10 MAG 2002
intervista

Medio Oriente: Intervista ad Alfredo Mantica sulla sorte dei 13 palestinesi della Natività destinati all'esilio

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 8 min 41 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Grande soddisfazione del governo italiano per l'esito della vicenda dei 13 presunti terroristi da esiliare: ottenuta una soluzione che 'impegna' l'UeRoma, 10 maggio 2002 - Claudio Landi ha intervistato per Radio radicale il sottosegretario agli Esteri Alfredo Mantica, senatore di An, sulla vicenda dei 13 palestinesi accusati di terrorismo da Israele e destinati all'esilio dall'accordo per la fine dell'assedio alla basilica della Natività a Betlemme."Il governo è molto soddisfatto", ha detto Mantica, della soluzione trovata, che prevede il trasferimento dei tredici presunti terrroristi in vari paesi dell'Ue e forse anche in Canada, e non solo in Italia.

Mantica ha spiegato che "non solo dimostra che la solidarietà italiana non è mai mancata per tentare di risolvere il problema della chiesa della Natività, anche quando abbiamo dovuto dire di 'no', ma anche che è giunta a buon fine un'azione diplomatica nei confronti dell'Unione europea", con una soluzione che "impegna" l'Ue, sullo status giuridico e le destinazioni finali dei 13 esiliati.Le trattativeIl sottosegretario ha ripercorso gli ultimi giorni di contatti: "Era in corso una trattativa per la Natività, con in azione 'diplomazie parallele', che ha avuto un'accelerazione, con il tentativo di sblocco grazie al ruolo dell'Italia, senza che però fosse coinvolta.

Poi correttamente la trattativa è stata riportata in ambito Ue, e questa settimana una regia europea ha portato alla soluzione, con il Vaticano - ha rivelato - impegnato direttamente"Il ruolo degli altri paesi"I partner europei hanno subito accolto - ha proseguito Mantica - la proposta italiana, si trattava solo di definire gli attori: gli inglesi hanno portato i 13 a Cipro e ne sono responsabili fino a lunedì, poi circa 6 paesi hanno dato disponibilità ad ospitarli", insomma, "tutta l'Europa s'è mossa".

Per spigare l'assenza di un ruolo di Francia e Germania, Mantica ha notato che "i paesi europei disponibili sono tutti fortemente cattolici".Lo status giuridico dei 13Circa i dettagli ancora da stabilire, Mantica ha sottolineato che "tutto è legato allo status giuridico, che come, il periodo di permanenza è da definire con le 2 parti", ma, ha osservato, "la cosa più importante era si sbloccare la situazione alla Chiesa; certo - ha infine ammesso - la disponibilità dei paesi è basata sulla temporaneità dell'esilio.

leggi tutto

riduci

  • Governo soddisfatto per una soluzione che 'impegna' l'Ue

    <br>Indice degli argomenti
    0:00 Durata: 2 min 4 sec
  • Le trattative

    0:02 Durata: 1 min 45 sec
  • Il ruolo degli altri paesi europei

    0:03 Durata: 1 min 31 sec
  • Stato giuridico e temporaneità periodo di permanenza

    <strong>Speciale</strong> <p>Il testo integrale dell'accordo per la fine dell'assedio La storia del conflitto arabo-israeliano (dal 1917) Il Piano Tenet<strong>La crisi giorno per giorno</strong> (10.05.2002) - Finito l'assedio alla Natività, i 13 trasferiti a Cipro (09.05.2002) - Accordo a Betlemme: i 13 della Natività in diversi paesi, tra cui l'Italia. Pronta la reazione di Israele all'attentato (08.05.2002) - Berlusconi ufficializza il No ai terroristi della Natività (08.05.2002) - Kamikaze in sala giochi, nuova strage di innocenti israeliani (07.05.2002) - Accordo sulla Natività; Farnesina, per ora improponibile accoglienza esiliati (07.05.2002) - A Betlemme trattativa difficile, Hamas avverte l'Italia (06.05.2002) - Accordo a Betlemme, i terroristi saranno esiliati in Italia (03.05.2002) - Da Arafat sì a conferenza internazionale (02.05.2002) - Arafat fuori dall'assedio e subito spara a zero su Sharon (29.04.2002) - Arafat liberato per consentire l'attacco Usa all'Iraq (28.04.2002) - Sharon pronto a liberare Arafat (23.04.2002) - Avraham Burg, Serve integrazione Israele nell'UE (20.02.2002) - L'Onu invia una missione d'indagine a Jenin (17.02.2002) - Powell rientra a Washington (16.02.2002) - Powell parla di progressi, ma Arafat lo smentisce (16.02.2002) - Sharon pronto alla pace ma le operazioni militari saranno completate (15.04.2002) - Powell scarica Arafat dopo l'arresto di Barghouti (14.04.2002) - Powell, 'utile e costruttivo' l'incontro con Arafat (13.04.2002) - Arafat condanna il terrorismo (12.04.2002) - Attentato suicida a Gerusalemme: 6 morti (12.04.2002) - Conferenza stampa congiunta Powell-Sharon (10.04.2002) - Lo Statement di Kofi Annan al termine del vertice Ue-Onu-Usa-Russia (09.04.2002) - UE contro Israele e con Arafat, ma i radicali chiedono chiarezza (09.04.2002) - Berlusconi alle Commisioni Esteri di Camera e Senato (08.04.2002) - Forcing degli Usa su Israele e leader arabi (08.04.2002) - Incendio nel complesso della Natività a Betlemme (06.04.2002) - Bush pressa Sharon e scarica Arafat (06.04.2002) - Israele continua l'offensiva, domani parte la missione di Powell (05.04.2002) - Zinni incontra Arafat, spiragli di dialogo (05.04.2002) - Nuova risoluzione Onu chiede ritiro di Israele e appoggia la missione di Powell (04.04.2002) - Il discorso di Bush: stop a Sharon, colpe ad Arafat (04.04.2002) - Assediata la Natività a Betlemme, occupata Nablus (04.04.2002) - No di Sahron all'incontro Ue-Arafat, verso il sì a Zinni (03.04.2002) - Portati in salvo i giornalisti da Betlemme (02.04.2002) - Giornalisti italiani tra i due fuochi a Betlemme (01.04.2002) - Israele, "scudo di difesa" contro il terrorismo (31.03.2002) - Arafat sotto assedio, Israele nel terrore (30.03.2002) - Israele respinge la risoluzione Onu (30.03.2002) - L'Onu chiede ritiro di Israele da Ramallah (29.03.2002) - Le prime reazioni internazionali (29.03.2002) - Escalation infernale
    0:05 Durata: 3 min 21 sec