06 MAG 2004

CSM - Plenum del 6 maggio 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 38 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Modifica delle tabelle di organizzazione, per il biennio 2002-2003, del Tribunale di Parma 2) Pratiche di Nona Commissione 3) Protocollo circa le relazioni sindacali nel CSM 4) Commissione referente per la destinazione dei magistrati alla Corte di Cassazione 5) Pratiche ex art.

45 6) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 6 maggio 2004", registrato giovedì 6 maggio 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 38 minuti.
  • Presidente e poi Primicerio, relatore; intervengono Marini, per un emendamento diverso da quello presentato il giorno prima, poi Mammone e il relatore Primicerio; si esprimono Buccico, Mammone, Arbasino, Di Federico, il Presidente, Tenaglia e ancora Marini, Primicerio, Mammone e il relatore

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.00</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong><br>Pratiche di Settima Commissione del giorno prima <strong>Modifica delle tabelle di organizzazione, per il biennio 2002-2003, del Tribunale di Parma</strong> Un secondo giudice delegato: dr. Zanichelli, dr. Liccardo e dr. Piscopo<br>Il caso Parmalat
    0:00 Durata: 27 min 19 sec
  • Presidente legge gli emendamenti e si esprime; per dichiarazione di voto: Salvi e Arbasino; il Presidente invita il relatore a esprimersi sulla lontananza dal testo originario, il relatore chiede di votare sui soli emendamenti Mammone; successivamente dichiarazioni di voto sulla delibera: Lo Voi

    Voto sull'emendamento Mammone: <em>respinto</em><br>Voto sull'emendamento Marini: <em>accolto</em><br>Voto sulla delibera così emendata: <em>approvata</em> Lettura e procedura di voto sugli emendamenti
    0:27 Durata: 13 min 56 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Nona Commissione <strong>Corsi internazionali</strong> D.ssa Accardo
    0:41 Durata: 59 sec
  • Di Federico, relatore, poi Stabile per un emendamento

    <em>Approvate tutte</em> <strong>Corsi internazionali</strong> D.sse La Rosa e Benanti
    0:42 Durata: 2 min 20 sec
  • Di Federico, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Rete di formazione europea</strong>
    0:44 Durata: 2 min 58 sec
  • Presidente e poi Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Cooperazione con le strutture della Rete Giudiziaria Europea</strong>
    0:47 Durata: 1 min 4 sec
  • Presidente e poi Civinini, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Comitato Scientifico</strong> Sostituzione di un componente
    0:48 Durata: 46 sec
  • Aghina, relatore, poi Buccico

    <em>Approvata</em> <strong>Incontri di studio</strong> Corso interdisciplinare
    0:49 Durata: 2 min 21 sec
  • Di Federico, relatore

    <em>Approvato</em> Un altro incontro di studio
    0:51 Durata: 55 sec
  • Meliadò, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Nomina dei referenti distrettuali per la formazione</strong>
    0:52 Durata: 1 min 15 sec
  • Meliadò, relatore

    <em>Approvata</em> Altri referenti
    0:53 Durata: 37 sec
  • Presidente riassume la pratica, chiedendo il rinvio al Comitato e assegnazione ad un gruppo di lavoro di una parte della proposta; interviene Salmè per due richieste di chiarimento, risponde il Presidente

    Ordine del giorno odierno Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Protocollo circa le relazioni sindacali nel CSM</strong>
    0:54 Durata: 6 min 58 sec
  • Salmè, Stabile, Buccico e Mammone

    Discussione sulla proposta e sugli emendamenti
    1:01 Durata: 23 min 10 sec
  • Salmè in replica, poi Meliadò; il Presidente conclude la discussione: al termine un vivace intervento di Buccico cui risponde il Presidente

    1:24 Durata: 18 min 21 sec
  • Lettura dell'emendamento sul gruppo di studio: intervengono per dichiarazione di voto Tenaglia e Buccico

    Voto sull'emendamento/proposta: <em>approvata</em> dopo una ripetizione della votazione
    1:42 Durata: 5 min 31 sec
  • Presidente e poi Mammone, relatore

