06 LUG 2005
intervista

Petrolio & atomo Intervista a Mario Signorino

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 11 min 45 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma 6 luglio 2005 - Il 12 luglio prossimo, Radicali italiani e Amici della Terra terranno una conferenza dal titolo “Petrolio e atomo, democrazie alla prova” (Roma, Palazzo Altemps, Sala dei Papi, Via dei Gigli d’oro 21).

Con questa iniziativa, Radicali italiani e Amici della Terra tornano a collaborare, a trent’anni dall’avvio delle loro battaglie ambientaliste, per riproporre all’attenzione della classe politica il problema energetico.

Si tratta di un’iniziativa aperta a relatori di diverso orientamento, che intende verificare le posizioni del passato e le novità dello
scenario mondiale e italiano, per sostituire agli scontri ideologici il confronto ragionato.

Al di là delle dispute sulle riserve petrolifere e sui cambiamenti climatici, è l’11 settembre a porre la questione capitale: per gran parte delle loro forniture di petrolio le democrazie dipendono da tirannie e stati canaglia, mentre con le loro tecnologie nucleari aiutano la proliferazione di armi di distruzione di massa.

Spetta dunque alla politica individuare risposte innovative ed efficaci per superare queste contraddizioni e il loro insostenibile rischio politico.

Il programma comprende due sessioni: “Scenari” e “Il confronto”.

Per la prima, sono previste quattro relazioni tecniche: Il sistema energetico tra passato e futuro (Pier Luigi Lombard, Amici della Terra); Nucleare: il punto sulla sicurezza (Roberto Mezzanotte, Apat); Il nucleare nel mondo e il suo impatto economico (Alessandro Clerici, World Energy Council, Vicepresidente Fast); Fonti rinnovabili: il vero, il falso e il da farsi (Domenico Coiante, Amici della Terra).

La seconda sessione sarà introdotta da una relazione di Mario Signorino (L’energia nella politica italiana) e sarà conclusa da Marco Pannella.

Alla conferenza partecipano Giuliano Amato, Renato Brunetta, Daniele Capezzone, Enrico Letta, Carlo Jean, Giovanni Battista Zorzoli.

Ne abbiamo parlato con Mario Signorino.

Ecco cosa ci ha detto.

leggi tutto

riduci