04 DIC 2001

M.O.: Nuovi raid, colpita anche Ramallah

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 min 8 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Stamani nuovi raid israeliani su Gaza e Ramallah (Arafat illeso).

Peres contrario alla decisione di Sharon: possibile crisi di governo4 dicembre 2001 - Alla fine della riunione straordinaria il governo israeliano questa notte ha dichiarato la dirigenza palestinese come "un'entità che sostiene il terrorismo" e che "la minaccia da lungo tempo sospesa nell'aria è divenuta realtà".

La dirigenza palestinese è stata dichiarata nemica dello stato d'Israele, e, soprattutto, Arafat è considerato il nemico numero 1 dello stato d'Israele.Gli attacchi israeliani su Gaza e RamallahCi sono stati questa
notte alcuni bombardamenti in varie città palestinesi che non sembrano aver fatto molte vittime.

Secondo quanto riferito dalla Cnn, raid israeliani sono ripresi questa mattina anche su Gaza (due morti e 80 feriti secondo fonti palestinesi), gia' colpita ieri da una decina di missili.

Sei caccia F-16 hanno bombardato la sede della Sicurezza preventiva palestinese nella parte settentrionale della città.Inoltre, elicotteri israeliani hanno attaccato il quartier generale di Yasser Arafat a Ramallah, in Cisgiordania.

Due elicotteri hanno sparato tre missili.

Il leader palestinese è rimasto illeso.

Ieri gli elicotteri avevano colpito l'eliporto e distrutto gli elicotteri di Arafat, limitando di fatto la sua mobilità.Dal punto di vista militare la decisione dà mano libera alle forze di sicurezza israeliane di colpire quando e dove vogliono non soltanto terroristi dichiarati, ma anche dirigenti politici delle varie organizzazioni: il fatah, la forza 17, i tanzin sono state dichiarate organizzazioni terroristiche.Lo sconcerto dei palestinesiDa parte palestinese grande sconcerto e, soprattutto, le dichiarazioni tengono a sottolineare come l'America abbia di fatto dato luce verde a Sharon, che si è incontrato con Bush soltanto ieri l'altro.

Dunque, l'appoggio dell'America viene visto con particolare gravità dai palestinesi.

Nel contempo però c'è una dichiarazione dell'Onu che già condanna l'azione israeliana e le possibili conseguenze militari, mettendo nuovamente Israele in una pericolosa situazione di isolamento internazionale.Tensione nel governo israelianoL'opposizione naturalmente tuona contro la decisione di Sharon, i ministri della destra sono soddisfatti che di fatto sia stata messa in atto la loro raccomandazione, ma i ministri laburisti, compreso Peres, sono usciti questa notte dalla votazione e non hanno quindi appoggiato attivamente la decisione di Sharon.

Non si esclude, ma ancora non è certo, che la crisi proseguirà fino a provocare una scissione nel governo e la fine del governo di unità nazionale.La decisione di questa mattina è senza precedenti, apre uno scenario completamente nuovo in M.O.

e ci si può aspettare sia che Arafat liberi, a questo punto, tutti gli estremisti islamici dalle prigioni e che si crei una vera e propria situazione di guerra, sia che Arafat, stretto in una situazone di massima emergenza, chieda l'aiuto internazionale ed americano per bloccare veramente, questa volta, il terrorismo.

leggi tutto

riduci