10 FEB 2001

Luca Coscioni a TMC: "Lotto con Bonino e Pannella per salvare la vita di 10 milioni di italiani"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 8 min 40 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione di "Luca Coscioni a TMC: "Lotto con Bonino e Pannella per salvare la vita di 10 milioni di italiani"", registrato sabato 10 febbraio 2001 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione ha una durata di 8 minuti.
  • L'intervento di Luca Coscioni a TMC

    <br><em>Ecco alcuni estratti dell'intervento di Luca Coscioni:</em> <p>"Secondo il Rapporto Dulbecco sulle cellule staminali, sono 10 milioni gli italiani, colpiti da patologie, quali l'Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi laterale amiotrofica, l'atrofia muscolare spinale, le lesioni traumatiche del midollo spinale, il diabete, alcune forme di cancro, che potrebbero guarire, se curati con terapie basate su tali cellule. La portata delle nuove terapie cellulari fondate sulle cellule staminali può essere considerata epocale. Se si desidera trovare un precedente, nella storia dell'uomo, che ci consenta di comprendere meglio quale potrebbe essere l'impatto della clonazione terapeutica, occorre riferirsi a ciò che ha rappresentato per l'umanità l'introduzione degli antibiotici. Ora, a nessuno, di certo, verrebbe mai in mente l'idea, folle, di togliere dal mercato gli antibiotici; eppure, la ricerca scientifica sulle cellule embrionali è oggi, in Italia, vietata, proibita, per volontà unanime di Amato, Berlusconi, Rutelli e di tutti i partiti del centrosinistra e del centrodestra, obbedienti alle burocrazie vaticane. <p> La ricerca sulle cellule staminali può essere condotta, con maggiori possibilità di successo ed in tempi più brevi, impiegando i cosiddetti embrioni soprannumerari, il prodotto di scarto dei programmi di fecondazione assistita. Il Vaticano è liberissimo di pensare che sia più giusto buttare nel cesso tali embrioni, piuttosto che destinarli ad una ricerca che potrebbe salvare, nei prossimi 5-10 anni, la vita a milioni di persone, ma è compito del Governo e del Parlamento evitare tale ricatto morale. Così non è stato. Anche per questo, una presenza radicale, nel prossimo Parlamento, appare indispensabile. 10 febbraio 2001, ore 8:00am - Documento audiovideo dello spazio di comunicazione politica di TMC dal titolo "Il tempo della politica" che ha visto quale protagonista, Luca Coscioni, il capolista delle Liste Emma Bonino in Lazio, Emilia Romagna ed Umbria, seguito nella lista da Marco Pannella, come accadde già con Leonardo Sciascia ed Enzo Tortora.<br> Nel corso del proprio intervento Luca Coscioni ha chiesto agli elettori di votare le Liste Emma Bonino per assicurare la libertà di ricerca scientifica nel nostro paese: in particolare per la ricerca sulla clonazione terapeutica e l'uso degli embrioni soprannumerari per la sperimentazione con le cellule staminali, che potrebbe garantire letteralmente la vita di 10 milioni di italiani affetti da malattie guaribili attraverso queste sperimentazioni. In Italia, però, ha denunciato Coscioni, "la ricerca scientifica sulle cellule embrionali è vietata, proibita, per volontà unanime di Amato, Berlusconi, Rutelli e di tutti i partiti del centrosinistra e del centrodestra, obbedienti alle burocrazie vaticane". Proprio per questo "la presenza radicale nel prossimo parlamento è indispensabile".<br>
    0:00 Durata: 8 min 40 sec