    <strong>Valutazione dell'opportunità di offrire un contributo al Comitato di Presidenza, in ordine alla formulazione della eventuale proposta di istituzione di una nuova Commissione referente per l'attribuzione dei posti di organico che comportano l'esercizio di funzioni di legittimità: destinazione dei magistrati alla Corte di Cassazione</strong> Relazione
    1:48 Durata: 10 min 36 sec
  • Lo Voi e Salmè: il Presidente fà il punto della discussione, poi, brevemente, Marotta sull'ordine dei lavori; il Presidente riassume

    Discussione
    1:59 Durata: 21 min 40 sec
  • Fici e Stabile

    Discussione<em> rinviata </em>la settimana successiva
    2:20 Durata: 14 min 6 sec
  • Presidenza

    <em>Approvata</em> <strong>Ricorsi</strong> Dr. Marzullo
    2:34 Durata: 1 min
  • Ventura Sarno e Lo Voi, relatori

    <em>Approvate</em> <br>Pratiche ex art. 45 di Terza Commissione <strong>Due ricorsi</strong>
    2:35 Durata: 41 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Correzione di un errore materiale di una graduatoria</strong>
    2:36 Durata: 29 sec
  • Ventura Sarno, relatore

    <em>Costituzione in giudizio in entrambi i casi</em> <br>Pratiche urgenti di Ottava Commissione <strong>Ricorsi</strong> Dr. Russo; avv. Suria
    2:37 Durata: 38 sec
  • Di Federico, relatore, poi Buccico chiede un chiarimento su Giovanna Ichino

