18 FEB 2004

CSM - Plenum del 18 febbraio 2004, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 40 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ordine del giorno speciale 2) Rinnovo del contratto con la Hotel Invest Italia 3) Determinazione di un'indennità ai componenti del CSM 4) Pratica a tutela di magistrati contro Berlusconi 5) Copertura posti 6) Pratiche urgenti 7) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 18 febbraio 2004, seduta antimeridiana", registrato mercoledì 18 febbraio 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora e 40 minuti.
  • Presidente sul lavoro del Parlamento sul disegno di Legge Delega in tema di ordinamento giudiziario

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.41</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong>
    0:00 Durata: 1 min 1 sec
  • Nicola Buccico (membro laico(AN)) e poi Mammone, Primicerio e Lo Voi

    <em>Approvato</em> <strong>Ordine del giorno speciale, sezione A</strong> <br>Pratiche di Quarta Commissione <strong>Idoneità alla nomina a Magistrato di Tribunale</strong>
    0:01 Durata: 3 min 20 sec
  • Presidente e poi Lo Voi

    <em>Approvato</em> <strong>Ordine del giorno speciale, sezione B</strong>
    0:04 Durata: 35 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Ordine del giorno ordinario</strong> Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Rinnovo del contratto con la Hotel Invest Italia</strong>
    0:05 Durata: 55 sec
  • Presidente e poi dr. Luigi Salvato, Segretario del CSM

    <em>Approvata</em> <strong>Rimborso del biglietto ferroviario ai convocati dal CSM o partecipanti ad incontri di studio</strong>
    0:06 Durata: 39 sec
  • Presidente e poi De Nunzio e il dr. Luigi Salvato, Segretario del CSM, alternandosi; intervengono Stabile e Buccico, quindi il Presidente

    <em>Ritorno in Commissione</em> <strong>Determinazione di un'indennità ai componenti del CSM</strong>
    0:06 Durata: 11 min 5 sec
  • Presidente e poi Buccico

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Prima Commissione <strong>Procedimento contro il dr. Puliga</strong>
    0:17 Durata: 1 min 6 sec
  • Arbasino, relatore, quindi Marini, dialogando col relatore

    <em>Non incompatibilità ambientale</em> con un emendamento e una correzione <strong>Doglianze</strong> Avv. Sassano contro Woodcock, Santucci e Galante
    0:18 Durata: 4 min 29 sec
  • Giuseppe Meliadò (Unicost), relatore

    <em>Rinviata</em> <strong>Pratica a tutela di magistrati contro Berlusconi</strong>
    0:23 Durata: 32 sec
  • Ventura Sarno, relatore di maggioranza

    <br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti</strong> Due posti di Consigliere di Corte di Appello di Roma: d.ssa Mazzei e d.ssa Pucci , di maggioranza, o dr. Scaramuzzi, di minoranza<br>Relazioni
    0:23 Durata: 10 min 51 sec
  • Giuseppe Salmè (MD) sull'ordine dei lavori, poi Buccico e Stabile; Buccico e il Presidente, quindi Aghina, ancora il Presidente, Fici, Stabile e il Presidente

    0:34 Durata: 7 min 58 sec
  • Fici, relatore di minoranza

    Relazione di minoranza
    0:42 Durata: 13 min 49 sec
  • Presidente e poi Aghina, quindi il Presidente

    Voto sul ritorno in Commissione: <em>respinto</em> Discussione sulla pregiudiziale
    0:56 Durata: 3 min 17 sec
  • Fici sull'emendamento di maggioranza e sul rinvio della discussione, poi Buccico, contro, e Salvi a favore: il Presidente conclude per il rinvio al pomeriggio

    0:59 Durata: 3 min 27 sec
  • Maria Giuliana Civinini (MD), relatore, poi Aghina e Di Federico per dichiarazione di voto

    <em>Approvata</em> <strong>Collocamento a funzioni non giudiziarie</strong> D.ssa Capranica
    1:03 Durata: 5 min 47 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Corsetti come Consigliere della sezione lavoro della Corte di Appello di Roma
    1:09 Durata: 1 min 17 sec
  • Maria Giuliana Civinini (MD), relatore, poi Fici per un errore materiale

    <em>Approvata</em> Dr. Toscani come magistrato distrettuale giudicante presso la Corte di Appello di Milano
    1:10 Durata: 1 min 15 sec
  • Francesco Lo Voi (MI), relatore

