31 OTT 2002

Congresso Prt: Pannella, il governo italiano sabota il congresso per ordine di Putin

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 5 min 42 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

"Il governo italiano, che permette, come deve fare, il social forum, sta impedendo la tenuta del Congresso radicale", ha denunciato Marco Pannella intervenuto telefonicamente da Tirana a Radio radicale: "L'aereo da Milano con metà congresso doveva essere in arrivo, ma hanno fermato Kambiev bloccando tutto".In seguito Pannella ha precisato che Kambiev non è stato fermato, ma che il volo è stato ritardato per controllare se vi fosse la sua presenza o quella di altri ceceni a bordo."Il sindaco di Firenze e il presidente della regione toscana - ha ricordato - avevano stabilito che per fare il social forum si dovevano bloccare per 10 giorni le iniziative radicali", adesso, per ubbidire agli ordini di Mosca "vecchi di trent'anni", ha denunciato il leader radicale, "siccome le figliole di Putin sono gradite e incantevoli ospiti di Berlusconi e abbiamo una diplomazia di stampo monarchico con le corti che si incontrano, sabotano il nostro congresso per ordine di Putin kgb: mamma Putin chiama, Roma risponde".Pannella ha accusato dunque direttamente il ministero degli Interni italiano, che, peraltro, non è riuscito a contattare, di aver voluto bloccare a Milano il charter che doveva trasportare a Tirana un grande numero di congressisti, tra cui il ministro della Sanità del governo indipendentista ceceno Umar Kambiev, che però non è stato trovato.Kambiev, ha ricordato Pannella, "ha sostenuto da sempre e sostiene il negoziato, nemmeno più l'indipendenza", ed è stato "ritenuto una rappresentanza degna per il Prt al comitato dei diritti umani dell'Onu", fatto per il quale la Russia ha chiesto, senza successo, l'espulsione del partito radicale dall'Onu e ha ucciso il giornalista di Radio Radicale Antonio Russo.

"Kambiev - ha aggiunto - è un nostro esponente sul quale non si conoscono iniziative giudiziarie".

leggi tutto

riduci