05 OTT 2002

Radicali: Intervento di Marco Pannella a RR per denunciare il "falso" commesso dal Corriere della Sera

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 21 min 44 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il 'Corriere della Sera' ha riportato la notizia dell'appello di Pannella per il Prt tacendo, cancellando i veri scoop: tra gli iscritti al Prt, 6 ministri e 30 parlamentari albanesi, 60 parlamentari italiani di entrambi gli schieramentiRoma, 5 ottobre 2002 - Il leader radicale Marco Pannella è intervenuto stamani in diretta telefonica su Radio Radicale per denunciare un nuovo "falso" commesso dal 'Corriere della Sera', nel riportare la notizia del suo appello per il Partito radicale transnazionale."Il 'Corriere della Sera' di De Bortoli e Romiti riporta oggi una notizia su di noi.

Si tratta
di un falso - ha denunciato Pannella, spiegando - Falsi grossolani non se ne fanno più.

Sono dei falsi non grossolani, che possono servire ad una campagna di disinformazione del paese e dei propri lettori".Non era una lettera apertaLeggendo quanto ha scritto oggi il quotidiano di via Solferino, il leader radicale ha sottolineato le inesattezze: "Questa lettera 'aperta' non esiste, è una mia lettera, anzi una e-mail riservata ai nostri compagni, la apre il Corriere, come le agenzie, e ne hanno fatto informazione".Gli 'scoop' contenuti nella lettera di Pannella"Il problema - ha proseguito - è che in quella lettera chiusa vi sono degli scoop giornalistici che eventualmente potrebbero essere presi, ma no, qui invece, colgono solo l'aspetto 'il partito sta in difficoltà, Pannella fa il solito appello perché si iscrivano in molti'"."C'é una piccola differenza, ci sono degli scoop.

Per la prima volta, uno dei giornali, citando una mia lettera chiusa, poteva segnalare ai propri lettori questo: ad oggi, vi sono 60 parlamenatri italiani iscritti al Partito radicale transnazionale per il 2002 e, forse notizia ancora più ghiotta, 40% di centro-sinistra, 60% di centro-destra, qualcosa che di per sè meriterebbe una notizia e magari anche un'inchiesta, capire chi sono e perché"."Ma quali sono - ha aggiunto Pannella - le altre cose che vengono tolte dalla lettera chiusa che diventa aperta: vi sono 6 ministri del governo albanese iscritti al Prt.

Vi sono, su 140 parlamentari albanesi, oltre 30 iscritti al Prt".Il progetto di organizzazione mondiale delle democrazie"Inoltre - ha osservato ancora - nella lettera chiusa, evoco e rievoco per gli iscritti quali sono le battaglie in cui siamo impegnati in questi giorni, tutte battaglie che potrebbero attendersi, inutilmente, dall'internazionale socialista, democristiana e da quella detta liberale, ma naturalmente queste internazionali, piene di poteri, non fanno nemmeno un decimo di quello che noi come partito radicale stiamo facendo e abbiamo fatto in questo anno"."Nella lettera chiusa - ha ricordato Pannella - si informano gli iscritti che questo è il congresso che dovrà adottare o meno il primo progetto, progetto in termini tecnico-diplomatici, giuridici, istituzionali, di organizzazione mondiale della democrazia, che sarà immediatamente, dopo l'8-9 novembre inserito nel dibattito della Comunità interministeriale delle democrazie, Comunità totalmente sconosciuta alla stampa e alla politica italiana, costituitasi due anni e mezzo fa con 10 governi costituenti e poi scomparsa dalle cronache".Azione legale contro il 'Corsera'"Intendo subito - ha concluso Pannella - condurre un'azione civile contro il 'Corriere della Sera' per questa notizia falsificata abilissimamente, secondo un istinto che costituisce ormai la professionalità e i connotati umani stessi del giornalismo ufficiale italiano".

leggi tutto

riduci

  • Il 'Corriere della Sera' dà notizia dell'appello di Pannella

    <br>Indice degli argomenti
    0:00 Durata: 13 min 50 sec
  • Finanziamento pubblico dei partiti

    0:13 Durata: 5 min 18 sec
  • Azione civile contro 'Corriere della Sera'

    0:19 Durata: 2 min 36 sec