06 NOV 2005

La conversazione settimanale con Marco Pannella

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 4 ore 4 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "La conversazione settimanale con Marco Pannella", registrato domenica 6 novembre 2005 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 4 ore e 4 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Massimo Bordin, sommario degli argomenti

    <br>Indice
    0:14 Durata: 1 min 40 sec
  • Video completo

    Roma, 6 novembre 2005 -
    0:14 Durata: 2 ore 2 min
  • La "Rosa nel pugno": il passo avanti dello Sdi e quello indietro del Nuovo Psi

    La relazione di Boselli e la «qualità» degli interventi al Consiglio nazionale dello Sdi. La «poca sintonia» invece con l'assemblea dei delegati del Nuovo Psi: l'intervento di Zavettieri
    0:15 Durata: 7 min 3 sec
  • Le dichiarazioni di Fassino sull'Iraq e i passi avanti anche di Prodi e Boselli. Le nuove rivelazioni sull'ipotesi dell'esilio di Saddam

    «Un richiamo all'opinione pubblica... l'unico modo per far vivere le sue posizioni è parlare all'opinione pubblica perché nel suo partito posizioni omogenee a queste non siano troppo isolate». D'Alema si atteggia a «leader lontano che non si cala nelle congiunture per lui sempre troppo piccole». Sull'Iraq passo avanti anche da Boselli e lo Sdi. Terreno di confronto con le posizioni radicali. Ora è quasi Berlusconi che rincorre Prodi. L'alternativa alla guerra "Iraq libero" non è stata coltivata dalle classi dirigenti di centrodestra né di centrosinistra. L'Unità di Furio Colombo l'unico organo di stampa a seguire "Iraq libero". Le nuove rivelazioni di Cnn e NYT sull'accordo per l'esilio di Saddam. Hanno scelto le trattative con i generali di Saddam lasciando allo sbando 500 mila militari iracheni. Gli accordi bilaterali degli Usa per sottrarsi alla giurisdizione della Corte penale internazionale. Il "ministro degli Esteri" Bonino può andare d'accordo non con i Comunisti italiani ma con Rifondazione sì. Fra Ds, con le «intenzioni e proclamazioni» di Fassino (che non hanno durata politica nelle scelte del partito), e il nuovo soggetto Sdi/Radicali, forse già c'è uno schieramento che potrebbe rivelarsi maggioritario nell'Unione.
    0:22 Durata: 20 min 20 sec
  • Le considerazioni di Macaluso sul nuovo soggetto liberalsocialista

    Riflessioni di cui tenere conto ma non obiezioni. In Macaluso «il meglio di echi togliattiani».
    0:43 Durata: 3 min
  • La curiosa ripartizione di Zavattieri tra liberalsocialisti e radicalsocialisti

    Il New Deal di Roosevelt e il welfare di Lord Beveridge: intreccio tra libertà "borghesi" e conquiste sociali ed economiche. Rispetto alle liberalizzazioni, alla legge Biagi, che andrebbe estesa, la sinistra non ci soddisfa. La mobilità dell'assetto del lavoro dipendente ipotecata dalla non mobilità degli ordini professionali e della parte "alta" della struttura economico-sociale del paese. Leggi Giavazzi e Ricolfi. Non si deve sabotare la Biagi ma renderla sistemica. Applaudito il passaggio di Boselli su questo al congresso. I radicali hanno sempre avuto posizioni chiare e nette sui temi studiati da Monti, Giavazzi, Ricolfi. Ridicola distinzione di Zavettieri tra liberalsocialisti che si occupano di questioni sociali e radicalsocialisti che pensano ai diritti civili. Diritti civili da sempre battaglie in quanto questioni sociali. Le pensioni: «Il diritto alla pensione deve sempre meno apparire come una condanna».
    0:46 Durata: 24 min 10 sec
  • Dove sono i generali di Saddam che si sono arresi agli americani

    1:10 Durata: 2 min 46 sec
  • Di nuovo la questione dell'unità socialista riproposta da Craxi-Zavettieri

