29 MAG 2002

USA: Riforma FBI, La lotta al Terrorismo diventa il primo obiettivo

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 36 min 40 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La lotta al terrorismo diviene il primo obiettivo dell'Fbi nell'ambito della riforma riorganizzativa illustrata dal ministro della Giustizia Ashcroft e dal direttore MuellerWashington, 29 maggio 2002 - Il ministro della giustizia Usa, John Ashcroft, e il direttore dell'Fbi, Robert Mueller, hanno annunciato una profonda riorganizzazione del Federal Bureau of Investigation (Fbi) e il cambiamento dei suoi obiettivi primari, illustrando la "drastica riforma" in una Conferenza stampa: dalla lotta alla criminalità organizzata, alla mafia, ai narcotrafficanti, l'Fbi si trasformerà, dopo quasi un secolo di vita, venne fondato nel 1908, in un organismo di intelligence principalmente impegnato nella lotta al terrorismo internazionale, diventata "la prima fra le priorità dell'agenzia".Centinaia di agenti riassegnatiLa riforma, che sarà varata dopo l'approvazione del Congresso, conivolge 3.718 agenti dell'Fbi, su un totale di 11.500, e funzionari locali legati alla medesima agenzia, si occuperanno d'ora in poi a tempo pieno di antiterrorismo, rispetto ai 2.178 attuali.

Altri 520 agenti che finora si sono occupati di antidroga o serial killer verranno spostati in prima fila nella guerra contro le organizzazioni terroristiche.Più di 900 nuovi agenti saranno assunti nei prossimi mesi, con particolare attenzione agli esperti in lingue straniere, soprattutto arabe, in cyberterrorismo e in sicurezza interna.

Aumenteranno inoltre i rapporti e gli scambi d'informazione tra Fbi e Cia e verrà creato un nuovo ufficio, l'Office of Intelligence, che sarà affidato alla guida di Dale Watson, capo dell'antiterrorismo.L'11 settembre un momento di svolta: comunicazione e prevenzioneIl direttore dell'Fbi Mueller ha sottolineato la necessità di un salto di qualità tecnologico da parte dell'intera struttura, ma ha anche messo a punto un nuovo decalogo di priorità che vede al primo posto la necessità di 'proteggere gli Stati Uniti da attacchi terroristici'."L'11 settembre - ha spiegato - ha rappresentato per noi un momento di svolta.

Ci siamo accorti di dover cambiare il nostro modo di operare e stiamo cambiando.

Dovremo comunicare meglio con gli altri e dovremo saper gestire e analizzare meglio le informazioni di cui verremo in possesso.

E soprattutto - ha concluso - abbiamo bisogno di un nuovo approccio che metta la prevenzione al primo posto".Ashcroft conferma la fiducia a MuellerL''Attorney General' John Ashcroft da parte sua ha confermato la fiducia del governo nei confronti dello stesso Mueller, ultimamente coinvolto in pesanti polemiche, ma che ha saputo "raccogliere la sfida posta dall'undici settembre" riorganizzando radicalmente l'Fbi: "È diventato più chiaro che mai, - ha affermato Ashcroft - che quello che noi dobbiamo fondamentalmente cambiare è il modo in cui conduciamo i nostri affari"."Dove ci sono cambiamenti responsabili da fare, li faremo, - ha assicurato Ashcroft - dove ci sono errori da riconoscere, non fuggiremo dal farlo.

Coloro che verranno avanti ad esprimere le loro legittime preoccupazioni saranno i benvenuti e spesso le loro idee saranno accolte".Le 'flying squads'Mueller è entrato nei dettagli della riforma, e ha definito, per la prima volta nella storia dell'Fbi, la lista delle sue priorità dell'Agenzia, "almeno per i prossimi due anni".

Il direttore ha inoltre preannunciato l'istituzione di 'flying squads': unità mobili, incaricate di seguire casi sul territorio, anche all'estero, come il rapimento e l'assassinio del giornalista Daniel Pearl in Pakistan, e di riportare le informazioni specifiche raccolte al quartier generale.Le nuove 10 prioritàEcco le dieci nuove priorità dell'Fbi, presentate dal direttore Robert Mueller insieme al progetto di ristrutturazione dell'agenzia federale:1 - Proteggere gli Stati Uniti da attacchi terroristici.2 - Proteggere gli Stati Uniti contro operazioni di intelligence e di spionaggio straniere.3 - Proteggere gli Stati Uniti contro cyber-attacchi e crimini ad alta tecnologia.4 - Combattere la corruzione pubblica a tutti i livelli.5 - Proteggere i diritti civili.6 - Combattere le organizzazioni e le imprese criminali transazionali e nazionali.7 - Combattere i principali crimini dei 'colletti bianchi'.8 - Combattere i crimini violenti di rilievo.9 - Sostenere l'attività dei partner investigativi federali, statali, locali e internazionali.10 - Aggiornare la tecnologia per svolgere con successo la missione dell'Fbi.

leggi tutto

riduci

  • John Ashcroft, ministro della Giustizia

    <br>Indice
    0:00 Durata: 5 min 22 sec
  • Robert Mueller, direttore dell'Fbi

    0:05 Durata: 6 min 18 sec
  • Mueller illustra nei dettagli le nuove dieci priorità e la rifroma organizzativa

    0:11 Durata: 25 min