08 APR 2004

CSM - Plenum dell'8 aprile 2004, seduta pomeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 27 min 17 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Formazione ed aggiornamento professionale della magistratura onoraria 2) Applicazione extradistrettuale 3) Pratiche di Nona Commissione 4) Ordine del giorno aggiunto 5) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum dell'8 aprile 2004, seduta pomeridiana", registrato giovedì 8 aprile 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 27 minuti.
  • Spangher sulla regolarità della convocazione dell'attuale seduta, poi il Presidente replica

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 15.40</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong>
    0:00 Durata: 2 min 3 sec
  • Presidente e poi Aghina, relatore, sugli emendamenti Buccico, riunificati; il Presidente legge il testo finale dell'emendamento

    Voto sull'emendamento Civinini: <em>respinto</em><br>Voto sulla delibera come emendata con accorpamenti: <em>approvata</em> <br>Pratiche di Ottava Commissione <strong>Formazione ed aggiornamento professionale della magistratura onoraria, nelle sue diverse funzioni</strong> Procedura di voto sugli emendamenti
    0:02 Durata: 3 min 13 sec
  • De Nunzio, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Richiesta di trasferimento</strong> Dr. Agrelli
    0:05 Durata: 17 sec
  • Schietroma, poi Aghina e Ventura Sarno per l'unica pratica con un emendamento per la pratica dr. Grasso: il Presidente concorda

    <em>Approvate in blocco</em> <strong>Atto di citazione</strong> Dr. Lo Giudice <strong>Attribuzioni delle funzioni di coordinatore dell'Ufficio</strong>
    0:05 Durata: 1 min 35 sec
  • Presidente e poi Tenaglia, relatore di maggioranza

    <br>Si riprende una pratica posposta <strong>Applicazione extradistrettuale</strong> Dr. Comez, di maggioranza, o d.ssa Guarriello, di minoranza<br>Relazioni
    0:07 Durata: 5 min 13 sec
  • Marini, relatore di minoranza

    0:12 Durata: 3 min 44 sec
  • Aghina, Civinini, Mammone e Salvi

    Voto per ballottaggio: <em>approvato il dr. Comez, di maggioranza</em> Discussione
    0:16 Durata: 8 min 36 sec
  • Presidente

    La seduta, segretata <strong>alle 16.05</strong>, torna pubblica <strong>alle 16.30</strong> <br>Pratiche di Nona Commissione
    0:25 Durata: 29 sec
  • Presidente sul voto cumulativo delle residue pratiche di Nona Commissione

    <em>Approvate</em>
    0:25 Durata: 19 sec
  • Presidente e poi Stabile, relatore

    <em>Approvate</em><br>La seduta termina <strong>alle 16.32</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CSM: GIUDICI ONORARI A LEZIONE, PARTE PROGETTO FORMAZIONE<br>ENTRO FINE MAGGIO COMMISSIONI, STRUTTURE OPERATIVE PRIMA DELL'ESTATE Roma, 10 apr. - (Adnkronos) - Giudici onorari a lezione. Il Csm ha approvato la circolare che da' il via al progetto di formazione continua per i 9 mila magistrati non togati. Presso ogni Corte d'Appello verra' costituita una commissione che dovra' organizzare e gestire il tirocinio e i corsi d'aggiornamento: ne faranno parte due magistrati ordinari (uno per il penale, l'altro per il civile), quattro giudici onorari e un avvocato. Resteranno in carica due anni, eventualmente prorogabili per un altro biennio. L'investimento per il 2004 e' in tutto di 310 mila euro: ogni presidente di Corte d'Appello assegnera' alla struttura distrettuale una somma proporzionale al numero dei giudici onorari in servizio. Entro fine maggio verranno istituite le commissioni, con un'attivita' di coordinamento affidata allo stesso Csm. Poi, dopo un incontro nazionale durante il quale verranno fissate le ''linee operative'', tra giugno e luglio partira' l'attivita' formativa. Per la prima volta dalla sua istituzione, la magistratura onoraria avra' quindi una struttura ''stabile'' di formazione. Mentre finora, riconosce il Csm nella circolare, e' stata ''penalizzata da un'offerta insufficiente ed episodica''. Un riconoscimento anche dell'importanza che questa categoria di giudici ha assunto ormai per il funzionamento della macchina giudiziaria. C'e' ''l'esigenza di una maggiore qualificazione dell'attivita' di formazione della magistratura onoraria'', sottolinea Palazzo dei Marescialli, e ''la necessita' di precostituire un progetto formativo specifico per la variegata realta' della magistratura onoraria'' attraverso una ''struttura stabile''. Ma, affinche' l'intervento sia ''piu' capillare e gestibile'', si e' deciso che la ''sede operativa'' sia ''in ambito distrettuale''. I Consigli giudiziari avranno il compito di raccogliere le disponibilita' dei magistrati ordinari a far parte delle commissioni: due le toghe che siederanno in ognuna delle strutture, scelti tra tutte quelle che gia' operano nel distretto, a patto che svolgano funzioni giudiziarie da almeno 5 anni. Un incarico che pero' non comportera' esonero dall'attivita' ordinaria dei loro rispettivi uffici. Di ogni commissione faranno poi parte un avvocato (indicato dai Consigli dell'Ordine del distretto); un giudice di pace; un giudice onorario aggregato (goa); un giudice onorario di tribunale (got); e un vice procuratore onorario (vpo). Le domande che arriveranno dai quattro rappresentanti della magistratura onoraria saranno esaminate dai Consigli giudiziari, ai quali spetta il compito di individuare i prescelti. Ordine del giorno aggiunto Pratica di Quinta Commissione <strong>Copertura posti</strong> Due posti di Presidente di Sezione del Tribunale di Treviso; un posto di Presidente di Sezione del Tribunale di Verona
    0:26 Durata: 1 min 48 sec