19 MAG 2004

CSM - Plenum del 19 maggio 2004, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 15 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ordine del giorno speciale 2) Istituzione dell'Albo dei fornitori di beni e servizi del CSM 3) Copertura posti 4) Circolare n.

15098 del 30 novembre 1993 e succ.

mod.: tramutamenti 5) Conferimento di funzioni giudiziarie ad Uditori giudiziari 6) Pratica dr.

Puliga 7) Pratiche urgenti 8) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 19 maggio 2004, seduta antimeridiana", registrato mercoledì 19 maggio 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 15 minuti.
  • Presidente, poi Buccico e Marotta

    <em>Approvati</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.05</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong> <strong>Ordine del giorno speciale, sezioni A e B</strong>
    0:00 Durata: 2 min 59 sec
  • Presidente e poi Buccico, Marotta e il Presidente, poi Marini e il Presidente, quindi Buccico e Ventura Sarno

    <em>Rinviate</em> <br>Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Approvazione del conto finanziario relativo all'esercizio 2003</strong> <strong>Previsione della spesa per gli esercizi finanziari 2005/7. Assestamento della previsione per l'anno 2004</strong>
    0:02 Durata: 9 min 4 sec
  • Presidente e poi il dr. Luigi Salvato, Segretario del CSM, e Salmè

    <em>Approvata</em> <strong> Istituzione dell'Albo dei fornitori di beni e servizi del CSM </strong>
    0:12 Durata: 2 min 4 sec
  • Presidente e poi Arbasino e Tenaglia, relatori

    <em>Approvate alcune, altre posposte</em> <br>Pratiche di Prima Commissione <strong>Proposte di archiviazione per incompetenza del CSM</strong>
    0:14 Durata: 4 min 28 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore, poi Fici, De Nunzio, Marini, replica il relatore, quindi Stabile, Civinini, Meliadò, quindi in replica Marini e Fici

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti</strong> Dr. Principato come sostituto procuratore della Repubblica a Spoleto, con astensioni
    0:18 Durata: 25 min 14 sec
  • Tenaglia, relatore

    <em>Approvate</em> <br>Si torna alle due pratiche posposte di Prima Commissione <strong>Un difensore d'ufficio astenuto</strong>
    0:43 Durata: 2 min 37 sec
  • Fici, relatore di maggioranza sull'infermità dei familiari

    <br>Pratiche varie <strong>Circolare n. 15098 del 30 novembre 1993 e succ. mod.: tramutamenti</strong> Due proposte
    0:46 Durata: 15 min 41 sec
  • Maria Giuliana Civinini (MD), relatore di minoranza

    1:02 Durata: 7 min 22 sec
  • Tenaglia, poi Fici e Civinini in replica

    <em>Rinviata</em> Discussione
    1:09 Durata: 4 min 28 sec
  • Marotta, relatore

    <em>Approvata la reiezione</em> <strong>Istanza</strong> D.ssa Stefanelli
    1:13 Durata: 26 sec
  • Fici, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Conferimento di funzioni giudiziarie ad Uditori giudiziari</strong>
    1:14 Durata: 38 sec
  • Fici, Civinini, relatori

    <em>Prese d'atto</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 11.20</strong>, torna pubblica <strong>alle 11.22</strong> <strong>Ordinanze del Consiglio di Stato</strong>
    1:15 Durata: 38 sec
  • Presidente e poi Salvi

    <br>Pratiche di Prima Commissione <strong>Pratica dr. Puliga</strong> Incompatibilità ambientale
    1:15 Durata: 2 min 9 sec
  • Giorgio Spangher (membro laico(FI)), relatore

    <em>Respinto il rinvio</em> Discussione sull'ammissibilità della richiesta di rinvio della procedura
    1:17 Durata: 3 min 29 sec
  • Spangher, relatore

    Relazione e discussione
    1:21 Durata: 16 min
  • Giovanni Salvi (MD), Presidente della Prima Commissione

    1:37 Durata: 13 min 46 sec
  • Lo Voi, Arbasino e Berlinguer, quindi il Presidente e il relatore sugli emendamenti; Salvi interviene per una precisazione

    <em>Approvata</em>
    1:51 Durata: 18 min 58 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche urgenti di Terza Commissione <strong>Ricorso al TAR</strong> Dr. Di Maio
    2:10 Durata: 26 sec
  • Marotta, relatore

    <em>Approvata</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 12.16</strong>, torna pubblica <strong>alle 12.30</strong> <br>Pratiche urgenti di Quarta Commissione <strong>Revoca</strong> Dr. Emiliano
    2:10 Durata: 1 min 6 sec
  • Salvi, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Mancuso
    2:11 Durata: 26 sec
  • Presidente e poi Buccico

    <em>Rinviate al pomeriggio</em> <strong> Conferimento ufficio direttivo superiore </strong>
    2:11 Durata: 1 min 33 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Costituzione in giudizio</em> <br>Pratiche urgenti di Ottava Commissione <strong>Ricorso</strong> Dr. Belloni
    2:13 Durata: 35 sec
  • Meliadò, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Nona Commissione <strong>Incontro di studio</strong>
    2:13 Durata: 37 sec
  • Mammone, relatore

