22 FEB 2002

FI: L'intervento di Berlusconi in apertura del Consiglio Nazionale

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 25 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "FI: L'intervento di Berlusconi in apertura del Consiglio Nazionale", registrato venerdì 22 febbraio 2002 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Forza Italia.

La registrazione video ha una durata di 1 ora e 25 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • (Tutto il Consiglio nazionale)

    <strong>Il premier ha aperto l'assise degli "azzurri" ripercorrendo le tappe principali, successi e difficoltà, della storia di Forza Italia "una scommessa vinta"</strong><p><p>Roma, 22 febbraio 2002 - Silvio Berlusconi ha inaugurato il primo appuntamento di partito all'indomani della vittoria alle elezioni politiche che lo ha riportato a Palazzo Chigi rivendicando lo straordinario successo della propria impresa nata a cavallo tra la fine del 1993 e gli inizi del 1994 con la fondazione di Forza Italia.<br> Per il premier, però, il vero momento di svolta è costituito dal periodo di opposizione dal 1996 al 13 maggio 2001 conclusosi con il ritorno al Governo.<p><strong>La vera moralità è la 'moralità del fare'</strong><p>Il presidente del Consiglio ha definito "rivoluzione morale" la vittoria elettorale della CdL il 13 maggio scorso. <br>"La vera moralità - ha spiegato - non consiste solo nel non rubare. Questo è ovvio, ma è il minimo: sarebbe francamente umiliante che da una classe di governo ci si potesse aspettare solo questo, che non rubi."<p>"Non ci piace - ha proseguito - un certo moralismo di quei giacobini che si basa unicamente sulla teorizzazione della lotta alla corruzione. Una classe dirigente degna si qualifica anche per il fatto che non sottrae al paese il suo futuro. C'è infatti una 'moralità del fare' e del costruire che arricchisce la comunità ed il popolo. Questa grande moralità è spesso presentata come un disvalore".<p>Ma il presidente di FI ha anche spiegato i motivi del 'feeling' del partito con i suoi elettori: "Bisogna saper parlare al cuore e all'intelligenza di un popolo e lo si può fare solo se si parla con il cuore e con l'intelligenza. Questo spiega il nostro successo, il successo di Forza Italia, che non ha paragoni nella storia politica. Nel '94 abbiamo avuto una vittoria folgorante che è già passata alla storia. Il nostro partito è stato riconosciuto subito con entusiasmo dagli italiani".<p><strong>Non useremo la Rai per infamare gfli avversari come ha fatto la Sinistra</strong><p>Un primo attacco alla Sinistra è stato sferrato da Berlusconi sulla Rai, mentre ripercorreva le vicende dell'ultima campagna elettorale, in cui "la sinistra ci ha scatenato contro, attraverso il servizio pubblico Rai, pagato da tutti, una serie di comizianti fanatici e di comici a senso unico che hanno cercato con ogni mezzo di distruggere moralmente e politicamente il leader della Casa delle Libertà".<p>"E' davvero incredibile - ha rincarato la dose Berlusconi - ciò che sono riusciti a rovesciarci addosso dagli schermi della Tv pubblica! Noi - ha assicurato - non li ripagheremo mai con la stessa moneta, non appartiene e non apparterrà mai alla nostra cultura l'idea di utilizzare il servizio pubblico radiotelevisivo come lo si usa nei totalitarismi per denigrare e infamare gli avversari politici e i dissidenti".<p><strong>La Sinistra punta all'uso della 'giustizia politica'</strong><p>Parlando del presente, Berlusconi ha avvertito la platea sulle intenzioni della sinistra "che punterebbe a rovesciare il voto degli italiani ricorrendo alla piazza e all'uso della "giustizia politica". "A sinistra - ha chiarito - si fanno sentire le antiche pulsioni del fanatismo che pretenderebbero di rovesciare il voto degli italiani con una spallata della piazza o con una spallata della giustizia politica che poi giustizia non è".<p><strong>Finalmente un Presidente 'super partes'</strong><p>Parole di elogio ha invece avuto Berlusconi per il Presidente della Repubblica: "Ciampi è un uomo che ha un vero senso delle istituzioni ed ha riportato il più alto simbolo della Repubblica alla sua natura di garante 'super partes' delineata dalla Costituzione, natura che da anni mancava drammaticamente".<p><strong>Protagonisti di un sogno: 49 leggi in 8 mesi</strong><p>Ma il leader della CdL ha anche parlato dell'operato del governo e dei meriti sia della coalizione, sia del partito, accendendo l'entusiasmo dell'assemblea: "Siamo protagonisti di un sogno che si sta realizzando: cambiare l'Italia. Un sogno che non è più un'illusione da idealisti ingenui. E' la realtà e la quotidianità che non è solo cronaca ma ormai storia".<p>"Questo - ha ricordato - è il primo governo dopo 50 anni che può lavorare per un'intera legislatura. Il vizio più grave della nostra Repubblica è stato quello di troppi governi che in media duravano meno di un anno e nessuno può intervenire efficacemente sulla burocrazia dello Stato con così poco tempo a disposizione".<p>"Noi - ha osservato - siamo da 8 mesi al governo e abbiamo prodotto già risultati eccezionali: 123 provvedimenti varati dal governo, 49 sono diventati legge dello Stato e 18 sono già stati approvati da un ramo del Parlamento".<p><strong>Il caso Molinette</strong><p>Infine, senza citare né Odasso né l'inchiesta della magistratura torinese sull'ospedale Molinette e sui tesseramenti fantasma, Berlusconi ha voluto invitare i suoi militanti ad essere vigili: "Bisogna avere fiducia l'uno dell'altro, però dobbiamo anche alzare le antenne per stare attenti che non vi sia qualcuno che si infiltri tra di noi non per svolgere la missione comune, ma per fare interessi propri".
  • Siamo i protagonisti di un sogno che si sta realizzando: cambiare l'Italia

    <br>Indice degli argomenti
    0:00 Durata: 7 min 13 sec
  • Audiovideo completo dell'intervento di Berlusconi

    <p>
    0:00 Durata: 41 min 20 sec
  • Le tappe della storia di 'Forza Italia', dal 1994 all'elezione di Ciampi

    0:07 Durata: 7 min 37 sec
  • Carlo Azeglio Ciampi, finalmente un Presidente super partes

    0:14 Durata: 45 sec
  • La vittoria elettorale del 13 maggio: "Noi non useremo mai la Rai per infamare gli avversari"

    0:15 Durata: 4 min 8 sec
  • La vittoria elettorale del 13 maggio, un risultato storico

    0:19 Durata: 2 min 23 sec
  • "Abbiamo riportato la moralità in politica, la moralità del fare"

    0:22 Durata: 5 min 2 sec
  • L'operato del governo: 49 leggi in 8 mesi

    0:27 Durata: 4 min 17 sec
  • Il lavoro da fare: riforme in ogni settore dello Stato, politica estera, Terzo mondo

    0:31 Durata: 9 min 14 sec
  • Nessuno si infiltri tra di noi per propri interessi

    0:40 Durata: 41 sec
  • Inno del partito

    0:41 Durata: 3 min