27 GIU 2002

Plenum Camera: In aula il 15 luglio, Pannella, «partiti contro la costituzione», sarà sciopero della sete ad oltranza

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 14 min 39 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

La conferenza dei capigruppo della Camera ha fissato una seduta sui 13 seggi vacanti per il 15 luglio, ma non sarà risolutiva.

Pannella risponde con la nonviolenza: sciopero della sete ad oltranzaRoma, 27 giugno 2002 - La Conferenza dei capigruppo della Camera, accogliendo la proposta del presidente Pier Ferdinando Casini di discutere la vicenda dei 13 seggi vacanti in un dibattito in aula, ha stabilito che la seduta si svolgerà nel pomeriggio di lunedì 15 luglio.La seduta si aprirà con una relazione del presidente della Giunta delle Elezioni Antonello Soro, quindi interverrà un
rappresentante per ogni gruppo e alla fine potrebbe esserci un voto, non sul merito della questione per non vincolare la Giunta, ma solo di carattere procedurale.Solo se in sede di dibattito emergerà una posizione comune a tutti gli schieramenti, come ha auspicato il presidente Casini, ci potrà eventualmente essere "un voto procedurale", che sancirà l'accordo stesso.

In caso positivo, quindi, l'aula darà un mandato alla Giunta per le elezioni ad attuare quanto emerso nel dibattito.In base alle conclusioni della discussione, che, come ha spiegato il presidente dei deputati dei Ds Luciano Violante riguarderà "in generale la questione delle garanzie", l'opposizione valuterà se esistono le condizioni per tornare a partecipare ai lavori della Giunta delle Elezioni."Non si chiuderà la vicenda ma si svolgerà un'istruttoria ad alto livello - ha spiegato Giovanni Russo Spena, vicecapogruppo di Rifondazione comunista - affinché la Giunta, valutando le conclusioni dell'Aula che speriamo siano unitarie, possa procedere all'eventuale assegnazione dei seggi".Pannella, continuerà il 'mercato delle vacche'Alla notizia della seduta convocata per il 15 luglio, ha reagito duramente il leader radicale Marco Pannella, che, al 76° giorno di satyagraha per la legalità costituzionale, aveva chiesto il dibattito in aula per martedì prossimo lanciando una due giorni di sciopero della sete: "L'esito della conferenza dei capigruppo - ha reso noto in un comunicato - costituisce uno splendido esempio di una cultura, di un metodo e di manifestazioni politiche che producono anticostituzionalità, illegalità e antidemocrazia"."Dunque, verso il 20 luglio la giunta delle elezioni riprenderà la sua ricerca e il suo presidente si ritroverà molto probabilmente a constatare che 'il mercato delle vacche' tra i due poli e nella 'Camera dei partiti' non si è ancora concluso".

Tra l'altro, da oggi al 15 luglio, giorno fissato per la seduta sui seggi vacanti, si dovrà riunire anche il Parlamento in seduta comune per eleggere i giudici del Csm.

Insomma, c'è tempo per le trattative dei partiti.Istituzioni e società gettate nel fango dai partiti"La verità - ha sottolineato Pannella - è che per quanto si voglia, e questo mi pare sia il caso, presiedere Parlamento, Camera dei Deputati, giunta delle elezioni in coerenza e in lealtà alle proprie funzioni e responsabilità, il risultato resta lo stesso: i partiti e la loro cultura sfascista, antidemocratica e contro lo stato di diritto trascinano le istituzioni e la società italiane sempre più in basso: nel fango".Il leader radicale ha dunque confermato la drammatica forma di lotta nonviolenta: "Riprenderò ad oltranza il mio sciopero della sete e il Satyagraha - si legge nella nota - darà lunedì e martedì prossimi, una risposta adeguata, dando corpo alla legge e alla legalità, offese".

leggi tutto

riduci

  • La corrispondenza di Alessio Falconio per Radio Radicale

    <br>Indice
    0:00 Durata: 7 min 33 sec
  • Pierluigi Castagnetti, capogruppo Margherita

    0:07 Durata: 4 min 13 sec
  • Giovanni Russo Spena, capogruppo Rifondazione Comunista

    <strong>Servizi correlati</strong> (27.06.2002) - Pannella: Sciopero della sete a oltranza da domenica (27.06.2002) - Pannella al termine dell'incontro con Casini proclama le due giornate di mobilitazione nonviolenta (26.06.2002) - Pannella chiede dibattito in aula entro martedi (25.06.2002) - Pannella "La situazione si sporca e si ingarbuglia" (24.06.2002) - Pannella al Tg2 (24.06.2002) - Pannella e Bonino a Casini: "Serve voto utile" (23.06.2002) - Pannella alla maratona oratoria (22.06.2002) - Pannella: Incontro Casini poi decido su sciopero della sete 21.06.2002 - Intervista a Tg2, Imminente passaggio a sciopero della sete 21.06.2002 - Pannella precisa le forme dei suoi 70 giorni di partecipazione al satyagraha 20.06.2002 - Pannella attacca Casini, «Si sta comportando in modo inaccettabile» 20.06.2002 - Al via la Maratona oratoria e della sete a Piazza Montecitorio
    0:11 Durata: 2 min 53 sec