    <em>Approvata</em> D.sse Aielli e Di Tonto come magistrati distrettuali giudicanti presso la Corte di Appello di Napoli
    1:11 Durata: 26 sec
  • Francesco Lo Voi (MI), relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Polito come magistrato distrettuale requirente presso la Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli
    1:12 Durata: 21 sec
  • Giuseppe Fici (Movimento per la giustizia), relatore

    <em>Approvata</em> D.sse Pugliese e Casabona come magistrato distrettuale giudicante presso la Corte di Appello di Torino
    1:12 Durata: 45 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Luciotti come giudice del Tribunale di Chieti
    1:13 Durata: 1 min 57 sec
  • Antonio Marotta (membro laico(UDC)), relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Guida come giudice del Tribunale di Prato
    1:15 Durata: 28 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Gesuè Rizzi Ulmo come giudice del Tribunale di Torre Annunziata
    1:15 Durata: 19 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Latorre come giudice della sezione lavoro del Tribunale di Caltanissetta
    1:15 Durata: 26 sec
  • Civinini, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa De Lecce come giudice del Tribunale di Lecce
    1:16 Durata: 1 min
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Castaldi come giudice del Tribunale di Napoli
    1:17 Durata: 15 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Leone come magistrato di sorveglianza dell'Ufficio di Sorveglianza di Napoli
    1:17 Durata: 18 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvata</em> Dr. Forlani come giudice del Tribunale di Orvieto
    1:17 Durata: 30 sec
  • Ventura Sarno, relatore

    <em>Approvata</em> D.ri Scozzarella e Marocchi come giudici del Tribunale di Roma
    1:18 Durata: 36 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Gambardella come giudice del Tribunale di Sassari
    1:18 Durata: 32 sec
  • Giuseppe Fici (Movimento per la giustizia), relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Bianco come giudice della sezione lavoro del Tribunale di Torino
    1:19 Durata: 40 sec
  • Ventura Sarno, relatore

    <em>Approvata</em> D.ssa Marazza come sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma
    1:20 Durata: 42 sec
  • Giuseppe Fici (Movimento per la giustizia), relatore, poi Lo Voi, Civinini, Aghina e Di Federico: conclude il relatore in replica, poi Di Federico, Riello e Marotta per dichiarazione di voto

    <em>Rigetto della richiesta</em> <strong>Varie: collocamento fuori ruolo</strong> D.ssa Matone<br>Relazione e discussione
    1:20 Durata: 13 min 27 sec
  • Fici, relatore, poi Di Federico

    <em>Presa d'atto</em> <strong>Trattenimento fuori ruolo</strong>
    1:34 Durata: 2 min 26 sec
  • Marotta, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Revoca di pubblicazione posto</strong>
    1:36 Durata: 27 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Conferimento funzioni giurisdizionali</strong> D.ssa Piazza
    1:37 Durata: 54 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Impugnazione</em> <br>Pratiche urgenti di Prima Commissione <strong>Ricorsi</strong> Dr. Corsini
    1:38 Durata: 33 sec
  • Menditto, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche urgenti di Quarta Commissione <strong>Accettazione dimissioni</strong> D.ssa Mazzei
    1:38 Durata: 21 sec
  • Mammone, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Varie: nuovo ricorso</strong> Dr. Melis
    1:38 Durata: 1 min 1 sec
  • Buccico, relatore

