghina per una breve replica

    Voto per ballottaggio: <em>approvato il dr. Vacca</em> Discussione
    1:27 Durata: 15 min 52 sec
  • Presidente

    <em>Accantonata</em> Si ritorna alla pratica accantonata <strong>Concorsi: bozza di un bando di concorso per Uditori Giudiziari</strong> Seconda relazione
    1:43 Durata: 1 min 18 sec
  • Aghina, relatore di maggioranza per il dr. Pizzi, poi Schietroma per il dr.Vitiello

    <em>Approvato il dr. Pizzi</em> <strong>Procura della Repubblica di Monza</strong> Relazioni
    1:44 Durata: 3 min 53 sec
  • Riello, relatore di maggioranza per la d.ssa Gerunda e Aghina, relatore di minoranza per il dr. Rossini

    <strong>Procura della Repubblica di Frosinone</strong> Relazioni
    1:48 Durata: 10 min 20 sec
  • Mammone, poi il Presidente sull'ordine dei lavori e sulla camera ardente al Quirinale, quindi Marini, Menditto, Salvi, Marotta e Schietroma

    Discussione
    1:58 Durata: 25 min 22 sec
  • Mammone, poi Fici e Aghina, relatore di minoranza, in replica; quindi il Presidente

    <em>Approvata la d.ssa Gerunda</em> Repliche
    2:24 Durata: 9 min 1 sec
  • Primicerio, relatore di maggioranza per il dr. Marmo, poi Mammone, relatore per il dr. Izzo

    <strong>Procuratore della Repubblica a Torre Annunziata</strong> Relazioni
    2:33 Durata: 9 min 50 sec
  • Menditto, Schietroma e Aghina

    <em>Approvato il dr. Marmo</em> Discussione e voto
    2:43 Durata: 6 min 8 sec
  • Presidente sull'ordine dei lavori e fà votare cumulativamente le pratiche di cessazione della Quarta Commissione e successivamente le pratiche di Quinta Commissione su un ricorso del dr. Galli e pubblicazione posti, quelle di Settima Commissione per un'applicazione extradistrettuale e quelle di Ottava Commissione

