08 DIC 1999
europa

Likkanen presenta «e-Europe: Una Società dell'Informazione per tutti»

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 41 min 51 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Bruxelles, 8 dicembre 1999Documento audiovisivo della conferenza stampa del commissario Ue all’Impresa ed alla Società dell'Informazione, Erkki Liikanen che ha illustrato l'iniziativa intrapresa dalla Commissione: "Anzitutto dobbiamo colmare il gap che ci separa dagli USA, per trovarci preparati al nuovo mondo della società dell'informazione.

Bisogna investire in Internet sia nei contenuti che nelle applicazioni, ma garantire anche pari opportunità, sia un fatto di giustizia sociale che di occasioni di impresa economica".

Registrazione video di "Likkanen presenta «e-Europe: Una Società
dell'Informazione per tutti»", registrato mercoledì 8 dicembre 1999 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Commissione Europea.

La registrazione video ha una durata di 41 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Erkki Likkanen illustra in dettaglio il progetto

    <br><strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 21 min 26 sec
  • Cosa c'è di nuovo in questo progetto? "Non è una idea nuova, la novità è che intendiamo veramente metterle in pratica, gettando le basi per un'azione a lungo termine"

    <br><strong>Likkanen risponde alle domande dei giornalisti</strong>
    0:21 Durata: 3 min 9 sec
  • Sulla creazione del dominio «.ue» e sulle intenzioni dell'Europa nello sviluppo di Internet-mobile: "Il numero di GSM in europa è in costante crescita, inoltre la tecnologia ci consente di trasmettere suoni ed immagini, per ottenere collegamenti mobili. La creazione di un nuovo dominio serve ad ottenere nuove possibilità di registrare indirizzi ed ha un valore simbolico"

    0:24 Durata: 4 min 51 sec
  • Sulle ripercussioni della Società dell'Informazione sul mercato del lavoro e sul millennium bug: "Una priorità è quella di facilitare l'ingresso delle PMI nei programmi. Il bug può creare delle turbative, ma nel complesso dovrebbe funzionare tutto bene"

    0:29 Durata: 5 min
  • Sulle iniziative volte alla riduzione dei prezzi per l'accesso ed il collegamento telefonico: "Incoraggiando la competizione, intendiamo ridurre i prezzi"

    0:34 Durata: 2 min 30 sec
  • Sulla sperequazione di PC e GSM nei singoli paesi dell'UE: "Nei paesi scandinavi ha funzionato la precoce liberalizzazione. Le differenze nei GSM non sono preoccupanti. Dev'essere la tecnologia a guidare lo sviluppo, la politica deve evitare la marginalizzazione e favorire l'inclusione sociale"

    0:37 Durata: 4 min 12 sec
  • I PC avranno un softwere Microsoft: "Non abbiamo una posizione in proposito, anche se faremo in modo che non vi sia un solo tipo di software"

    <br>Comunicato stampa della Commissione Europea <p><strong>L' UE lancia "</strong><em><strong>e</strong></em><strong>Europe</strong><strong>"</strong><em><strong> </strong></em><strong>Iniziativa per accelerare la trasformazione dell'Europa</strong><strong>in una Società dell'Informazione</strong> <p><em><strong>La commissione europea ha lanciato un'iniziativa dal titolo </strong></em><em><strong>"</strong></em><em><strong>e</strong></em><em><strong>Europe </strong></em><em><strong> una Società dell'Informazione per tutti</strong></em><em><strong>", il cui ambizioso obiettivo è quello di portare i benefici della Società dell'informazione a portata di mano per tutti i cittadini europei. L'iniziativa si concentra su dieci priorità, </strong></em><em><strong>dall'educazione ai trasporti, dalla sanità ai disabili. L'iniziaiva è un elemento chiave della strategia del presidente per modernizzare l'economia europea.</strong></em> <p>Ecco in detttaglio gli obiettivi di <em>e</em>Europe Initiative: <p> Portare online nell'era digitale ogni cittadino, da scuola o da casa, ogni azienda ed ogni amministrazione. <p> Creare una alfabetizzazione digitale in Europa, sostenuta da una cultura imprenditoriale pronta a finanziare ed a sviluppare nuove idee. <p> Assicurare che l'intero processo sia socialmente inclusivo, crei la fiducia nei consumatori e rafforzi la coesione sociale. <p>Per raggiungere questi obiettivi, la commissione propone 10 aree di intervento con ambiziosi obiettivi da raggiungere da un'azione congiunta di Commissione, stati membri e cittadini europei. Le 10 aree di intervento sono: <p><strong>Portare i giovani europei nell'era digitale: </strong>portare Internet e gli strumenti multimediali nelle scuole ed adeguare i sistemi educativi all'era digitale. <p><strong>Accesso ad Internet economico:</strong> incrementare la competizione per abbassare i prezzi ed incoraggiare la scelta dei consumatori. <p><strong>Accelerating l'</strong><em><strong>e</strong></em><strong>-commerce:</strong> velocizzare lo sviluppo della normativa ed espandere l'usa di transazioni elettroniche. <p><strong>Internet veloce per ricercatori e studenti:</strong> eassicurare accessi ad alta velocità facilitando la cooperazione nell'apprendimento e nel lavoro. <p><strong>Smart card per l'accesso elettronico:</strong> facilitare la creazione di una infrastruttura europea per massimizzarne l'accettazione. <p><strong>Capitali di rischio per le Piccole e Medie imprese nel settore hi-tech: </strong>Sviluppare gli approcci innovativi allo scopo di massimizzare il capitale di rischio disponibile a investire nelle piccole e medie imprese che operano nel campo dell'alta tecnologia. <p><em><strong>"</strong></em><em><strong>e</strong></em><strong>Participazione</strong><strong>" per i disabili:</strong> assicurarsi che lo sviluppo dell'information sociaty tenga in debito conto delle necessità delle persone disabili. <p><strong>Sanità online:</strong> incrementare al massimo l'uso delle tecnologie telematiche per i servizi sanitari. <p><strong>Transporti intelligenti:</strong> rendere più efficienti e sicuri i trasporti attraverso l'uso delle tecnologie digitali. <p><strong>Governi online:</strong> assicurarsi che i cittadini possano avere semplicità di accesso online ad informazioni, servizi e procedure decisionali.
    0:41 Durata: 43 sec