30 GIU 2004

CSM - Plenum del 30 giugno 2004, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 59 min 6 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Ordine del giorno Speciale 2) Pratiche del Comitato di Presidenza 3) Pratiche di Ottava Commissione 4) Nota del P.G.

di Genova, dr Porcelli 5) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 30 giugno 2004, seduta antimeridiana", registrato mercoledì 30 giugno 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 59 minuti.
  • Presidente e poi Mammone, Di Federico e Buccico

    <em>Approvati</em> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.00</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong> <strong>Ordine del giorno Speciale, sezioni A e B</strong>
    0:00 Durata: 6 min 14 sec
  • Presidente sull'errata corrige nell'intestazione, poi Mammone per un'integrazione

    <em>Rinviata al prossimo Plenum</em> <br>Pratiche del Comitato di Presidenza <strong>Proroga dell'incarico già affidato con delibera consiliare 3 dicembre 2003 ai componenti del gruppo di studio referente iscritto presso la Quarta Commissione per l'individuazione della tipologia dei provvedimenti da acquisire a campione significativi per le diverse funzioni giudiziarie espletate dai Magistrati</strong>
    0:06 Durata: 2 min 27 sec
  • Presidente e poi Buccico, il Segretario dr. Salvato, ancora Buccico e Di Federico: risponde ancora Salvato, intervengono Salvi, Mammone e Ventura Sarno; il Presidente conclude il dibattito

    <em>Approvata</em> <strong>Assestamento del bilancio per l'esercizio finanziario 2004</strong> Il problema del parcheggio
    0:08 Durata: 12 min 49 sec
  • Presidente e poi Buccico

    <em>Rinviata</em> <strong>Previsione della spesa per l'esercizio finanziario 2005/2007</strong>
    0:21 Durata: 1 min
  • Presidente e poi Spangher

    <em>Accantonata</em> <strong>Adesione alla convenzione CONSIP per il noleggio a lungo termine di autoveicoli senza conducente per le pubbliche amministrazioni e per gli Enti</strong>
    0:22 Durata: 54 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Proroga dell'incarico quale componente del Comitato Scientifico </strong> D.ssa Caputo
    0:23 Durata: 41 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Buoni pasto</strong>
    0:24 Durata: 25 sec
  • Presidente e poi Buccico

    <em>Rinviata</em> <strong>Corresponsione al personale di un'indennità</strong>
    0:24 Durata: 14 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em> <strong>Adesione alla convenzione CONSIP Telecom per i servizi di connettività IP ed Arcipelago</strong>
    0:24 Durata: 16 sec
  • Presidente e poi Salvi

    <em>Accantonata</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche di Prima Commissione <strong>Nota del P.G. di Genova: conflitto</strong>
    0:25 Durata: 1 min 39 sec
  • Aghina, relatore, interrotto brevemente da Buccico

    <br>Pratiche di Ottava Commissione <strong>Formazione e aggiornamento professionale della Magistratura onoraria nelle sue diverse funzioni</strong>
    0:26 Durata: 8 min 44 sec
  • Presidente

    <em>Approvata</em>
    0:35 Durata: 18 sec
  • De Nunzio per un rinvio in Commissione della pratica n. 5

    0:35 Durata: 31 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Revoca</em> <strong>Tirocinio incompleto</strong> Dr. Montagna
    0:36 Durata: 32 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Tirocinio per i giudici di pace in Val d'Aosta</strong>
    0:36 Durata: 1 min 7 sec
  • Marotta, relatore, quindi Aghina, Salvato, Marini, poi il Presidente sulla richiesta di rinvio ad un prossimo Plenum, quindi Tenaglia e il Presidente

    <em>Rinviata</em><br>La seduta, sospesa <strong>alle 10.49</strong>, riprende <strong>alle 11.00</strong> <br>Si torna alla pratica accantonata ad inizio seduta <strong>Adesione alla convenzione CONSIP per il noleggio a lungo termine di autoveicoli senza conducente per le pubbliche amministrazioni e per gli Enti</strong>
    0:37 Durata: 12 min 4 sec
  • Presidente e Salvi, quindi, dopo una ricerca del numero legale, Berlinguer, relatore, sulla richiesta di rinvio e poi il difensore del dr. Porcelli, dr. Esposito; infine Salvi

