30 GEN 2005

Conversazione settimanale con Marco Pannella

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 ore 50 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Conversazione settimanale con Marco Pannella", registrato domenica 30 gennaio 2005 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 3 ore e 50 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • La richiesta di "ospitalità"

    Le posizioni dei vertici del centrodestra e dei vertici del centrosinistra si «giustappongono». Assenza del tema dai grandi giornali. <br><strong>Indice degli argomenti</strong>
    0:00 Durata: 3 min 38 sec
  • Audiovideo completo

    <em>Roma, 30 gennaio 2005</em><br>Consueta conversazione settimanale della domenica sera con Marco Pannella. A cura di Massimo Bordin.<p>
    0:00 Durata: 1 ora 55 min
  • Le prime elezioni democratiche in Iraq nel post-Saddam

    Gli uomini e le donne iracheni «sono risorti». L'Europa e l'Occidente in modo scandaloso hanno continuato a far vivere la shoah su altri popoli, quelli del Medio Oriente. Oggi iracheni «scampati dalla shoah», grazie a "Iraq libero" alternativa alla guerra e al pacifismo. Ricordo di Alemanno e Le Pen nel '91 al fianco di Saddam per difendere la pace. «Il prezzo degli errori americani è alto, ma l'essenziale oggi si è manifestato».
    0:04 Durata: 8 min 26 sec
  • Il dialogo con il centrosinistra: le posizioni dei Radicali sulla guerra in Iraq

    La proposta "Iraq libero" solo sull'Unità. «Alternativa alla necessità della guerra in quel momento». Il «grottesco» voto parlamentare sulla proposta "Iraq libero". «La shoah continua, è continuata, e l'Europa l'ha trasferita dall'Europa ad altrove». Senza l'impegno a Nassiryia, oggi sarebbe per l'Italia «un giorno di vergogna, come ho l'impressione che lo possa essere per Francia e Germania». Oggi «è dimostrato» che la missione è per assicurare «il diritto degli iracheni a esserci».
    0:12 Durata: 7 min 12 sec
  • In preparazione una conferenza internazionale contro le mutilazioni genitali femminili

    Possibile una fatwa in sostegno di una battaglia laica. Dalla Farnesina matura un incarico a Gianfranco Dell'Alba tra Yemen e Italia.
    0:20 Durata: 4 min 10 sec
  • Le dichiarazioni offensive del ministro Alemanno

    Al ministro Alemanno Pannella risponde «di non allargarsi troppo e di non fare cose di stampo comunista o fascista sul piano dell'antropologia culturale... Ha detto agli italiani che noi Radicali, e Luca Coscioni, vogliamo fare commercio dell'embrione con le multinazionali: questa è un'accusa degna delle peggiori polemiche di antropologia comunista e fascista... Ha detto che i radicali, se vogliono avere rapporti con la CdL... devono chiedere "perdono" e "scusa". Ministro, non si allarghi troppo, perché così ci ricorda, fa vivere, quel gruppetto di 10-15 fascisti scatenati che in difesa di Saddam Hussein contro Bush padre, contro la Nato e la politica tradizionale italiana, manifestava a sostegno di Saddam... 12/13 anni fa Lei era giovane ma non era un bambino, e non mi pare che sia cresciuto abbastanza perché Le si possa ora fare fiducia di essere altro da quello. Se lo lasci dire da me, che come sa ho una conoscenza pari alla vostra di voi stessi, perché ho condiviso i momenti peggiori della vostra vita, anche quelli che io potevo - voi no - indicare come del fascismo degli antifascisti contro voi veri o falsi fascisti...»
    0:24 Durata: 4 min 9 sec
  • Berlusconi da mesi parla con «arroganza della ricchezza civile e storica, italiana ed europea, dei Radicali»

    Berlusconi più attento alla signora Mussolini. Berlusconi risponda alla nostra domanda «di poter usare quei diritti negati dal regime in quanto privilegi da usare divenendo presenti nel perimetro bipolare».
    0:28 Durata: 7 min 48 sec
  • La proposta politica ai due Poli, CdL e Gad. La questione dell'"ospitalità"

