18 DIC 2003
intervista

Iraq: Intervista a Khaled Fouad Allam sulla cattura di Saddam

INTERVISTA | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 18 dicembre 2003 - Ai microfoni di Radio Radicale Khaled Fouad Allam, docente di sociologia del mondo musulmano all'Università di Trieste ed editorialista del quotidiano la Repubblica, commenta la cattura dell'ex ditattore Saddam Hussein e prospetta i possibili effetti.

Un fatto positivo soprattutto per gli iracheni, per i quali «si annuncia un nuovo capitolo» della loro storia.

Importante anche per il processo di stabilizzazione e per rapporti migliori tra gli Stati Uniti e i Paesi che furono contrari alla guerra.

Riguardo il processo a Saddam, anche Fouad Allam auspica un giudizio
condotto da iracheni affiancati da giudici o esperti internazionali, per una questione di legittimità, ma anche per evitare una deriva verso la vendetta.

Su questo il docente guarda con favore alla posizione di Emma Bonino, vedendo nella leader radicale la figura adatta a rappresentare l'Onu in Iraq.

leggi tutto

riduci