24 NOV 2001

Magistratura Indipendente: Ruolo della magistartura e tutela dei diritti dei cittadini (II giornata, II sessione)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 ore 19 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Magistratura Indipendente: Ruolo della magistartura e tutela dei diritti dei cittadini (II giornata, II sessione)", registrato sabato 24 novembre 2001 alle 00:00.

Tra gli argomenti discussi: Giustizia.

La registrazione video ha una durata di 6 ore e 19 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Mauro Ronco, componente del Consiglio Superiore della Magistratura, introduce le relazioni

    <br>Indice degli interventi
    0:00 Durata: 2 min 56 sec
  • Antonio Patrono, componente Csm

    0:00 Durata: 32 min 38 sec
  • Tutta la sessione

    Firenze, 24 novembre 2001 - I lavori del dibattito della seconda sessione della seconda giornata del convegno sono aperti da due relazioni vertenti sulla durata dei processi e sulla nuova normatica sul giusto processo<p><strong>La tutela sulla durata dei processi</strong> Giovanni Mammone tratta della legge sull'equa riparazione per violazione del termine ragionevole del processo e rileva le difficoltà dello Stato italiano, il più condannato dalla Corte di Giustizia Europea per violazione della durata ragionevole del processo, e ricorda i richiami del Consiglio d'Europa. <p>Anche se la legge sull'equa riparazione può rappresentare il rimedio al problema, tuttavia Mammone pone alcune questioni: la legge va oltre il risarcimento del danno? Contempla un danno non solo patrimoniale? Qual'è la ragionevole durata? La corte di giustizia europea ha individuato tre criteri per stabilire la ragionevole durata: la complessità del procedimento, il comportamento delle parti, la condotta del giudice.<p>Secondo Mammone esistono due interpretazioni di tale legge: l'una ritiene che la legge contempli la responsabilità per colpa, o dolo, del magistrato, o di altri operatori, l'altra esclude questa possibilità. Mammone ritiene che nella prima interpretazione la legge vada oltre la Convenzione europea, perché cerca i responsabili dell'inefficienza oltre lo Stato, per avviare procedimenti disciplinari e di recupero contabile, ignorando invece l'inefficienza generale del sistema giudiziario e incidendo negativamente sull'indipendenza del magistrato.<p><strong>Critiche al giusto processo</strong>Nella seconda relazione Marcello Maddalena sostiene che la normativa del giusto processo, nella sua corretta interpretazione, rende difficile il dovere del magistrato di combattere la criminalità e il terrorismo ("come pretendere che il chirurgo operi senza bisturi").<p>Maddalena ricorda i valori essenziali della professione: l'indipendenza, l'imparzialità, l'esito della giustizia, la ricerca della verità. Il comportamento d'imparzialità nella ricerca della verità richiesto dalla legge sia ai pubblici ministeri, sia ai giudici rende impossibile la separazione delle carriere.<p>Secondo Maddalena è "censurabile concepire il processo come un agone": la legge che consente le indagini difensive renderebbe più facile l'inquinamento delle prove da parte del cliente a danno anche del suo difensore ("nel giusto processo il pm deve giocare a carte scoperte, mentre la difesa può giocare a carte coperte").<p>Da queste due relazioni, sono scaturiti numerosi spunti per il dibattito che ha visto confrontarsi gli operatori del settore dell'amministrazione della giustizia.
    0:00 Durata: 2 ore 41 min
  • Giovanni Mammone, magistrato Corte di cassazione, su "La legge sull'equa riparazione per violazione del termine ragionevole del processo"

    <br>Relazioni
    0:02 Durata: 44 min 45 sec
  • Mauro Ronco (intervento)

    0:32 Durata: 15 min 44 sec
  • Mauro Ronco (intervento)

    0:47 Durata: 7 min 51 sec
  • on. Ferri

    0:48 Durata: 7 min 16 sec
  • Marcello Maddalena, procuratore Tribunale di Torino, su "I protagonisti del giusto processo. Diritti e Doveri"

    0:55 Durata: 32 min 35 sec
  • Domenico Carcano, componente Csm

    <br>Dibattito
    1:28 Durata: 20 min 15 sec
  • Santi Consolo, componente Csm

    1:48 Durata: 20 min 10 sec
  • Anna Giorgetti, sost. proc. Tribunale di Varese

    2:08 Durata: 16 min 55 sec
  • Stefano Schirò, magistrato Procura gen. Corte di Cassazione

    2:25 Durata: 16 min 25 sec