24 LUG 2002

Montagnard: Intervista al sottosegretario agli Esteri Boniver dopo l'incontro con Kok Ksor

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 48 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 24 luglio 2002 - Il leader dei Montagnard Kok Ksor, accompagnato da esponenti di 'Nessuno Tocchi Caino' e del Partito Radicale Transnazionale, ha incontrato oggi il sottosegretario agli Esteri con delega ai diritti umani Margherita Boniver.L'incontro è stato di grande interesse e drammatico - ha riferito la Boniver - per le violazioni continue dei diritti umani fondamentali nei confronti di questa popolazione degli altipiani centrali del Vietnam perseguitata da dopo la fine della guerra del Vietnam.

Visto che avevano combattuto con gli americani - ha spiegato - sono diventati bersaglio
delle persecuzioni delle autorità"."Per una soluzione umanitaria - ha ricordato il sottosegretario - si era trovato un accordo tripartito tra Vietnam, Cambogia e l'agenzia Onu per i rifugiati, ma l'accordo non ha mai retto.

900 montagnard sono stati trasferiti via aereo in Usa, privi anche della tutela della convenzione di Ginevra"."La posizione del governo italiano, insieme ai paesi Ue, - ha affermato - ha presentato di fronte alla commisisone Onu per i diritti umani una risoluzione che chiedeva il pieno rispetto dei diritti dei montagnard, e invitava il Vietnam e la Cambogia a rispettare gli obblighi internazionali, la convenzione di Ginevra.

Bisogna - ha avvertito la Boniver - continuare a monitorare e sollevare questa ennesima violazione nei fori competenti"."Vanno denunciate anche - ha concluso riferendosi agli attachi di Russia e Vietnam al Partito Radicale - le pressioni dei governi sulle ong; in genere è questa la reazione di governi illiberali quando vengono toccati nervi scoperti".

leggi tutto

riduci