    «Craxi, o qualsiasi persona, che dice che l'integrazione fra area socialista e area radicale non c'è mai stata in Loris Fortuna è una cazzata». La terza via attribuita a Blair è proprio questa: la piena accettazione del mercato da governare, il proseguimento dell'opera di Beveridge. Le dichiarazioni ambigue di Craxi sul concordato. Da Craxi «caricature del doroteismo». Generazioni di socialisti sono stati doppia tessera. Le conquiste sociali sono state radicalsocialiste. La «radicalità del socialismo di Zapatero non ha lo stesso connotato di Felipe». L'unità dei socialisti la si fa riuscendo ad aggregare su un'alternativa e su una riforma di sistema del paese. Boselli oggi, come nel '99 la Bonino, rimproverato di essere «protesi di Pannella», di svendere il patrimonio storico e l'urgenza dell'unità socialista. Sono «senza speranze politiche e stanno a guardare come piantare piccole grane».
    1:13 Durata: 7 min 53 sec
  • I tre giudici costituzionali di nomina presidenziale; il conflitto di poteri sull'atto di grazia; l'amnistia

    Il ruolo del segretario Gifuni, «molto soddisfatto». «Perché la presidenza della Repubblica ha incomprensibilmente investito la corte di un conflitto che non c'era, mentre c'era solo un'ipotetica volontà di conflitto da parte del ministro Castelli?» Perché le tesi contrarie a quella della competenza esclusiva provengono tutte dalla presidenza della Repubblica. L'ultima «beffa» che si tenta è di impedire fino all'ultimo secondo a Ciampi di fare quello che ha sempre dichiarato di voler fare. Assurdo che la Corte abbia ritenuto ricevibile il conflitto di poteri con un singolo ministro ritenuto un potere a sé. Candidando Sofri diverrebbe palese che viene impedito a Ciampi di firmare la grazia. Se Prodi e l'opposizione chiedessero l'amnistia siamo sicuri che Berlusconi potrebbe dire di no? La legge ex-Cirielli «consente un'amnistia annuale di classe».
    1:21 Durata: 16 min 1 sec
  • Perché non provare candidature di governo ai radicali?

    Il colloquio Berlusconi-Ciampi e la possibilità che Ciampi non firmi alcune leggi. «Possibile che dinanzi alle questioni economiche i Monti e i Giavazzi non consiglino che candidature di governo ai radicali sia coerente e necessario provarle?». Non rimetteranno in circolazione Luttazzi e Forattini. L'attacco al Centro d'Ascolto e «il disegno di soffocare la realtà Radio Radicale»
    1:37 Durata: 7 min 39 sec
  • Che si deve fare con l'Iran: l'inadeguatezza dello Stato nazionale

    La fiaccolata per Israele passo avanti per la sinistra. L'insegnamento del manifesto di Ventotene «fa epoca»: «Comunque la sovranità dello stato nazionale non può essere contenitore di democrazia, perché non corrisponde alla evoluzione antropologica del mondo». Occorre tradurre il manifesto per il Medio Oriente. Una visione federalista per l'area Libano, Palestina, Giordania, Israele, Iraq e per l'area mediterranea. Israele chieda l'adesione all'Unione europea. Galli Della Loggia e Sergio Romano «di scuola nazionalista».
    1:44 Durata: 15 min 54 sec
  • Elezioni amministrative: Milano e la Sicilia

    Il prefetto che si dimette e si candida. Le nuove icone della sinistra: magistrati democratici, preti democratici, capitalisti democratici. Le dichiarazioni del procuratore Antimafia Grasso
    2:00 Durata: 11 min 39 sec
  • La scadenza del 15 dicembre per la convocazione del Consiglio generale del PRT

    Riunione a Bruxelles dal 9 all'11 novembre. All'inizio di dicembre il congresso della Coscioni a Orvieto. Associazione promotrice del nuovo soggetto con lo Sdi.
    2:12 Durata: 4 min 22 sec