02 DIC 2004

CSM - Plenum del 2 dicembre 2004

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 35 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

All'ordine del giorno: 1) Pratiche urgenti 2) Discussione sulle sedute successive del Plenum 3) Pratiche di Sesta Commissione 4) Pratiche di Settima Commissione 5) Pratiche di Ottava Commissione 6) Pratiche di Terza Commissione 7) Pratiche di Sesta Commissione 8) Pratiche di Ottava Commissione 9) Pratiche di Nona Commissione 10) Pratiche urgenti 11) Collocamento fuori ruolo: conferma di destinazione a funzioni non giudiziarie 12) Il CSM nelle agenzie di stampa.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 2 dicembre 2004", registrato giovedì 2 dicembre 2004 alle 00:00.

La registrazione audio ha
una durata di 2 ore.

leggi tutto

riduci

  • Presidente sulle pratiche del giorno prima, poi Marotta, relatore

    La seduta, segretata alle <strong>10.10</strong>, torna pubblica alle <strong>10.16</strong> <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.09</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong><br>Pratiche urgenti del giorno prima
    0:00 Durata: 1 min 27 sec
  • Presidente sul numero legale

    <em>Approvata</em> Pratiche urgenti di Quarta Commissione del giorno prima<br>D.ssa Minutolo
    0:02 Durata: 1 min 20 sec
  • Presidente e poi Marotta, relatore, poi Buccico: Marotta dà spiegazioni, il Presidente commenta l'assenza del Consigliere Stabile, quindi Salvi, Marotta e Tenaglia sulla sospensione della seduta

    La seduta, sospesa alle <strong>10.24</strong>, è ripresa alle <strong>10.58</strong> Altra pratica urgente <strong>Trasferimenti fuori ruolo</strong> Dr. Salazar
    0:03 Durata: 5 min 33 sec
  • Presidente e poi Stabile che si scusa, poi il relatore Marotta, Berlinguer, Marotta, Buccico e Fici; il Presidente legge l'emendamento del relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Incarichi extragiudiziari</strong> Un Magistrato presso il Commissario Europeo Frattini
    0:09 Durata: 11 min 56 sec
  • Presidente su un 45 pervenuto sulla richiesta di un Plenum straordinario sul disegno di legge sull'ordinamento giudiziario, firmato dai togati

    <em>Non ammissibile come 45</em>
    0:21 Durata: 1 min 14 sec
  • Marotta e il Presidente sul 45 non ammesso e sull'ordine dei lavori, su cui intervengono Marini, Fici, Lo Voi, Ventura Sarno, Marotta, Tenaglia, Meliadò, Salmè, Berlinguer, poi il Presidente

    Presidenza del Consigliere <strong>Nicola Buccico</strong> Discussione sulle sedute successive del Plenum
    0:22 Durata: 17 min 12 sec
  • Presidente e Primicerio sulla variazione del calendario

    0:39 Durata: 1 min 14 sec
  • Presidente e poi Marini, relatore

    <em>Approvata</em> Ordine del giorno ordinario Pratiche di Sesta Commissione <strong>Un quesito sulla competenza al rilascio di permessi di coloquio durante le indagini preliminari</strong> Dr. Fruganti
    0:41 Durata: 39 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Settima Commissione <strong>Formazione delle tabelle di organizzazione, per il biennio 2004-2005, del Tribunale per i minorenni di Genova</strong>
    0:41 Durata: 1 min
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Applicazione extradistrettuale</strong> D.ssa Ciancio
    0:42 Durata: 38 sec
  • Di Federico, relatore, poi Marini, Tenaglia e Menditto: il relatore replica, intervengono poi Lo Voi e Arbasino

    Voto sul ritorno in Commissione: <em>approvato</em> <strong>Un quesito sull'art. 48 quinquies dell'OG</strong>
    0:43 Durata: 14 min 15 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Formazione delle tabelle di organizzazione, per il biennio 2002-2003, del Tribunale di Como</strong>
    0:57 Durata: 52 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Un quesito</strong> D.ssa Tanga
    0:58 Durata: 48 sec
  • Arbasino, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Concorso interno al Tribunale di Milano</strong> Dr. Consolandi e dr. D'Arcangelo
    0:59 Durata: 1 min 33 sec
  • Arbasino, relatore, poi Marotta e di nuovo il relatore sul dr. Di Salvo

