18 APR 2002
intervista

Consulta: Interviste a Montecitorio

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 10 min 47 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il centrodestra si dice pronto a votare il candidato dell'opposizione se questa accetterà Mancuso, il centrosinistra vuole trattare insieme alla maggioranza su entrambi i nomiRoma, 18 aprile 2002 - Gaetano Dentamaro ha intervistato a piazza Montecitorio alcuni esponenti di maggioranza e opposizione sullo sciopero della sete di Pannella e sulla possibilità della convocazione di una 'seduta fiume' che sblocchi la situazione per l'elezione dei due giudici della Consulta mancanti."Un ritardo gravissimo, mi auguro che sia convocata la seduta ad oltranza", dice Tiziano Treu.

"L'ostilità della
sinistra crea un 'vulnus' alla Corte e al sistema.

C'è una voce insistente, l'ipotesi in campo - conferma Mario Landolfi - di una 'seduta fiume'.Molto critico con la maggioranza è Pierluigi Castagnetti: "Un candidato tiene bloccato un parlamento, non tutte le persone per bene sono adatte ad ogni funzione, da parte nostra - assicura - c'è totale disponibilità a un'intesa per due candidati su cui si realizzi una convergenza".

Per quanto riguarda lo sciopero della sete di Pannella, "la lezione - ha osservato - ce l'ha già data, siamo entrati in 'dirittura d'arrivo', lo supplicherei di pensare alla sua salute"."Fino ad ora la sinistra non ha partecipato al voto - rileva Francesco D'Onofrio - noi siamo pronti a votare qualsiasi nome la sinistra ci indichi insieme al nostro, la maggioranza sceglie il suo candidato, l'opposizione il suo e li votiamo entrambi, questa la nostra tesi, ma la sinistra vuole che ognuno scelga il nome dell'altro, ma una 'seduta fiume' - osserva - può non produrre risultati".Per Giancarlo Pagliarini è invece necessaria una 'seduta fiume'.

Publio Fiori infine fa notare che la richiesta di Pannella è stata accolta: "Faremo una serie di votazioni una dopo l'altra finché non riusciremo ad eleggere i due giudici".

leggi tutto

riduci