26 GIU 2002

Plenum Camera: Conferenza stampa di Pannella al presidio a Montecitorio, Entro martedi ci sia dibattito in aula

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 52 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Plenum Camera: Conferenza stampa di Pannella al presidio a Montecitorio, Entro martedi ci sia dibattito in aula", registrato mercoledì 26 giugno 2002 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 1 ora e 52 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Il perché del ritardo: l'indecisione sul da farsi

    <br>Indice degli argomenti
    0:00 Durata: 2 min 58 sec
  • Tutta la Conferenza stampa di Marco Pannella

    <strong>Due giorni di scioperi della fame e della sete che coinvolgerà tutti i partecipanti al satyagraha. Questa la forma di lotta radicale preannunciata dal leader radicale per ottenere la convocazione di una seduta della Camera al massimo per martedì. </strong><p>Roma, 26 giugno 2002 - Il leader radicale Marco Pannella, di fronte alla decisione del Presidente Casini di convocare un dibattito in aula per risolvere la questione dei seggi vacanti della Camera dei Deputati, ha annunciato in una conferenza stampa che "se non sarà acquisita per martedì la seduta della camera, allora ci sarà la risposta in uno o due giornate della nostra fame e sete di legalità e diritto, dedicandole al Presidente della Repubblica, e ai Presidenti di Camera, Senato, e Corte costituzionale".<p>Il leader radicale, arrvivato in ritardo davanti ai giornalisti, ha confessato: "Non mi scuso, ma spiego: non sapevo cosa fare. Aspettavo l'idea". Poi, provato dalla battaglia nonviolenta (che dura da 75 giorni con visibili effetti nel fisico) e a tratti sull'orlo della commozione, ha raccolto le idee e ha dato inizio alla conferenza stampa.<p>Pannella ha reso noto anche che martedì prossimo sarà ricevuto dal presidente della Repubblica. "Spero invece - ha aggiunto - che il presidente della Camera Casini voglia ricevermi prima, possibilmente anche entro oggi". <p><strong>Lunedi e martedi, due giorni di lotta</strong><p>In serata sarebbe giunta la notiza che l'indomani (giovedi) il leader radicale avrebbe incontrato il presidente della Camera. <p>Nello stesso comunicato, si annunciava anche la decisione di proclamare per Lunedì 1 e martedì 2 luglio, due giornate di mobilitazione nonviolenta, per “dar corpo alla sete e alla fame per la legalità”.<p><strong>Un precedente pericoloso</strong><p>"Entro lunedì o martedì della prossima settimana - ha chiesto - la Camera deve essere chiamata a discutere. Poi decida quel che vuole, anche che va bene un plenum di 617 deputati. Ma io - ha sottolineato - li metto sull'avviso: se si fa questo si creano anche le premesse perché in altre circostanze si possa dire che per il plenum possono bastare anche 570 deputati, basteranno dei ricorsi pretesutosi e ben motivati".<p><strong>Casini e il gioco delle parti</strong><p>"Ieri - ha raccontato Pannella - il gioco delle parti in una commedia di malarte delle istituzioni che occupano il diritto: entrambe con le proprie ragioni, la sinistra che fa l'Aventino e la maggioranza attorno a Casini, si sono equivalse".<p>Il presidente Casini avrebbe preso la decisione di un dibattito in Parlamento, "prendendo atto che il Presidente della Giunta Soro, avendo 'commesso' l'ingenuità o il dovere di aver detto che l'inerzia omissiva non è compatibile con la Giunta, che tutto è lecito e legittimo tranne che rinviare, è rimasto isolato, non è riuscito a far conincidere il dovere di parte con l'esercizio delle proprie funzioni istituzionali.<p>Il leader radicale ha criticato comunque il comportamento tenuto da Casini, osservando che il Presidente "aveva ritenuto di dover dare tempo affinché maturasse una decisione condivisa, ma quel tempo non c'era: se un atto è dovuto costituzionalmente e civicamente, allora è dovuto nel tempo dovuto, nella prescrizione temporale".<p>Con questa nuova decisione Casini "toglie ciò che noi abbiamo conquistato alle istituzioni, il tempo di decidere, lo dilapida volendo fare bene: è una massima imprudenza. Ogni giorno - anticipa Pannella - Casini vedrà Violante e Vito mercanteggiare e farsi i conti".<p><strong>Pannella a Luca Coscioni, non puoi mancarci</strong><p>Nel corso del suo lungo discorso, Pannella ha anche parlato dell'esclusione di Luca Coscioni dal Comitato di Bioetica, contestando le decisioni prese: "Con 5 mesi di ritardo, dopo che il governo ha preso la responsabilità sulla legge per la fecondazione assistita, è nato il comitato nazionale di bioetica, dove sono riunite tutte le forze antiliberali e anti stato di diritto".<p>"Per questo - ha aggiunto - è presidente onorario il togliattano Berlinguer, e presidente un professore cattolico, mentre Coscioni, candidatosi sull'uso dell'embrione e appoggiato da 50 premi nobel della scienza e 800 professori universitari".<p>Pannella poi si è rivolto anche direttamente a Luca Coscioni: "Adesso la smetti di stare teso - lo ha esortato - e scrivi e parla, perché sei un leader, un leader di una vita possibile, e non puoi mancarci".<p><strong>I quotidiani di oggi come il giornalismo del ventennio</strong><p>Non è mancato nell'intervento di Marco Pannella un duro attacco ai direttori dei quotidiani italiani, colpevoli di aver censurato la battaglia non violenta radicale e, recentemente l'aggressione a Yasha Reibman: I direttori quotidiani, "i De Bortoli, i Sorgi, devono riconoscere nel loro il giornalismo del ventennio, solo che allora interpretavano la logica tragica dell'etica dello stato, mentre oggi rispondono a una loro legalità di gruppi faziosi, estranei a cultura dello stato di diritto".
    0:00 Durata: 56 min 20 sec
  • "Il gioco delle parti nella commedia della 'malarte' delle istituzioni": Casini verso il dibattito in aula

