08 MAR 2004

CSM - Plenum dell'8 marzo 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 47 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Approvazione dell'impegno di spesa e del programma relativo al conferimento delle funzioni giudiziarie ed all'assegnazione della sede agli uditori giudiziari nominati con D.M.

19 novembre 2002 2) Individuazione delle sedi da assegnare agli uditori giudiziari nominati con D.M.

19 novembre 2002 3) Revoca di delibera consiliare 4) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum dell'8 marzo 2004", registrato lunedì 8 marzo 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora e 47 minuti.
  • Presidente e poi Fici, relatore, quindi Spangher per una pregiudiziale: dialoga col relatore e col Presidente a proposito degli emendamenti. Poi Marotta, ancora Fici

    <em>Approvata</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 15.42</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong><br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Approvazione dell'impegno di spesa e del programma relativo al conferimento delle funzioni giudiziarie ed all'assegnazione della sede agli uditori giudiziari nominati con D.M. 19 novembre 2002</strong>
    0:00 Durata: 11 min
  • Fici, relatore, poi Spangher e ancora il relatore, alternandosi

    <strong>Individuazione delle sedi da assegnare agli uditori giudiziari nominati con D.M. 19 novembre 2002</strong> Relazione
    0:11 Durata: 8 min 1 sec
  • Spangher, dialogando col relatore, poi Lo Voi, Primicerio, Civinini e Di Federico: il Presidente fà il punto della situazione

    0:19 Durata: 16 min 28 sec
  • Presidente, poi Stabile, Primicerio, Marotta, quindi Fici, Mendittocon varie interruzioni del Presidente

    Voto sull'emendamento Fici: <em>approvato</em> Discussione sugli emendamenti
    0:35 Durata: 15 min 50 sec
  • Marini e Tenaglia, quindi Lo Voi, con interventi brevi del Presidente; interviene anche Aghina e poi Civinini, anche per dichiarazione di voto sul terzo emendamento, come anche Stabile, Marini, Aghina, Salvi e Primicerio, poi Marini sull'emendamento Tenaglia e Lo Voi sul proprio emendamento cui replica Aghina ripetutamente; Civinini si inserisce nel dibattito sull'emendamento Lo Voi, Meliadò, Marini, il Presidente, ancora Marini e Meliadò, poi Salvi che chiede una sospensione della discussione sull'emendamento Lo Voi

    Voto sull'emendamento numero 1 Tenaglia/Primicerio: <em>accolto</em><br>Voto sull'emendamento numero 2 Tenaglia/Primicerio: <em>accoltoa</em><br>Voto sull'emendamento numero 3 Tenaglia/Primicerio: <em>accolto</em><br>Voto sull'emendamento numero 4 Tenaglia/Primicerio: <em>accolto</em><br>Voto sull'emendamento numero Tenaglia: <em>accolto</em>Voto sull'emendamento Aghina: <em>accolto</em><br>La seduta, sospesa <strong>alle 17.11</strong>, riprende <strong>alle 17.30</strong> Illustrazione degli altri emendamenti
    0:51 Durata: 43 min 35 sec
  • Presidente e poi Salvi che aveva chiesta la sospensione e che ora pone domande al relatore che replica; ancora Salvi e Fici, quindi il presentatore dell'emendamento, Lo Voi; interviene ancora il relatore Fici sullo slittamento della data del provvedimento

    <br>Voto sull'emendamento Lo Voi modificato: <em>accolto</em><br>Voto sulla proposta così emendata, anche nelle date: <em>approvata</em>
    1:35 Durata: 9 min 32 sec
  • Presidente e poi Fici, Presidente della Terza Commissione, poi Marotta; c'è una richiesta di audizione; Civinini siesprime

