27 SET 2000

Jugoslavia: Si va al ballottaggio con seri dubbi di brogli

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 5 min 21 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

L'opposizione rifiuta i risultati dell'Ufficio Centrale Elettorale: la tensione resta altissima Pristina, 27 settembre 2000, ore 8.45 - Documento sonoro della corrispondenza dell'inviato di Radio Radicale Arthur Zheji che informa sulle reazioni agli esiti delle elezioni presidenziali che hanno visto la vittoria del candidato dell'opposizione Kustunica, ma il mancato raggiungimento del quorum da parte di quest'ultimo, aprendo la strada quindi al turno di ballottaggio che si svolgerà il prossimo 8 ottobre.

Registrazione audio di "Jugoslavia: Si va al ballottaggio con seri dubbi di brogli",
registrato mercoledì 27 settembre 2000 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Zehji riferisce dei seri dubbi sulle cifre ufficiali relativo all'esito elettorale: infatti Milosevic avrebbe ottenuto secondo le fonti ufficiali 600.000 tra Montenegro e Kosovo, mentre il Montenegro ha in tutto solo 600.000 abitanti ed ha votato solo il 25% della popolazione, che ha accolto l'invito del Governo montenegrino a disertare le urne elezioni. Al contempo, in Kosovo non hanno votato più di 45.000 serbi. A partire da queste considerazioni - riferisce il nostro inviato - le opposizioni parlano di "frode elettorale". Kustunica non ha accettato i risultati e nel comizio di ieri sera ha chiesto ai propri elettori di "difendere la vittoria negata pacificamente". Dindic ha invece parlato apertamente della necessità di difendere "con qualsiasi mezzo la democrazia Jugoslava".<br> <br>
    0:00 Durata: 5 min 21 sec