    <em>Approvata</em> <strong>Designazione dei referenti informatici del distretto di Napoli per il biennio 2004/05</strong>
    1:00 Durata: 3 min 10 sec
  • Giuseppe Meliadò (Unicost), relatore

    <em>Rinviata la prima pratica, approvata la seconda</em> Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong> <strong>Applicazioni extradistrettuali</strong> D.ssa Criscuolo; d.ssa Lancieri
    1:04 Durata: 1 min 44 sec
  • Tenaglia, relatore

    <em>Approvate tutte</em> <strong>Altre modifiche tabellari</strong>
    1:05 Durata: 42 sec
  • Tenaglia, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Applicazione extradistrettuale</strong> D.ssa Landi
    1:06 Durata: 32 sec
  • Primicerio, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Designazione a far parte della DDA di Palermo</strong>
    1:07 Durata: 1 min 45 sec
  • Mariella Ventura Sarno (membro laico(Lega)), Presidente dell'Ottava Commissione

    <em>Approvate in blocco eccetto una</em> <br>Pratiche di Ottava Commissione
    1:08 Durata: 1 min 2 sec
  • Presidente e poi Lo Voi, relatore, quindi Fici

    <em>Ritorno in Commissione</em> <strong>Nomina e conferma dei componenti privati del Tribunale per i minorenni di Salerno</strong>
    1:09 Durata: 52 sec
  • Tenaglia, relatore, poi Fici, dialogando col relatore che conclude

    <em>Approvata la prima, rinviata la seconda</em> Ordine del giorno aggiunto Pratiche di Terza Commissione <strong>Conferma di destinazione a funzioni non giudiziarie</strong> Dr. Tatozzi; <strong>Riesame del punteggio</strong> Dr. Di Paola
    1:10 Durata: 5 min 55 sec
  • De Nunzio, relatore, poi Civinini, il Presidente e Buccico per una modifica del programma, dialogando col relatore: interviene Stabile e ancora il relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Sesta Commissione <strong>Programma dell'UE in materia di parotà: "Partecipazione equilibrata delle donne e degli uomini al processo decisionale"</strong>
    1:16 Durata: 10 min 10 sec
  • Presidente e poi Aghina, relatore, poi Buccico, Lo Voi

    <em>Approvate in blocco meno una di contenzioso nei confronti del CSM, approvata a parte</em> <br>Pratiche di Ottava Commissione
    1:26 Durata: 2 min 58 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche di Nona Commissione Settore internazionale <strong>Incontro di studio</strong>
    1:29 Durata: 49 sec
  • Meliadò, relatore

    <em>Approvata</em> <strong>Proposte di formazione nell'ambito del programma AGIS per il 2005</strong>
    1:30 Durata: 1 min 21 sec
  • Aghina, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche ex art. 45 <strong>Una nota ai formatori di Reggio Calabria</strong>
    1:31 Durata: 44 sec
  • Stabile, relatore

    <em>Approvata</em> <br>Pratiche urgenti di Nona Commissione <strong>Incontro di studio</strong>
    1:32 Durata: 44 sec
  • Tenaglia, relatore

    <br>Pratica di Terza Commissione precedentemente accantonata <strong>Collocamento fuori ruolo: conferma di destinazione a funzioni non giudiziarie</strong> Dr. Tatozzi<br>Relazione
    1:33 Durata: 5 min 2 sec
  • Salvi, Fici, Stabile, Lo Voi e Salmè; poi il relatore replica

    <em>Rinviata a un Plenum successivo</em> Discussione
    1:38 Durata: 21 min 22 sec
  • Presidente e poi Lo Voi