    0:02 Durata: 6 min 53 sec
  • Se un atto è dovuto, si deve rispettare la prescrizione temporale

    0:09 Durata: 4 min 19 sec
  • "Casini dilapida il tempo di decidere che abbiamo conquistato"

    0:14 Durata: 3 min 30 sec
  • Luca Coscioni escluso dal Comitato di Bioetica; "Tortora un vincitore"

    0:17 Durata: 11 min 10 sec
  • "Occorre concentrare in un giorno o due le nostre fami e seti di diritto"

    0:28 Durata: 5 min 3 sec
  • Attacco ai direttori dei quotidiani: giornalismo peggiore che nel ventennio

    0:33 Durata: 1 min 59 sec
  • Due giornate di sete e fame di legalità dedicate al Presidente Ciampi; la Rai non ha dedicato un minuto ai plenum mancanti

    0:35 Durata: 3 min 35 sec
  • "Quando si manca alla legge, ogni giorno che passa la distruzione aumenta"

    0:39 Durata: 1 min 18 sec
  • Se si decide per plenum di 617, precedente pericoloso

    0:40 Durata: 2 min 31 sec
  • Seduta al massimo martedì, altrimenti, scioperi della sete concentrati dei partecipanti al satyagraha

    0:43 Durata: 4 min 5 sec
  • Organizzazione delle giornate della sete della legalità; il satyagraha di Pannella

    0:47 Durata: 3 min 49 sec
  • Casini vedrà "il mercanteggiamento di Vito e Violante": senza seduta martedì, giornata della sete

    0:51 Durata: 1 min 37 sec
  • Ciampi riceverà Pannella martedì; verso il Congresso di Radicali italiani

    0:52 Durata: 3 min 33 sec