08 AGO 2003
intervista

Telekom Serbia: Filodiretto con il presidente della Commissione Enzo Trantino

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 59 min 40 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 8 agosto 2003 - Filodiretto a Radio Radicale con il presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta Telekom-Serbia Enzo Trantino, all'indomani del terzo interrogatorio al teste principale Igor Marini.

Trantino ha ricordato gli ultimi sviluppi del caso e il ruolo che fin dall'inizio hanno svolto i Radicali (un'interrogazione del senatore Milio già il 15 giugno 1997, successive interrogazioni al presidente Prodi, il libro di Giulio Manfredi "Presidente Ciampi, nulla da dichiarare").Il presidente si è poi soffermato sulle ultime dichiarazioni del Marini, che ha confermato le accuse
e le ha aggravate, ha fornito la "prova logica", ma manca la "prova documentale", che però dovrebbe essere contenuta nelle rogatorie in arrivo il 26 agosto dalla Svizzera.

Se le indagini dovessero portare a conseguenze positive "il quadro istituzionale ne uscirebbe devastato", ha osservato Trantino.Su evenutali audizioni di Prodi, Fassino e Dini, è stato possibilista, "per logica si presuppone che ciò possa avvenire".

Il presidente ha dato per certo il "movimento illecito di denaro", anticipando che a qualunque esito porti il lavoro della Commissione, agli italiani verrà offerto un "desolante quadro di in operazione in cui si è perso il 99,1%".

Infine, sull'attendibilità del Marini, non ci sono finora elementi per provare che sia manovrato, ha retto all'urto del fuoco di domande dei commissari.

leggi tutto

riduci