    Voto su una seduta pomeridiana per il giovedì 16 dicembre 2005 e di non effettuazione della seduta del 9 dicembre 2005: <em>approvata</em><br>La seduta termina <strong>alle 12.49</strong> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> GIUSTIZIA: CSM, TOGATI CHIEDONO PLENUM STRAORDINARIO SU RIFORMA (AGI) - Roma, 2 dic. - Un plenum straordinario sugli aspetti della riforma dell'ordinamento giudiziario che riguardano funzioni e competenze del Csm. E' quanto chiedono tutti e 16 i componenti togati di Palazzo dei Marescialli. La richiesta di trattare con urgenza la questione, secondo quanto previsto dall'articolo 45 del regolamento, e' arrivata stamane al vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Virginio Rognoni, dopo che nell'aula Bachelet erano ripresi i lavori dell'assemblea, a seguito di una breve interruzione. La richiesta, dichiarata inammissibile oggi perche' presentata a plenum gia' iniziato, sara' riproposta dai consiglieri togati all'inizio della prossima riunione plenaria del Consiglio che si potrebbe tenere gia' giovedi' 9 dicembre. "Rilevato che ieri e' stato approvato il disegno di legge sull'ordinamento giudiziario; ritenuto che appare necessario approfondire con urgenza le problematiche inerenti le ricadute, anche immediate, sul ruolo, funzioni, le competenze e l'organizzazione" dell'organo di autogoverno della magistratura, i togati chiedono un plenum straordinario con all'ordine del giorno le questioni indicate. Il consigliere laico della CdL , Marotta, ha presentato qualche 'rimostranza' sull'iniziativa 'tardiva' dei togati.<br> (ANSA) - ROMA, 2 DIC - La convocazione di un plenum straordinario del Csm sulla riforma dell'ordinamento giudiziario. E' quanto hanno chiesto tutti i 16 consiglieri togati del Csm con un documento presentato oggi in plenum. La discussione avverra' presumibilmente il 16 dicembre prossimo. ''Visto che e' stato approvato il ddl sull'ordinamento giudiziario e ritenuto che appare necessario approfondire con urgenza le problematiche inerenti le ricadute anche immediate sul ruolo, le funzioni, le competenze e l' organizzazione dell'organo di autogoverno - hanno scritto nel documento presentato i togati - si propone la convocazione di un plenum straordinario per discutere le questioni in oggetto . I togati avevano sollecitato la trattazione con procedura d' urgenza. Ma non avendo presentato la richiesta in apertura di seduta, cosi' come prevede il regolamento del Csm, il vice presidente del Csm Virginio Rognoni l'ha ritenuta tardiva. Il risultato e' che sara' riproposta al prossimo plenum, che e' quello del 15 dicembre prossimo. La prossima settimana infatti non ci saranno sedute plenarie: ce n' era in calendario una il 9 dicembre, ma e' stata sconvocata per l'impossibilita' di partecipare di diversi consiglieri. La discussione sulla riforma potrebbe avvenire il 15 stesso, ma basterebbe la richiesta di un solo consigliere per far slittare il dibattito al giorno dopo. Proprio tenendo conto di tutte queste circostanze la data piu' probabile sembra allo stato quella del 16 dicembre, appena in tempo prima che il Csm chiuda i battenti per le festivita' natalizie.<br> Roma, 2 dic. (Adnkronos) - Un plenum straordinario del Csm per ''approfondire con urgenza'' le ''ricadute'' della riforma dell'ordinamento giudiziario su ''ruolo, funzioni, competenze e organizzazione'' dell'organo di autogoverno della magistratura. A chiederlo sono tutti i 16 consiglieri togati di Palazzo dei Marescialli che stamattina, durante l'assemblea plenaria, hanno presentato al vicepresidente Virginio Rognoni il documento con cui sollecitano la trattazione urgente della questione. Richiesta che però, al momento, è stata dichiarata 'inammissibile' perchè presentata a lavori del plenum già iniziati. Se ne riparlerà tra due settimane, quando l'assemblea di Palazzo dei Marescialli tornerà a