    <em>Rinviata al giorno dopo</em><br>La seduta termina <strong>alle 12.20</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> BERLUSCONI: CSM RINVIA DIBATTITO SU ATTACCHI A TOGHE (ANSA) - ROMA, 18 FEB - E' stato rinviato al 3 marzo prossimo il dibattito al Csm sul documento a tutela dei magistrati attaccati dal presidente del consiglio durante la manifestazione per il decennale di Forza Italia. Ad annunciare il rinvio della discussione e' stato il vicepresidente del Csm Virginio Rognoni, in apertura del plenum. ''Come e' a conoscenza di tutti, in Parlamento e' in corso in questa settimana - ha detto - una intensa attivita' referente sul ddl di riforma dell'ordinamento giudiziario. Ddl su cui questo Consiglio, su richiesta del ministro della Giustizia, aveva a suo tempo espresso un ampio e motivato parere - ha ricordato Rognoni -. Per queste ragioni ritengo opportuno il rinvio della pratica''. Quello di oggi e' il terzo rinvio della discussione del documento approvato in commissione dai togati e dai laici del centrosinistra e che richiama chi ha cariche pubbliche a non denigrare la magistratura. MAFIA: TALPE DDA; LAICI CDL, CSM INDAGHI SU PM LO FORTE<br>VERIFICARE SUA INCOMPATIBILITA' AMBIENTALE (ANSA) - ROMA, 17 FEB - Un' indagine ''urgente'' del Csm sul procuratore aggiunto di Palermo Guido Lo Forte per la vicenda delle ''talpe'' alla Dda del capoluogo siciliano. A sollecitarla sono i consiglieri laici della Cdl, che chiedono di verificare ''la sussistenza di ipotesi di incompatibilita' ambientale'' a carico del magistrato, se cioe' ci siano gli estremi per un trasferimento d'ufficio del magistrato. L'istanza e' stata formalizzata al Comitato di presidenza di Palazzo dei marescialli. Chiedendo l'apertura di una pratica in Prima Commissione, i laici della Cdl fanno riferimento alle notizie riportate ''da oltre un mese'' dalla stampa ,secondo cui il maresciallo della Dia Giuseppe Ciuro ha chiamato in causa Lo Forte, anche se ricordano che il procuratore aggiunto di Palermo ''ha smentito con energia e ha preannunciato querele''. ''E' di palmare evidenza, comunque- sottolineano- come tali notizie creino apprensione nella opinione pubblica mentre le inchieste vanno giustamente avanti''. Percio' - secondo Nicola Buccico, Giuseppe Di Federico, Antonio Marotta, Giorgio Spangher e Mariella Ventura Sarno - e' ''indispensabile, opportuna ed urgente una azione accertativa di competenza della Prima Commissione per verificare - all'esito degli accertamenti che saranno ritenuti necessari e, come e' ovvio, anche indipendentemente da profili di colpevolezza- la sussistenza di ipotesi di incompatibilita' ambientale''. ''La autorevolezza della magistratura, proprio quale espressione dei principi di autonomia, indipendenza e imparzialita', e', infatti, il bene che va salvaguardato in un rapporto di fiducia sintonica con il sentimento di giustizia proprio dei cittadini e della societa'''.<br>(AGI) - Roma, 17 feb. - Un accertameto "opportuno e urgente" per verificare se vi siano profili di incompatibilita' ambientale che riguardino la posizione del procuratore aggiunto di Palermo Guido Lo Forte, dopo la fuga di notizie che ha caratterizzato alcune inchieste, e' stato chiesto dai cinque componenti laici della Cdl al comitato di presidenza del Consiglio superiore della magistratura. La richiesta formalizzata oggi e' che la prima commissione di Palazzo dei marescialli verifichi la situazione. I cinque laici della CDL fanno riferimento alle notizie di stampa che da oltre un mese riguardano le vicende giudiziarie siciliane e secondo le quali il maresciallo della Dia Giuseppe Ciuro avrebbe chiamato in causa il procuratore aggiunto di Palermo che ha, in ogni caso, preannunciato querele. Tali notizie, spiegano Buccico, Di Federico, Marotta, Spangher e Ventura Sarno, creano, "e' di palmare evidenza" aopprensione nell'opinione pubblica, "mentre le inchieste vanno giustramente avanti e interviene per ragioni di competenza l'autorita' giudiziaria di Caltanissetta". CORTE STRASBURGO: LEGALE MAGISTRATO MASSONE, RESA GIUSTIZIA (ANSA) - ROMA, 17 FEB - ''La Corte europea ha stabilito che le vicende della P2 non toccano la legittimita' della Massoneria e che l'appartenenza a quest'ultima associazione non puo' considerarsi illecito disciplinare'', ''ribaltando'' l'orientamento seguito dal Csm e dalla Corte di Cassazione.Esulta Antonio Fusillo, legale di Angelo Maestri, il magistrato che era stato condannato dal Csm per la sua appartenenza alla Massoneria. E dice che la Corte di Strasburgo ha reso al suo cliente ''la giustizia che gli e' stata negata in Italia''. Secondo Fusillo c'e' stata una ''guerra'' contro la Massoneria: ''all'indomani dello scandalo P2 si sono susseguiti innumerevoli tentativi di metterla fuori legge''. Nel caso specifico di Maestri ''il Csm ha utilizzato una vecchia norma del primo dopoguerra (l'art. 18 del Regio decreto 511 del 1946) talmente vaga da poter essere interpretata in qualunque modo, addirittura in modo contrario alla Costituzione. Sulla scorta di questa norma che 'vieta al magistrato di tenere in ufficio, o fuori, una condotta tale da renderlo immeritevole della fiducia e della considerazione di cui deve godere o da compromettere il prestigio dell'ordine giudiziario', il Csm ha stabilito che, la sola e semplice appartenenza alla Massoneria deve essere considerata un comportamento sanzionabile disciplinarmente''. <br>Pratiche urgenti di Quinta Commissione
    1:39 Durata: 29 sec