    <em>Rinviata di 15 giorni</em><br>La seduta termina <strong>alle 11.09</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA/ MAXI EMENDAMENTO RIFORMA TRASMESSO A CSM <br>Perché esprima un parere Roma, 29 giu. (Apcom) - Il maxi emendamento alla riforma dell'ordinamento giudiziario presentato oggi a Montecitorio, sul quale il governo ha posto la questione di fiducia è stato trasmesso al Csm perché possa valutarne i contenuti.<br>(AGI) - Roma, 30 giu. - E' arrivata a palazzo dei Marescialli la preannunciata richiesta di un parere sul maxi emendamento che riguarda la riforma dell'ordinamento giudiziario, per cui e' appena passato il voto di fiducia alla Camera. La richiesta avanzata dal guardasigilli era stata preannunciata gia' ieri dallo stesso ministro della giustizia, Roberto Castelli. E' presumibile che gia' da domani pomeriggio la sesta commissione del Consiglio superiore della magistratura, preposta proprio alla valutazione dei disegni di legge ed alla conseguente espressione di un parere, valuti il documento di cinquanta pagine che ha ottenuto il voto favorevole, stamane a Montecitorio, di 331 deputati. Ed e' possibile che gia' lunedi' la commissione abbia terminato la sua valutazione e possa dunque esprimere le sue considerazioni sul testo. GIUSTIZIA:MAXIEMENDAMENTO CANCELLA GIUDICI SOPRANNUMERO<br> LE MODIFICHE ALLA RIFORMA DELL'ORDINAMENTO; PENSIONE A 75 ANNI (ANSA) - ROMA, 29 GIU - Dal testo della riforma dell'ordinamento giudiziario e' stato cancellato il cosiddetto ''soprannumero'': si tratta della modifica piu' rilevante contenuta nel maxiemendamento sul quale il governo ha chiesto la fiducia alla Camera. In sostanza viene abolito il meccanismo in base al quale il magistrato poteva risultare in ''soprannumero'' rispetto alla pianta organica in caso di cambiamenti di funzione o di rientro nel posto gia' occupato dopo un incarico direttivo o fuori ruolo. In questo modo - fanno notare esponenti della maggioranza - sono stati eliminati tutti i problemi di copertura finanziaria. Anzi, secondo alcuni, dopo questa modifica la copertura indicata sarebbe maggiore della spesa prevista. PROCURATORE DELLA REPUBBLICA - Per quanto riguarda il procuratore della Repubblica si e' precisato che e' titolare esclusivo dell'azione penale ''in quanto preposto all''ufficio del Pm''. Un chiarimento che risponde anche ad una sentenza della Corte Costituzionale del '93. AVOCAZIONE - Sono stati cancellati anche i tre casi di avocazione per la procura generale e questa modifica, fanno notare dalla maggioranza, ha il significato di un ''allentamento della gerarchizzazione''. I casi riguardavano la violazione dei termini di durata delle indagini preliminari e di accertata, grave e reiterata violazione di disposizioni processuali, nonche' di norme, procedure e provvedimenti in tema di coordinamento tra procure in caso di indagini collegate o di particolare complessita' che interessino piu' circondari di tribunale. TIROCINIO - Un'altra modifica riguarda l'articolazione del tirocinio della scuola superiore della magistratura: durera' sempre 24 mesi dei quali almeno nove in un collegio giudicante e nove in un ufficio corrispondente a quello di prima destinazione''. CONSIGLI GIUDIZIARI - La norma e' stata corretta precisando che nei Consigli Giudiziari con meno di 350 magistrati (in cui, con la legge in vigore, togati e ''laici'' erano pari), la maggioranza spetta ai togati. Inoltre i consigli non approveranno piu' le tabelle dell'organizzazione degli uffici, prerogativa che spetta al Csm, ma potranno esprimere un parere. DISCIPLINA - Il maxiemendamento chiarisce esplicitamente che la procedura di trasferimento d'ufficio per fatti addebitabili al magistrato puo' avvenire solamente all'interno di un procedimento disciplinare. IN PENSIONE A 75 ANNI - I magistrati in servizio al momento dell'entrata in vigore della riforma andranno in pensione a 75 anni (il testo prima del maxiemendamento prevedeva il limite a 72 anni).<br>(AGI) - Roma, 29 giu. - Anche la possibilita' di avocazione delle inchieste da parte della procura generale rientra tra le modifiche proposte dal maxi emendamento al testo di riforma dell'ordinamento giudiziario su cui il governo ha chiesto oggi di porre la fiducia. Nelle procure il procuratore generale e' titolare unico del potere organizzativo. A lui spetta il compito di delegare o di revocare la delega ai suoi sostituti per le inchieste. A lui anche il compito di mantenere rapporti con la stampa, improntati a regole di correttezza, con informazioni del tutto impersonali sul lavoro dell'ufficio. Cinquanta pagine fitte che comprendono tutti gli articoli in cui si snoda il testo del disegno di legge delega. Tra i cambiamenti si registra anche la cancellazione del cosiddetto soprannumero. I magistrati che chiedono di rientrare in ruolo o che chiedono di cambiare funzione possono tornare nella sede di provenienza soltanto se vi e' un posto vacante, senza poter piu' risultare in "sovrannumero" rispetto all'organico previsto. I magistrati della Direzione nazionale antimafia, questa un'altra delle modifiche introdotte dal maxi emendamento, vengono considerati come magistrati d'appello e non come magistrati di legittimita'. Quanto ai consigli giudiziari, quelli che hanno meno di 350 magistrati e per i quali finora vi era un numero pari di toghe e laici avranno una maggioranza di togati. Ai consigli non spettera' piu' approvare le tabelle sulla organizzazione degli uffici, ma potranno esprimere un parere sulle decisioni del Csm. Quanto agli illeciti disciplinari, diventa obbligatoria sempre l'azione disciplinare avviata dal procuratore generale della Cassazione. <br>Pratiche di Prima Commissione <strong>Nota del P.G. di Genova, dr Porcelli, con cui si segnala una situazione di conflittualità tra il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Genova e il personale</strong>
    0:49 Durata: 9 min 11 sec