29 SET 2000

Rischio di guerra di religione a Gerusalemme

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 8 min 42 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Quattro morti ed oltre duecento feriti in scontri nel cuore della capitale Mediorientale Gerusalemme, 29 settembre 2000 - Documento sonoro delle notizie da Gerusalemme da parte del nostro inviato Manuel Katz al termine di una giornata che ha visto scatenzarsi la violenza tra palestinesi ed israeliani che ha fatto registrare numerose vittime e feriti.

Registrazione audio di "Rischio di guerra di religione a Gerusalemme", registrato venerdì 29 settembre 2000 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.
  • Secondo le notizie riferiteci da Katz, le violenze sono cominciate nella giornata di ieri allorquando un poliziotto palestinese di ronda insieme ad un collega israeliano, secondo la procedura prevista dagli accordi di pace, ha improvvisamente ammazzato il poliziotto israeliano. Katz riferisce che il poliziotto omicida proveniva dallo stesso villagio dove un mese fa circa le squadre israeliane hanno fatto irruzione cercato di catturare un componente del gruppo di Hamas. Inoltre, riferisce il nostro corrispondente, sempre nella giornata di ieri, il leader del Licud, Sharon con i suoi deputati ha fatto una visitaad una moschea che è stata interpretata come una provocazione da parte dei palestinesi. Oggi, infatti, durante le funzioni l'iman della moschea ha fatto una predica che ha incitato gli animi dei palestinesi affinchè difendessero l'islamizzazione di Gerusalemme lottando contro gli ebrei. Subito dopo, alla fine della preghiera, mentre gli ebrei cominciavano le loro celebrazioni per il nuovo anno che comincia oggi secondo la loro tradizione, i musulmani hanno attaccato la polizia con lanci di pietre con una intensità inaspettate, cercando di forzare la porta che li divideva dal muro del pianto. A quel punto - secondo la ricostruzione dei fatti - la polizia ha reagito con un bilancio di 4 morti e circa duecento feriti di cui una decina gravi. Da parte israeliana, quaranta poliziotti feriti ed una decina di israeliani feriti da pietre.<br>Gli incedenti si sono sparpagliati rapidamente nei territori: l'interrogativo è cosa potrà accadere domani al momento dei funerali con le diplomazie mobilitate per "tranquillizare" la situazione ed evitare lo scoppio di violenza ed una guerra di religione a Gerusalemme.<br> <br>
    0:00 Durata: 8 min 42 sec