riunirsi dopo la pausa per la festività dell'8 dicembre: la seduta di giovedì 9 è stata infatti sconvocata per impegni di alcuni consiglieri, la prima riunione utile è quindi quella del 15 dicembre. In quell'occasione, i togati ripresenteranno la richiesta. Se qualche consigliere chiederà il rinvio, la discussione slitterà ancora, al giorno successivo, il 16 dicembre. ''Rilevato -premettono i 16 consiglieri togati- che ieri e' stato approvato il disegno di legge sull'ordinamento giudiziario; ritenuto che appare necessario approfondire con urgenza le problematiche inerenti le ricadute, anche immediate, sul ruolo, le funzioni, le competenze e l'organizzazione dell'organo di autogoverno della magistratura'', si chiede la convocazione di un plenum straordinario con all'ordine del giorno le questioni indicate. GIUSTIZIA: RIFORMA; LAICI CDL, IMPEDIREMO INTERFERENZA CSM<br>MAROTTA - DA TOGATI INIZIATIVA POLITICA, CIAMPI DEVE ANCORA VALUTARE<br>BUCCICO, GALATEO ISTITUZIONALE IMPONE DI ASTENERCI PER RISPETTO CIAMPI<br>SPANGHER, VOGLIONO FORZARE MANO A CIAMPI MA TUTTO DIPENDERA' DA TEMPI Roma, 2 dic. (Adnkronos) - Una iniziativa ''politica'', quindi ''fuori dalla competenze del Csm''. E che rischia perfino di costituire ''una interferenza'' nei poteri del capo dello Stato, chiamato a valutare la riforma dell'ordinamento giudiziario per la promulgarla. I consiglieri laici della Cdl al Csm criticano la richiesta dei colleghi togati di convocare un plenum straordinario sulla riforma. Tra due settimane, quando l'assemblea di Palazzo dei Marescialli ne discuterà, i rappresentanti del centro-destra sono intenzionati a far sentire la loro voce e non escludono il ricorso anche ad ''iniziative forti'', come quella di far mancare il numero legale, che impedirebbe la discussione. Il più battagliero è Antonio Marotta, laico dell'Udc. ''Ancora una volta -protesta- da parte dei magistrati si cerca di far svolgere un ruolo improprio al Csm: quello di una quarta Camera, dove si fa politica. Tra le competenze che la Costituzione assegna al Csm non c'è quella di criticare le leggi dello Stato''. Ma l'iniziativa, sostiene ancora Marotta, ''rischia anche di essere un'interferenza nelle prerogative del capo dello Stato, che e' anche presidente del Csm e che in questo momento e' chiamato a valutare la legge''. I laici della Cdl sono pronti quindi a dare battaglia contro l'iniziativa dei togati. ''Sicuramente ci opporremo'', anticipa Marotta. Quanto all'ipotesi di far mancare il numero legale, aggiunge: ''Cercheremo sempre di far funzionare il Csm secondo i suoi compiti. E se questo significa assumere iniziative forti, lo valuteremo. Comunque impediremo che il Csm vada fuori dalle sue competenze''. Il rischio di interferire con il Quirinale preoccupa anche Nicola Buccico, laico di An. ''Il galateo istituzionale -dice- impone al Csm di astenersi da qualsiasi valutazione nel periodo in cui la legge e' rimessa alla valutazione del presidente della Repubblica per rispetto delle sue prerogative. Se ne discutessimo prima che Ciampi approvi e promulghi la legge, si tratterebbe di una forma di indebita interferenza. Mi voglio augurare che tutto rimanga nei binari della correttezza istituzionale proprio per rispetto delle prerogative del Capo dello Stato''. Convinto che l'iniziativa dei togati punti a ''forzare la mano al capo dello Stato'' è anche il laico di Fi Giorgio Spangher. ''Tutto però -aggiunge- dipenderà dai tempi: secondo me, la discussione dovrebbe avvenire dopo la promulgazione della legge per non coinvolgere il capo dello Stato''. Spangher ricorda comunque che ''l'ordine del giorno del Consiglio è deciso dal presidente della Repubblica'': ''Se il Quirinale riterrà che il dibattito si possa svolgere anche se la legge non è stata ancora promulgata, faremo allora le nostre valutazioni'', si limita ad anticipare.
    1:59 Durata: 2 min 2 sec