    <em>Approvata</em><br>La seduta termina <strong>alle 12.40</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: FLORINO (AN) SCRIVE A CSM SU PROCURATORE GALGANO ANSA) - NAPOLI, 6 MAG - Il sen. Michele Florino (An), componente della Commissione Antimafia, con una lettera inviata al Consiglio superiore della magistratura ha chiesto di aprire un procedimento disciplinare nei confronti del procuratore generale di Napoli, Vincenzo Galgano, in seguito ad una circolare da lui trasmessa ai procuratori aggiunti presso la Procura di Napoli con la quale domandava di conoscere l'esistenza di procedimenti penali definiti da lui ''strumentali''. ''Ho chiesto al Csm di aprire un procedimento disciplinare nei confronti del procuratore generale Galgano - ha detto Florino - per grave e indebita interferenza nel lavoro di altro ufficio: il procuratore generale, ha facolta' di informarsi sulle inchieste pendenti presso le procure rivolgendosi ai rispettivi capi - ha concluso - e non con indebita discrezionalita' attingendoli presso altri magistrati dell'ufficio''. CAMPANIA: CONSULENZE; NOLLI,BASTA AD ACCORDI CON OPPOSIZIONE <br>MAGGIORANZA ABBIA SCATTO ORGOGLIO, INDEGNO ATTACCO ALLA GIUNTA (ANSA) - NAPOLI, 6 MAG - Il capogruppo dei Comunisti italiani, Vittorio Nolli, chiede al centrosinistra di sottoscrivere, alla fine della seduta odierna del Consiglio, un ordine del giorno di solidarieta' a Bassolino e alla Giunta, ''e di condanna a chi contribuisce a mantenere Cordova al suo posto malgrado le decisioni del Csm'', dopo le accuse di presunte irregolarita' sulla nomina di alcuni consulenti. ''E' indegno e di una gravita' unica - secondo Nolli - l'attacco che viene sferrato contro le giunte Losco e Bassolino. Tutto parte dalla denuncia di un consigliere che impiega il suo ruolo istituzionale, incautamente affidatogli da questa maggioranza, per usare un altro potere dello Stato, gia' reso illegittimo da chiari e ripetuti pronunciamenti del Csm, e per giunta in piena campagna elettorale''. Il capogruppo del Pdci ha chiesto alla maggioranza ''chiarezza e limpidezza di comportamenti'': ''Non e' possibile che Taglialatela e Martusciello denuncino la giunta, e poi in quest'aula si tratti con Ronghi e Bianco''. ''Siamostanchi'', ha aggiunto Nolli rivolgendosi ai banchi del centrosinistra e facendo riferimento alle accuse di ''consociativismo'' gia' espresse. ''Si abbia il coraggio di rompere. Noi vogliamo essere utili a questa maggioranza, ma senza giochi squallidi: le nostre posizioni vengono sempre espresse in modo pubblico e trasparente, ma se altri continuano trattative sottobanco la gente non capira' piu' qual e' il centrosinistra e qual e' il centrodestra''. Il capogruppo del Pdci ha chiesto dunque alla maggioranza di essere autonoma e di non cercare il confronto con l'opposizione ''discriminando sistematicamente le forze di sinistra'': ''Siamo 38 con 60, una maggioranza che puo' andare avanti anche da sola e non ha bisogno di compromessi''. CAMPANIA: CONSULENZE; CENNAMO (DS), INDAGINI POCO CREDIBILI A FIRMA CORDOVA<br>3 ANNI FA ANALOGO PROVVEDIMENTO A EX SINDACO (ANSA) - NAPOLI, 6 MAG - ''Indagini di poca credibilita', che portano la firma del procuratore di Napoli Agostino Cordova, in proroga nelle sue funzioni solo grazie ad un ministro compiacente, avviata in periodo preelettorale in uno scenario che ricorda quello del 2001, quando a tre giorni dal voto fu emesso un provvedimento giurisdizionale a carico dell'ex sindaco di Napoli Riccardo Marone''. E' questa la valutazione del deputato dei Ds, Aldo Cennamo, sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto, tra gli altri, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, in relazione a presunte incompatibilita' di consulenti nominati dalla Regione. L'on. Cennamo, il segretario regionale dei Ds, Gianfranco Nappi, quello provinciale Diego Belliazzi ed altri parlamentari hanno voluto sottolineare, oggi in una conferenza stampa, la loro preoccupazione rispetto alla situazione in cui si trova la giustizia napoletana, ribadendo di non aver mai mostrato insofferenza rispetto a controlli di legalita'. Gli esponenti dei Ds hanno, inoltre, annunciato un'interrogazione; in una dichiarazione si evidenzia che le decisioni assunte dal ministro Castelli di prorogare la permanenza a Napoli del procuratore Cordova e lo stop al nuovo procuratore scelto dal Csm, hanno accentuato un quadro gia' preoccupante che mina la credibilita' dell'amministrazione della giustizia a Napoli. CSM A CASTELLI: SU NAPOLI NON SERVE NUOVA ISTRUTTORIA<br>COMMISSIONE RISPONDE A MINISTRO, CAPACITA' LEPORE GIA' IN ATTI Roma, 6 mag. - (Adnkronos) - Sia nelle motivazioni della proposta di nomina di Giovandomenico Lepore alla guida della Procura di Napoli, sia negli atti gia' trasmessi al ministro sono gia' dimostrate le capacita' organizzative del candidato alla successione di Agostino Cordova. Dunque non e' necessaria una nuova istruttoria. La commissione Incarichi Direttivi del Csm ha risposto cosi', in una lettera di tre-quattro pagine inviata a via Arenula, alle perplessita' ed alla sostanziale richiesta di un supplemento si istruttoria su Lepore manifestate dal Guardasigilli Roberto Castelli e che hanno per il momento bloccato la nomina del nuovo Procuratore di Napoli. Al Csm Castelli aveva chiesto, in particolare, di approfondire le capacita' di Lepore di relazionarsi con magistrati e personale amministrativo. Cosi' come quelle di adoperarsi per accrescere la produttivita' dell'ufficio giudiziario partenopeo. Capacita', replica la commissione di palazzo dei Marescialli, che risultano gia' dagli atti trasmessi al ministro. Inoltre, spiegano anche i consiglieri del Csm, Lepore gia' durante la sua audizione al Consiglio ha dimostrato di conoscere i problemi della Procura di Napoli. Per questo non c'e' bisogno, a giudizio del Csm, di acquisire ulteriori atti statistici. Quindi, una nuova istruttoria per loro non serve. GIUSTIZIA: CORDOVA; D'ALEMA, RISPETTARE DECISIONE CSM (ANSA) - NAPOLI, 7 MAG - ''So che c'e' una persona che a Napoli e' incompatibile. Spero che la decisione presa dall'organo di autogoverno della magistratura venga al piu' presto applicata''. Cosi' il presidente dei Ds, Massimo D'Alema, a margine della convention dell'Ulivo in corso a Napoli rispondendo alle domande dei cronisti in merito al caso Cordova. ''Non e' una decisione politica ma e' una decisione che e' stata presa da chi ha il potere e il dovere di decidere'' ha aggiunto. <br>Pratiche urgenti di Nona Commissione <strong>Rete di formazione europea</strong>
    2:37 Durata: 1 min 3 sec