    <em>Approvata</em><br>La seduta termina <strong>alle 12.33</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> CSM: COMMISSIONE CANDIDA BERLINGUER A PRESIDENZA RETE UE <br>DI FEDERICO (FI) INSORGE, SCELTA POLITICA E NON TRASPARENTE (ANSA) - ROMA, 18 MAG - La sesta commissione del CSM ha deciso di indicare Luigi Berlinguer, laico dei Ds ,quale candidato italiano alla presidenza della Rete europea dei consigli superiori della magistratura, che nascera' giovedi' prossimo a Roma. Ed e' subito scoppiata la polemica. ''La scelta del prof. Berlinguer , fatta senza che vi sia stata una delibera del Plenum del CSM, ha carattere eminentemente politico e non puo' che apparire tale anche agli occhi degli altri componenti della Rete'', e' insorto il consigliere laico di Forza Italia Giuseppe Di Federico, dando notizia della delibera della Commissione. ''L'intera vita del prof. Berlinguer e' caratterizzata da impegno partitico ai massimi livelli. E' stato eletto per la prima vota parlamentare del Partito comunista nel 1963- ricorda Di Federico- Successivamente e' stato consigliere provinciale, regionale nonch‚ sindaco comunista. Di nuovo deputato per i DS a partire dal 1994 e' stato anche ministro nella coalizione di centro sinistra. Al momento della sua designazione a componente del CSM era anche componente delle direzione nazionale del suo partito. Ne' si puo' dire che la sua designazione sia fatta in ragione delle sua particolari conoscenze sulle questioni di cui si dovr… occupare la rete dei Consigli. Certo e' stato anche professore universitario, ma come tale non si Š mai occupato di assetti giudiziari''. Di Federico non ha dubbi: l'unica ragione della scelta di Berlinguer ''e' e rimane quindi di natura politica''. Una designazione che oltretutto ''e' avvenuta in maniera non trasparente'', visto che non c'e' stata ''la possibilit… di discuterne apertamente nel Plenum del CSM''. Se ci fosse stata questa opportunita' Di Federico fa sapere che avrebbe proposto l'indicazione di un magistrato ''perche' ritengo - spiega- che chi di professione ha a lungo esercitato funzioni giudiziarie sia piu' adatto di un politico a rappresentare al massimo livello una rete europea di consigli giudiziari''. <br> Roma, 19 mag. - (Adnkronos) - ''La candidatura del professor Berlinguer alla Presidenza della Rete Europea dei Consigli Superiori della Magistratura e' istituzionale e condivisa, ed e' stata assunta, al di fuori di ogni logica di appartenenza politica, con il voto favorevole del professor Spangher''. Lo affermano, in una nota congiunta, quattro dei cinque consiglieri laici della Cdl al Csm, Emilio Nicola Buccico, Antonio Marotta, Mariella Ventura Sarno e Giorgio Spangher. INCHIESTA FALLIMENTI: PULIGA TRASFERITO D'UFFICIO DAL CSM (ANSA) - ROMA, 19 MAG - Non puo' piu' fare il giudice fallimentare e non puo' piu' lavorare a Firenze o in sedi vicine Sebastiano Puliga , il magistrato indagato dalla procura di Genova per falso, corruzione e concorso in peculato altrui, nell'ambito di un'inchiesta su alcuni fallimenti che coinvolge altre 18 persone tra commercianti, ragionieri e architetti. Lo ha deciso all'unanimita' il plenum del Csm che ha disposto il trasferimento d'ufficio di Puliga per incompatibilita' ambientale e funzionale. Il Csm aveva aperto un fascicolo sul magistrato alla fine del 2002, dopo che la procura di Genova aveva informato Palazzo dei marescialli dell'indagine penale avviata nei confronti di Puliga per reati commessi nell'esercizio delle sue funzioni di giudice della sezione fallimentare di Firenze. E un anno dopo, all'esito di un'attivita' istruttoria, gli aveva contestato di aver ''approfittando del suo ruolo pubblico, imbastito fitte trame affaristiche con i professionisti interessati ad ottenere le nomine a curatore fallimentare e comunque interessati alle procedure fallimentari'' e di aver cosi' ''compromesso l'indipendenza e il prestigio dell'ordine giudiziario''. In particolare Palazzo dei marescialli aveva rimproverato al giudice di Firenze di aver conferito ''numerosissimi incarichi a una ristretta cerchia di consulenti'' e in particolare a persone ''facenti parte della sua intima sfera amicale, familiare e affettiva, direttamente o indirettamente'', tra cui anche la sua compagna. Fatti questi ultimi che ''risultano provati'', scrive il Csm nella delibera approvata oggi, e che hanno di per se' ''appannato e compromesso'' l'immagine di imparzialita' del magistrato, ''al di la' della prova dell'effettiva esistenza di una sua partecipazione ai guadagni dei consulenti''. Nel decidere il trasferimento di Puliga il Csm ha anche tenuto conto del ''grande clamore'' che le vicende che lo riguardano hanno avuto sulla stampa. <br>(AGI) - Roma, 19 mag - Il giudice della sezione fallimentare del tribunale di Firenze, Sebastiano Puliga e' stato trasferito d'ufficio, dal plenum del CSM con decisione presa all'unanimita'. Al magistrato viene contestato di aver compromesso il prestigio delle sue funzioni per una serie di comportamenti con i quali, approfittando del suo ruolo, assegnava numerosissimi incarichi ad una stretta cerchia di consulenti, in maniera assolutamente squilibrata rispetto agli incarichi conferiti ad altri periti. E soprattutto a favore di persone cui era legato da rapporti affettivi. Fra queste, la sua compagna. La procedura a carico di Puliga e' stata aperta dopo che, nel 2002, il procuratore della Repubblica di Genova aveva comunicato l'esistenza di indagini preliminari a carico del giudice per i reati di concussione e corruzione in atti di ufficio. (AGI) <strong>Altro incontro di studio</strong>
    2:14 Durata: 1 min 1 sec