16 GIU 2004

CSM - Plenum del 16 giugno 2004, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 49 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ordine del giorno Speciale 2) Pratiche di Prima Commissione 3) Pratiche di Quarta Commissione 4) Convocazione della 3a riunione del Consiglio Consultivo dei Giudici Europei (CC-JE) 5) Un quesito 6) Pratiche accantonate 7) Pratica ex art.

2 8) Pratiche di Ottava Commissione 9) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 16 giugno 2004, seduta antimeridiana", registrato mercoledì 16 giugno 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora e 49 minuti.
  • Presidente e poi Marotta, Di Federico e Buccico

    <em>Approvati</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.00</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong> <strong>Ordine del giorno Speciale, sezioni A e B</strong>
    0:00 Durata: 3 min 15 sec
  • Presidente e poi Salvi, relatore

    <em>Archiviata</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche di Prima Commissione <strong>Incompatibilità</strong> D.ssa Fliri
    0:03 Durata: 1 min 5 sec
  • Salvi, relatore

    <em>Archiviata</em> Dr. De Angelis
    0:04 Durata: 57 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Quarta Commissione <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Bruschi
    0:05 Durata: 56 sec
  • Giovanni Mammone (MI), relatore, poi Di Federico

    <em>Approvata</em> D.ssa Pintus
    0:06 Durata: 1 min 19 sec
  • Marotta, Mammone, Ventura Sarno e Riello, relatori: interviene Stabile sulla prima che viene accantonata

    <em>Approvate le altre</em> <strong>Idoneità alla nomina a Magistrato di Cassazione</strong>
    0:07 Durata: 3 min 16 sec
  • Marotta relaziona sulla pratica accantonata, dr. Salazar

    <em>Posposta</em>
    0:10 Durata: 3 min 22 sec
  • Marotta, Menditto, Ventura Sarno e Riello, relatori

    <em>Approvate</em><br>La seduta, segretata <strong>alle 10.15</strong>, torna pubblica<strong>10.18</strong> <strong>Cessazioni</strong>
    0:14 Durata: 1 min 19 sec
  • Mammone, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Ricorso</strong> Dr. Lombardo
    0:15 Durata: 52 sec
  • Marotta,, relatore: sulla prima pratica interviene Buccico sulla produttività dei Magistrati, cui risponde Marotta, quindi Salmè, Marotta e Primicerio

    <em>Approvata</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Tanferna
    0:16 Durata: 5 min 20 sec
  • Marotta, relatore, poi Buccico, quindi Ventura Sarno, Mammone, Salvi e Riello, relatori, poi Lo Voi sulla pratica Bisceglie che viene rinviata

    <em>Approvate</em> Altri incarichi extragiudiziari
    0:21 Durata: 5 min 33 sec
  • Lo Voi, relatore, poi Di Federico, Buccico, risponde Lo Voi, poi il Presidente, Salmè e Aghina

    <br>Pratiche di Sesta Commissione <strong>Convocazione della 3a riunione del Consiglio Consultivo dei Giudici Europei (CC-JE)</strong>
    0:27 Durata: 14 min 46 sec
  • Berlinguer, Spangher, poi, in replica, Buccico e Lo Voi, relatore; Berlinguer propone un emendamento, Ventura Sarno si oppone; il Presidente tira le fila della discussione, Buccico chiede un rinvio al mattino, il Presidente conclude

    Seguito della discussione
    0:42 Durata: 19 min 27 sec
  • Berlinguer, Lo Voi, Presidente, Buccico e ancora il Presidente: Buccico protesta vivacemente, il Presidente media, Berlinguer si spiega, Buccico non fà proprio l'emendamento ritirato da Berlinguer

    <em>Rinviata</em> Seguito della discussione sull'inserimento di altri Magistrati
    1:01 Durata: 8 min 23 sec
  • Giuseppe Salmè (MD), relatore

    <strong>Un quesito su richieste illegittime fatte da avvocati e il tipo di risposta da dare</strong> Dr. La Marca, GIP a Taranto<br>Relazione
    1:09 Durata: 8 min 26 sec
  • Marini, cui replica il relatore

    <em>Approvata</em> Discussione
    1:18 Durata: 3 min 34 sec
  • Wladimiro De Nunzio (Unicost), relatore con Lo Voi e Berlinguer, poi Di Federico, Berlinguer risponde

    <em>Approvata</em> <strong>Invito fatto dalla Rete dei Consigli Europei in Centro America</strong> Relazione
    1:21 Durata: 3 min 21 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <br>Si ritorna alla pratiche di Quarta Commissione accantonate <strong>Idoneità alla nomina a Magistrato di Cassazione</strong> Dr. Salazar
    1:25 Durata: 58 sec
  • Giovanni Salvi (MD), relatore, interrotto brevemente dal Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Dr. Bisceglia
    1:26 Durata: 3 min 35 sec
  • Presidente sull'appuntamento con il dr. Purpura delle 11, Salvi interviene spiegando la situazione e sul rinvio

    <em>Rinviata al 7 luglio</em> <strong>Pratica ex art. 2</strong> Dr. Purpura
    1:29 Durata: 1 min 46 sec
  • Ernesto Aghina (Movimento per la giustizia), Presidente dell'Ottava Commissione, relatore

    <em>Approvate in blocco</em> meno 8 pratiche da approvare in blocco, ma dopo illustrazione del relatore <br>Pratiche di Ottava Commissione
    1:31 Durata: 1 min 12 sec
  • Luigi Marini (MD), relatore, sull'emendamento integrativo alla pratica n. 17, poi relaziona

    <strong>Discussione delle 8 pratiche residue, da n. 16 a n. 23: nomine dei viceprocuratori onorari in Toscana</strong> Relazione
    1:32 Durata: 12 min 2 sec
  • Presidente e poi Aghina, Fici