    <em>Approvate tutte</em><br>La seduta termina <strong>alle 12.41</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CHI ERA ANTONINO ABBATE Roma, 10 feb. (Adnkronos) - Antonino Abbate, nato 66 anni fa, sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, era il candidato di maggioranza che la Commissione Direttivi del Csm aveva indicato una settimana fa al plenum per la guida della Procura di Roma, al posto di Salvatore Vecchione. Figura storica della magistratura romana e associata, Abbate e' stato per anni capofila di ''Unita' per la Costituzione'' (Unicost) che aveva anche rappresentato nel Csm come componente togato, ed era stato presidente dell'Associazione nazionale magistrati. Tra i processi piu' rilevanti seguiti da Abbate negli anni quello ad Ali Agca per l'attentato al Papa e quelli alle Brigate Rosse per il sequestro e l'uccisione di Aldo Moro. SCOMBARSA ABBATE RIAPRE "CORSA" PER PROCURA ROMA Roma, 10 feb. (Adnkronos) - Nino Abbate si e' spento all'alba all'ospedale 'San Pietro', dove era stato ricoverato d'urgenza. Gia' due anni fa era stato colpito da un infarto. Giovedi' mattina dovrebbero svolgersi i funerali. La sua scomparsa improvvisa rimette in discussione la 'corsa' per la poltrona di procuratore di Roma, incarico per il quale Abbate era considerato il candidato piu' accreditato. Proprio una settimana fa, la nomina del nuovo procuratore della Capitale aveva provocato una spaccatura nel Csm: dopo aver cercato a lungo una soluzione unitaria, la commissione per gli Incarichi Direttivi aveva concluso proponendo al plenum due nomi. La maggioranza dei voti (quattro) era andata ad Abbate, sostenuto da Unicost, Magistratura indipendente e dai laici della Cdl. Due, invece, i voti per Giovanni Ferrara, attuale capo dei gip di Roma: a suo favore avevano votato i togati di Md e del Movimento per la giustizia, convinti che la scelta dovesse ricadere su di lui per la maggiore anzianita' e per la maggiore esperienza nel settore requirente. Ora, la commissione del Csm dovra' tornare ad esprimersi nei prossimi giorni. Ma per il momento sembra che la candidatura di Ferrara sia destinata a rafforzarsi, in assenza di un candidato dello spessore di Abbate sul quale far convergere la maggioranza dei voti. Resta sempre in piedi la candidatura del procuratore aggiunto Italo Ormanni, alla quale pero' non vengono date molte chances. GIUSTIZIA: LAICI CDL, PLENUM CSM DISCUTA CASO FUCCI (ANSA) - ROMA, 10 FEB - Il plenum del Csm discuta del caso Fucci: e' quanto chiedono i consiglieri laici della Cdl in un'istanza al Comitato di presidenza di Palazzo dei Marescialli. All'organismo presieduto dal vicepresidente Virginio Rognoni i cinque consiglieri del polo hanno chiesto di ''inserire all'ordine del giorno del dibattito in plenum la discussione sulle affermazioni fatte dal segretario dimissionario dell'Anm Carlo Fucci'' al congresso dell'associazione. ''Noi non diamo giudizi - spiega Giorgio Spangher (Forza Italia) - chiediamo solo di discutere di quelle dichiarazioni. Vedremo se il Comitato di presidenza accettera' o meno la nostra richiesta''. CSM: NOMINATO PG PERUGIA, MA E' SPACCATURA IN PLENUM<br> A MAGGIORANZA PASSA VACCA, AVVOCATO GENERALE A SALERNO (ANSA) - ROMA, 11 FEB - E' Giovanni Vacca, avvocato generale a Salerno, il nuovo procuratore generale di Perugia. La sua nomina ha pero' spaccato il plenum del Csm. E' passata con poco piu' la meta' dei consensi dei consiglieri presenti: 13 voti su 25. Altri otto voti sono andati a Giancarlo Armati, procuratore a Viterbo e tre a Giuseppe Santoro, presidente di sezione alla Corte di appello di Roma. Vacca e' stato sostenuto dai togati di Unicost, dai laici della Cdl e del centro-sinistra, e dal presidente della Cassazione Nicola Marvulli. Armati invece era il candidato dei togati delle correnti di sinistra (Magistratura democratica e Movimento per la giustizia). Mentre per Santoro hanno votato il gruppo di Magistratura Indipendente e il procuratore generale della Cassazione. A far pendere l'ago della bilancia a favore di Vacca e' stata anche l'esperienza maturata dal magistrato in funzioni sia giudicanti che requirenti. Una carriera cominciata nel '65, come giudice a Busto Arsizio. Nel '67 la nomina a pretore, prima a Frosinone, poi, nel '71 a Marcianise. Dal luglio 1995 ha svolto le funzioni di sostituto procuratore generale in Cassazione. Nel 1998 infine la nomina ad avvocato generale a Salerno. GIUSTIZIA: CONSIGLIO STATO CONFERMA TRASFERIMENTO CORDOVA<br> RESTA INCOMPATIBILITA' AMBIENTALE, MA NO FUNZIONALE (ANSA) - ROMA, 11 FEB - Deve lasciare Napoli il procuratore Agostino Cordova. Dopo il Tar del Lazio anche il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso che il magistrato aveva presentato contro la delibera con la quale nel settembre scorso il Csm lo aveva trasferito d'ufficio per incompatibilita', contestandogli la gestione della procura di Napoli. La delibera e' stata parzialmente riformata: il Consiglio di stato, cosi' come aveva gia' fatto il Tar del Lazio, ha confermato l'incompatibilita' ambientale, ma non quella funzionale. In sostanza, Cordova deve lasciare Napoli, ma potra' continuare a svolgere funzioni direttive, cioe' potra' essere ancora al vertice di un ufficio giudiziario di grandi dimensioni, cosa che invece gli inibiva la delibera di Palazzo dei marescialli. Il provvedimento sara' pubblicato sul bollettino dei trasferimenti a fine mese; a quel punto Cordova avra' un mese di tempo per assumere le nuove funzioni che il Csm gli ha attribuito, quelle di consigliere alla Corte di Cassazione. Trascorso inutilmente quel termine, il procuratore decadra' dalla magistratura. NINO ABBATE: IL SALUTO DI ROGNONI, GIFUNI E LETTA (AGI) - Roma, 11 feb. - E' arrivato anche Gaetano Gifuni, Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, a porgere l'ultimo saluto al sostituto procuratore Nino Abbate, nella camera ardente, allestita nell'aula magna della Cassazione, da dove partira' domattina il feretro alla volta della chiesa di Santa Chiara dove si celebreranno i funerali. A Palazzaccio, oltre al primo presidente e al procuratore generale della Cassazione, sono giunti il sottosegretario Gianni Letta, il direttore del Dap Giovanni Tinebra. E anche il vice presidente del Csm, Virginio Rognoni. Anche il Consiglio superiore della magistratura questa mattina ha commemorato il magistrato che sarebbe diventato fra poco il procuratore capo della Repubblica a Roma. "Non avrei mai pensato a Venezia, quel pomeriggio, quando gli si parlava, che avrei dovuto ricordarlo soltanto qualche giorno dopo", ha detto Rognoni. Abbate e' stato "un magistrato forte e coraggioso. Unanime e' stato il giudizio del Consiglio. Un giudizio sincero. Io lo ricordo giudice in processi di grande importanza, come quello alle BR, quando ero ministro dell'Interno. Un magistrato insigne a cui la Cassazione sta tributando una manifestazione doverosa". Stretti accanto alla moglie e alle due figlie, tanti giudici della Suprema Corte e non solo, che si avvicendano nel saluto al feretro, cui a turno stanno sostando, con la toga addosso, i sostituti procuratori della Cassazione. GIUSTIZIA: DIEGO MARMO NUOVO PROCURATORE A TORRE ANNUNZIATA (ANSA) - NAPOLI, 11 FEB - Il Csm ha deliberato la nomina di Diego Marmo a capo della procura di Torre Annunziata. La decisione e' stata adottata dal plenum del Csm e ora dovra' essere ratificata dal ministro Guardasigilli. Marmo, attualmente procuratore aggiunto a Napoli, occupera' l'ufficio di capo della Procura retta fino ad ora, dopo le dimissioni dell'ex procuratore Alfredo Ormanni, dall'aggiunto Rosario Cantelmo. Pratiche urgenti
    2:49 Durata: 1 min 32 sec