17 GIU 2003

Processo Sme: Dichiarazioni spontanee di Silvio Berlusconi

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 5 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Stamani il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si è recato al Tribunale di Milano, dove è imputato nello stralcio del processo Sme, per rendere dichiarazioni spontanee.

Premettendo di non aver esaurito con oggi le sue dichiarazioni, ha esordito leggendo in aula una lettera dell'ex ministro socialista Francesco Forte nella quale si sostiene che Bettino Craxi gli riferì di una "robusta dazione di denaro data da Carlo De Benedetti alla Dc in occasione delle elezioni del 1983".

Berlusconi ha poi definito una "mitomane" la teste Stefania Ariosto, che "mente su tutto", e si è soffermato
sulla registrazione "fantasma" al bar Mandara, ha attaccato la Procura di Milano per il fascicolo 9520/95, di cui non si vogliono far conoscere le carte.

"E' un fascicolo aperto da otto anni e si sa bene che le indagini non possono durare a oltranza.

La Procura dice che è un fascicolo contro ignoti ma l'ignoto sono io".

leggi tutto

riduci