    <em>Ritorno in Commissione</em><br>La seduta termina <strong>alle 17.46</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: RONCONI (UDC) SU SITUAZIONE PROCURA PERUGIA (ANSA) - PERUGIA, 8 MAR - ''L' opinione pubblica dell' Umbria ha necessita' di capire qual e' l' attuale situazione della procura della repubblica presso il tribunale di Perugia'': lo ha detto stamani il senatore dell' Udc Maurizio Ronconi, in una conferenza stampa a Perugia nella quale ha ribadito le proprie ''sollecitazioni'' al Csm a verificare ''quanto prima'' la situazione. Ai giornalisti, Ronconi ha fornito copia delle proprie interrogazioni ed interpellanze (cinque, dal 2001 ad oggi) al ministro della giustizia su varie questioni riguardanti la procura perugina, ricordando che la stessa procura ''e' stata piu' volte sottoposta ad ispezioni da parte del ministero, in seguito alle e' stato aperto un procedimento di fronte al Csm nei confronti del procuratore capo, Nicola Miriano, per incompatibilita' ambientale''. Su questo versante, Ronconi ha affermato di ritenere che ''in questi giorni il Csm stia dando luogo ad adempimenti di sua competenza''. Il senatore dell' Udc ha inoltre ricordato che ''nei confronti della vice di Miriano, Silvia Della Monica, e' in corso un procedimento da parte del tribunale di Firenze'' e che ''alcuni giornalisti perugini, ai quali esprimo la mia solidarieta', sono indagati nell' ambito di un procedimento per rivelazione di segreti d' ufficio''. Per Ronconi, inoltre, e' ''quanto meno non consueto che sia ancora in fase istruttoria, con sequestri di documentazione anche negli ultimi giorni in alcuni uffici comunali, l' inchiesta aperta dalla procura di Perugia sulla ricostruzione dopo il terremoto umbro del 1997''. Ronconi ha anche reso noto il testo stenografico della risposta fornita il 26 febbraio scorso dal sottosegretario alla giustizia, Giuseppe Valentino, sulla propria interpellanza riguardante la pubblicazione anticipata, su un quotidiano nazionale, delle motivazioni della sentenza del processo Pecorelli che condannava Giulio Andreotti (poi assolto in Cassazione). ''Il sottosegretario ha riferito nell' aula del Senato - ha spiegato Ronconi - che nei confronti del giudice estensore e' stata promossa azione disciplinare''. ''Per tutta questa serie di motivi - ha concluso Ronconi - riprendo e rilancio quello che, mesi fa, era stato l' appello al Csm a fare presto del rappresentante locale dell' Anm, il giudice Paolo Micheli. Ne hanno diritto i cittadini umbri, specie in una fase in cui, come sembra, si stanno aprendo altre inchieste delicate, come quella sul minimetro' di Perugia''. PECORELLI: PER ANTICIPAZIONE SENTENZA, SANZIONE DISCIPLINARE (AGI) - Perugia, 8 mar. - La pubblicazione delle motivazioni della sentenza di appello del processo sull'omicidio Pecorelli, che determino' a Perugia la condanna a 24 anni del senatore Andreotti (poi in Cassazione assolto con sentenza definitiva con gli altri imputati, ndr), riportate dal quotidiano L'Unita' il 12 febbraio 2003, hanno portato ad una azione discipinare nel confronti del giudice a latere della Corte d'appello, Maurizio Muscato. L'azione e' stata decisa dal Ministro della Giustizia Castelli, dopo l'esame della documentazione trasmessa dal CSM e a seguito degli accertamenti espletati. Lo ha annunciato oggi il senatore Maurizio Ronconi che aveva presentato una interpellanza sui fatti (la pubblicazione delle motivazioni virgolettate da parte de "L'Unita'") prima che la sentenza venisse depositata. "Il sottosegretario per la giustizia Valentino - ha detto stamane Ronconi parlamentare umbro dell'UDC - ha annunciato il provvedimento disciplinare nei confronti del magistrato e una richiesta del suo trasferimento. Questo e' la punta di un iceberg sul tribunale di Perugia e sulla procura che e' stata sottoposta ed e' sottoposta - ha aggiunto Ronconi - a diverse inchieste da parte del CSM sul procuratore capo Nicola Miriano e da parte del tribunale di Firenze per quanto riguarda il suo vice Silvia della Monica". "E' una vicenda inquietante; i cittadini dell'Umbria hanno necessita' di capire se possono, in modo tranquillo riferirsi al tribunale e alla procura, oppure - ha concluso Ronconi - se questa procura e' di veleni, cosa che deve essere modificata". Il parlamentare umbro ha ricostruito per la stampa i fatti che lo portarono alla presentazione della interpellanza al ministro, poiche' il giornale l'Unita' aveva pubblicato il 12 febbraio 2003, brani delle motivazioni di sentenza, tra virgolette, "su un processo ancora in corso e non definito nei diversi gradi di giudizio". Il Parlamentare dell'UDC ha anche ricordato che il CSM deve ancora assumere una decisione nei confronti dei vertici della procura perugina, anche alla luce delle tante inchieste non concluse, come quella sulla ricostruzione post-sisma (tre anni e mezzo di fase istruttoria - ha puntualizzato Ronconi - sono troppi) ora anche sul Minimetro', sulla vicenda fallimenti ed altro. GIUSTIZIA: RIFORMA; COMMISSIONE CHIEDE DATI A CSM <br>PECORELLA LAMENTA ASSENZE IN DIBATTITO GENERALE (ANSA) - ROMA, 9 MAR - Riforma dell'ordinamento giudiziario al palo oggi alla commissione giustizia della Camera: i parlamentari iscritti a parlare erano oggi assenti, mentre tra i presenti nessuno e' intervenuto al dibattito generale. Cosa che ha suscitato la reazione negativa del presidente della commissione Gaetano Pecorella. Ai giornalisti che gli chiedevano se la commissione si fosse preso un momento di riflessione, Pecorella ha infatti risposto: ''piu' che un momento di riflessione mi sembra si sia presa un momento di assenza. Debbo constatare che i lavori sulla riforma procedono molto lentamente''. ''Finora si e' fatto un grande dibattito fuori dalle aule parlamentari - ha aggiunto - mentre in commissione per ora hanno parlato solo tre deputati. ''Comunque - ha aggiunto Pecorella - io ho gia' fissato il termine per presentare gli emendamenti, al 23 marzo. A quel punto ognuno dovra' scoprire le proprie posizioni''. Oggi la commissione si e' limitata a fare una richiesta al Csm, affinche' siano forniti una serie di dati sui magistrati in attivita': ad esempio le uscite annuali, quanti magistrati hanno piu' di 65 anni, quanti hanno incarichi, ecc. Questo perche' se si optera' per un meccanismo di concorso differenziato, occorre il conforto di certi numeri affinche' esso funzioni. <strong>Revoca di delibera consiliare</strong> D.ssa Nazzicone
    1:44 Durata: 3 min 10 sec