    Nel nostro paese non è possibile concorrere alle elezioni a coloro che non siano interni al bipolarismo. Si sta aggravando la situazione di illegalità dalle elezioni regionali del 2000. Premesso ciò, chiediamo di estendere, come ospitatalità, il privilegio, per esercitare i diritti politici. «Non ci pensiamo nemmeno lontanamente» a unirci per abbattere Berlusconi o i "comunisti". E' «fondamentale che ai cittadini italiani venga restituito il diritto di giudicare i Radicali». E' «naturale» che se chiediamo ospitalità per le regionali, i Radicali sosterrebbero i candidati alla presidenza delle regioni della coalizione ospitante. La richiesta di accordi programmatici è «una bufala». Se si realizza ospitalità «si creano dinamiche di entusiasmo e di scoperta di sé». Il rifiuto di Fassino a una manifestazione per la Cecenia proposta da Sofri; il voto in Parlamento sulla proposta "Iraq libero"; l'ostruzionismo dei vertici Ds nella raccolta di firme referendarie. Oggi c'è l'appello di 64 parlamentari del centrosinistra per l'ospitalità ai Radicali.<br>«Andiamo con quel Polo che abbia ritenuto giusto e opportuno di consentire agli italiani di decidere se votare o meno i Radicali». In Berlusconi «resistenze» perché teme di ritrovarsi allo spirito liberale e riformatore del '94. Nel centrosinistrra «temono che può riesplodere l'entusiasmo del '74». Risposta alla fine di questa settimana: Congresso Ds e Consiglio Forza Italia.<br>Perché non sono possibili accordi programmatici. Il «semplice annuncio dell'"ospitalità" può determinare meccanismi che da trent'anni il centrosinistra non vuole più mettere in atto e che da sette anni non vuole più mettere in atto Berlusconi». Da una parte gestione collettiva, dall'altra leadership carismatica di Berlusconi.<br><strong>Risposta a La Russa</strong>: «Ospitante e ospitato vanno alle elezioni con tutta la loro identità storica e politica attuale». Il centrodestra va avanti con la legge Fini sulla droga, i radicali prepareranno il referendum: in politica i laici «scelgono obiettivi e non valori». Le trattative per l'accordo, poi sfumato, per le regionali del 2000.
    0:36 Durata: 52 min 28 sec
  • Il duro attacco del Foglio a Coscioni e i Radicali

    Continua il «gioco squallido» di mettere al centro «totali menzogne». Al «coltissimo e disperato» Giuliano Ferrara Pannella dice: «I conti con il positivismo e il progressismo non ho mai dovuto farli». Non è la scienza che può dire se l'embrione è o non è persona, ma sono le proprie convinzioni, «scelte che ognuno compie in coscienza». L'intervento di Giovanni Reale sull'Espresso.
    1:28 Durata: 8 min 39 sec
  • «Richiesta di ospitatalità ai Poli come estrema difesa della legalità»

    La forma organizzativa dei soggetti radicali: crisi gravissima, ma espansione di impegni (con Fini alla Farnesina «qualcosa si muove»). Si arrivò all'8,5 % del '99 grazie alla vendita dei beni patrimoniali. Altri partiti hanno incassato l'80% in più di quello che hanno speso. Oggi non siamo in condizione di fare la campagna elettorale al di fuori dei Poli: «Non possiamo esercitarlo come diritto, chiediamo di condividere il privilegio». E' «la situazione di regime». Il problema finanziario della convocazione del Congresso del Partito Radicale Transnazionale
    1:37 Durata: 7 min 53 sec
  • Convenzione del Parti Radical de Gauche

    Bertinotti favorevole all'"ospitalità". I congressi del PCI. Grosso aiuto da D'Amico, Grillini, Furio Colombo, Angius e i 64 firmatari dell'appello
    1:45 Durata: 8 min 29 sec
  • Domenica prossima conclusioni delle trattative con i Poli

    1:53 Durata: 3 min