12 SET 2002

Iraq: Confronto Annan-Bush all'Assemblea Onu

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 40 min 8 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Iraq: Confronto Annan-Bush all'Assemblea Onu", registrato giovedì 12 settembre 2002 alle 00:00.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Esteri.

La registrazione video ha una durata di 40 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • <strong>Annan: Non c'è alternativa alla legittimazione Onu. Bush: Allora fermate Saddam, l'Onu è nato per questo.</strong><p>Roma, 12 settembre 2002 - Nel suo intervento all'assemblea generale Onu, il presidente americano George W. Bush ha replicato al segretario generale Kofi Annan che aveva ribadito la necessità di una legittimazione Onu prima di qualsiasi azione. Bush ha risposto che però l'Onu deve affrontare le minacce come quella rappresentata da Saddam Hussein, perché per questo scopo è nato.<p>Bush ha cercato di convincere l'assemblea generale della necessità di agire nei confronti dell'Iraq di Saddam Hussein, elencando "dieci anni di violazioni" di risoluzioni dell'Onu.<p>Ha quindi chiesto all'Onu "di obbligare Saddam a rispettare gli impegni di disarmo dopo dieci anni di violazioni", proponendo che il Consiglio di Sicurezza approvi una nuova risoluzione in questo senso, ma non ha suggerito ultimatum per il ritorno degli ispettori.<p>"Le giuste richieste di pace e di sicurezza devono essere soddisfatte, o l'azione sarà inevitabile", ha avvertito il presidente.<p>"Non possiamo non fare nulla mentre il pericolo s'annuncia. Dobbiamo batterci per la nostra sicurezza e per i diritti e le speranze permanenti dell'umanità. Siamo stati più che pazienti", ha osservato Bush, ricordando che "questo è esattamente il tipo di aggressiva minaccia per affrontare la quale l'Onu è nato".<p>"L'Iraq - ha denunciato - ha accettato una serie di impegni e poi li ha ignorati. Ha rotto la promessa di far tornare i prigionieri kuwaitiani dopo la guerra, ha rotto la promessa di porre fine alle relazioni con i terroristi, ha mentito sui suoi sforsi per dotarsi di armi chimiche e nucleari".<p>"L'Iraq - ha aggiunto - vuole che abbiano fine le sanzioni economiche per comprare armi. Saddam Hussein è il responsabile della sofferenza del suo popolo. Il regime di Saddam Hussein rappresenta una pesante minaccia". "Saddam Hussein - ha accusato Bush - ha vanificato gli sforzi delle Nazioni Unite e si sta dotando di armi nucleari".<p><strong>Bush, Palestina democratica e indipendente</strong><p>Il presidente Usa ha anche ribadito la linea degli Stati Uniti sulla questione israelo-palestinese: "non ci può essere pace se non c'è libertà per entrambi. L'America resta impegnata alla creazione di una Palestina indipedente e democratica, che esista al fianco di Israele nella pace e la sicurezza".<p><strong>Annan, non c'è alternativa alla legittimazione Onu</strong><p>Il primo a prendere la parola nella sessione di oggi dell'assemblea generale delle Nazioni Unite è stato il segretario Kofi Annan, che ha esordito invitando l'Iraq a permettere il rientro degli ispettori Onu, ma ricordando anche che "ogni nazione ha diritto all'autodifesa e non c'è nessuna soluzione sostitutiva dell'unica legittimazione all'azione che è data dall'Onu".<p>"Tutti gli stati hanno interesse a mantenere legalità e ordine", ha detto Annan. "Le nazioni più potenti sanno che hanno bisogno di cooperare con le altre", ha aggiunto. Elencando le priorità che dovranno essere discusse, Annan ha citato il conflitto israelo-palestinese, "dobbiamo tornare a cercare una soluzione", la questione Iraq, l'Afghanistan, le tensioni tra India e Pakistan per la regione del Kashmir, "che minacciano la pace mondiale".<p><strong>Blair accoglie "calorosamente" il discorso di Bush</strong><p>Il premier britannico Tony Blair, secondo quanto dichiarato da un portavoce, ha accolto "calorosamente" il discorso sull'Iraq pronunciato oggi dal presidente degli Stati Uniti George W. Bush alle Nazioni Unite. Blair "ha sempre creduto che l'Onu sia il posto giusto per affrontare le questioni sull'Iraq e sulle armi di distruzione di massa poiché è l'autorità dell'Onu che (Saddam Hussein, n.d.r.) sta violando".<p><strong>Iraq, mai dette tante menzogne</strong><p>Dura la reazione irachena al discorso di Bush: non ha "credibilità" ed è "motivato da sete di vendetta e da fini politici", ha detto l'ambasciatore iracheno all'Onu Mohammed Aldouri, che ha aggiunto che Bush "sceglie di ingannare il mondo e il suo stesso popolo con la più lunga serie di menzogne che siano mai state dette da un leader di una nazione".
  • Il discorso di George W. Bush, presidente Usa

    0:00 Durata: 26 min 52 sec
  • Il discorso di Kofi Annan, segretario generale dell'Onu

    0:26 Durata: 13 min 16 sec