05 NOV 2004
intervista

Guerra di spie. Intervista a Mimmo Franzinelli

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 38 min 27 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma 5 novembre 2004 - Ancora oggi nessuno sa dire con certezza quanto lo spionaggio militare abbia influito sulle sorti dell'ulitma guerra mondiale.

Dagli archivi dello Stato affiorano testimonianze e fotografie che oggi documentano le storie di chi operò nel nostro Paese tra il 1939 e il 1943 in favore delle democrazie liberali e dell'Unione Sovietica contro i paesi dell'Asse.

Questa storia ci viene consegnata in "Guerra di spie - I servizi segreti, nazisti e alleati 1939-1943" (Mondadori) nel quale lo storico Mimmo Franzinelli apre uno squarcio su un aspetto importante del recente passato,
esplorando nella condizione di quegli italiani che fecero della"non appartenenza" alla patria un mestiere che li ha portati alla morte.

Intervista di Lanfranco Palazzolo.

leggi tutto

riduci

  • La guerra dentro la guerra. Il "tradimento".

    Il deficit dei servizi segreti italiani (SIM) nella Seconda guerra mondiale. Il "fattore umano" dello spionaggio italiano. Indice
    0:00 Durata: 4 min 35 sec
  • Le motivazioni dello spionaggio contro l'Italia

    L'attività del Deuxième Bureau tra gli italiani in Francia. Le informazioni sulle strutture portuali.
    0:04 Durata: 1 min 29 sec
  • Una giustizia inflessibile con i "morti di fame"

    Il caso di Margit Gross. Questa donna si salva passando al servizio del controspionaggio italiano, "tradendo" i servizi segreti francesi. A pagare per lei saranno due militari italiani (fucilati) che avranno nella vicenda un ruolo marginale.
    0:06 Durata: 2 min 21 sec
  • Il materiale fotografico del libro

    Nel libro vengono pubblicate le foto dei condannati a morte prima dell'esecuzione. Le lettere scritte con l'inchiostro simpatico.
    0:08 Durata: 3 min 3 sec
  • Il mito del "tradimento" visto dalla destra

    I post fascisti hanno evitato di fare i conti con le responsabilità del regime evocando il tradimento.
    0:11 Durata: 2 min 33 sec
  • Laura D'Oriano l'unica donna fucilata per spionaggio tra il 1939-43

    I servizi francesi arruolano la donna romana, ma il controspionaggio italiano la individua immediatamente e la lascia agire. Il 26 dicembre del 1941 è catturata a Roma (la sua falsa identità è Laura Fantini) in Largo Brancaccio. Verrà fucilata il 17 gennaio del 1943.
    0:14 Durata: 2 min 33 sec
  • L'assassinio di Lea Schiavi in Iran

    La giornalista piemontese viene assassinata il 24 aprile del 1942 dopo aver organizzato dei gruppi di antifascisti nell'ambito del movimento "Italia libera" in Medio Oriente. La Schiavi viene uccisa da alcuni banditi curdi. Il marito della Schiavi accusa di questo delitto il colonnello dei carabinieri Ugo Luca.
    0:16 Durata: 2 min 27 sec
  • Fortunato Picchi: "Di morire non mi importa gran cosa".

    Traditori o eroi?
    0:19 Durata: 1 min 17 sec
  • Carmelo Borg Pisani, il filoitaliano maltese

    0:20 Durata: 35 sec
  • Sante Barillà: Uno sprovveduto allo sbaraglio

    0:20 Durata: 1 min 57 sec
  • La rete sovietica a Roma e il ruolo di Giorgio Conforto

    0:22 Durata: 1 min 30 sec
  • Una talpa nell'ambasciata del Reich a Roma

    Kurt Sauer rivendica le ragioni del suo antinazismo dopo la cattura da parte del SIM. Gli italiani non lo consegnano ai tedeschi, i quali reclamano il prigioniero. Gli italiani lo fucileranno il 2 giugno 1943 a Forte Bravetta.
    0:24 Durata: 1 min 27 sec
  • La rete americana a Roma

    L'annotazione sull'omosessualità degli agenti Usa nei rapporti sei servizi italiani.
    0:25 Durata: 1 min 38 sec
  • Il "silenzio" del duce

    La sorte delle spie veniva decisa dall'"intesa" tra il Presidente del tribunale speciale e Mussolini. I condannati venivano salvati solo se potevano essere utilizzati per il "doppio gioco".
    0:27 Durata: 2 min 22 sec
  • La pubblicazione delle sentenze e i manifesti

    Dove venivano sepolti i condannati? Le fosse comuni.
    0:29 Durata: 1 min 27 sec
  • La rotta Roma-Tokio. La figura di Publio Magini

    0:31 Durata: 2 min 11 sec
  • La sorte delle spie dopo il 25 luglio 1943

    La memoria lunga dei tedeschi.
    0:33 Durata: 2 min 5 sec
  • Le spie in Vaticano

    0:35 Durata: 21 sec
  • 8 settembre 1943. Lo stretto legame tra Resistenza e spionaggio angloamericano

    0:35 Durata: 2 min 10 sec
  • Conclusioni

    0:38 Durata: 26 sec