    <em>Approvate</em> Discussione
    1:44 Durata: 3 min 32 sec
  • Presidente e poi Marini, relatore

    <em>Ritorno in Commissione</em><br>La seduta termina <strong>alle 11.52</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: ORDINAMENTO GIUDIZIARIO, CSM DARA' NUOVO PARERE <br>SE NE OCCUPERA' CON MASSIMA URGENZA LA COMMISSIONE RIFORMA (ANSA) - ROMA, 15 GIU - Il Csm tornera' a far sentire la sua voce sulla riforma dell'ordinamento giudiziario, in questi giorni all'esame dell'aula della Camera. La Commissione Riforma di Palazzo dei marescialli e' stata autorizzata oggi dal Comitato di presidenza a preparare un nuovo parere sulla riforma, ormai molto diversa dal testo originario e dalle modifiche apportate al Senato con il maxiemendamento su cui il Consiglio si era gia' espresso in passato con due risoluzioni. Stesura e discussione del nuovo documento dovrebbero avvenire in tempi molto stretti, visto che la riforma potrebbe avere presto il via libera della Camera. ''Procederemo con la massima urgenza'' assicura il consigliere Giuseppe Salme' (Magistratura democratica), promotore dell'iniziativa e che e' uno dei quattro relatori nominati oggi dalla Commissione Riforma. L'iniziativa si muove ''in spirito di leale collaborazione con il ministro della Giustizia'', spiega Salme', che ricorda che Castelli chiese gia' un parere al Csm sul testo originario della riforma e poi sollecito' una nuova presa di posizione dopo che il testo fu modificato profondamente al Senato. ''Proprio considerato tutto questo ci e' sembrato non condivisibile far mancare ora che il testo e' di nuovo cambiato l'apporto valutativo del Consiglio, che e' gia' stato ritenuto utile dal ministro''. Ma se ufficialmente il documento sara' indirizzato al Guardasigilli, e' anche alle Camere che il Csm intende far arrivare il proprio punto di vista: ''Vogliamo far pervenire al Parlamento, tramite il ministro, la voce tecnica del Consiglio'', riconosce Salme'. Perche' il suo lavoro non sia inutile, il plenum del Csm o almeno la Commissione, dovrebbero varare il documento prima che la Camera licenzi la riforma. Una corsa contro il tempo, considerato anche che la prossima settimana e' quella in cui il Consiglio sospende la sua attivita'. Proprio per accelerare al massimo, il parere e' stato affidato a quattro relatori: oltre a Salme' se ne occuperanno gli altri tre componenti togata della Commissione (Valdimiro De Nunzio, Giuseppe Fici e Francesco Lo Voi). GIUSTIZIA: PEPE RIBADISCE, OBBLIGO DI RESIDENZA PER GIUDICI <br>DIFENDERE LORO INCOMPATIBILITA' CON ALTRI INCARICHI (ANSA) - ROMA, 14 GIU - Obbligo per i magistrati di risiedere nel luogo in cui svolgono il loro ruolo e di comunicare al capo del loro Ufficio come e dove essere reperiti in caso di assenza: il deputato di Forza Italia Mario Pepe difende e conferma oggi in Aula gli emendamenti che presento' alla riforma dell' ordinamento giudiziario prima che il Parlamento chiudesse i battenti per la pausa elettorale e che tante proteste suscitarono tra le toghe di tutta Italia. Nella discussione generale, che e' cominciata oggi in Aula alla Camera, Pepe spiega che questi emendamenti ''sono a favore dei magistrati che fanno con coscienza il loro dovere'', a fronte di una magistratura che, invece ''e' un ordine che sfugge a qualsiasi controllo, anche del Csm''. Pepe, infine, invita l'Aula a difendere l'incompatibilita' totale per i magistrati con qualsiasi incarico extragiudiziario: un'altra modifica da lui proposta con un emendamento alla riforma dell'ordinamento giudiziario. ''Ci sono manovre - dice - per farla saltare, ma L'Aula deve respingerle. I magistrati che lavorano seriamente ogni giorno anche in frontiera sono d'accordo con questa incompatibilita' che e' invece osteggiata da quei giudici che all'esercizio della funzione giudicante preferiscono l'attivita' di consulenti della Corte costituzionale o dei ministri''. GIUSTIZIA: DS A CASTELLI, SETTORE CIVILE RISCHIA PARALISI CSM MODIFICHI CIRCOLARE SU PARITA' PIANTE ORGANICHE CON PENALE (ANSA) - ANCONA, 15 GIU - In Italia ci sono tribunali, come quello di Macerata, dove il carico di lavoro del settore penale generalmente non e' gravoso, mentre i giudici del civile sono oberati di qualcosa come 2.000 fascicoli a testa. Ciononostante non e' possibile redistribuire le forze, perche' una circolare del Csm impone piante organiche rigide, con un numero di magistrati ugualmente ripartito fra le sezioni civile e penale: 12 e 12 nel caso di Macerata. Un' interrogazione parlamentare dei Ds, primo firmatario Luciano Violante, chiede al ministro Castelli di intervenire sul problema per scongiurare la paralisi della giustizia civile. Secondo i deputati della Quercia, che citano Macerata per il suo ''triste primato'' negativo, Castelli dovrebbe sottoporre al Consiglio superiore della magistratura una proposta di deroga alla circolare (la n. 24710 del 2001) che consenta di modificare parzialmente, quando e dove necessario, i criteri organizzativi per la formazione delle sezioni civili e penali dei tribunali ordinari. Pratica n. 25 <strong>Risposta a un quesito sull'art. 30 bis del Codice di Procedura Civile</strong> Giudice di pace di Napoli
    1:48 Durata: 1 min 33 sec