02 APR 2001

Pannella a Tribuna Politica: Sospeso il Satyagraha, si prepara la "marcia del sale" dei radicali

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 15 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Quirinale vietato a Luca Coscioni come nemmeno nella Piazza Rossa e Tien-an-men.

Emma Bonino, mandata in onda a notte fonda.

Dinanzi a tutto questo il Satyagraha radicale è sospeso, in preparazione di una "marcia del sale" radicale: "Faremo l'impossibile, a rischio di vita, contro la morte e la morte civile".

Registrazione video di "Pannella a Tribuna Politica: Sospeso il Satyagraha, si prepara la "marcia del sale" dei radicali", registrato lunedì 2 aprile 2001 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 6 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione
audio.

leggi tutto

riduci

  • RaiUno, 2 aprile 2001 - Documento audiovideo dell'intervento di Marco Pannella a Tribuna Politica durante il quale il leader radicale si è così espresso: "Non abbiamo dormito stanotte nel dubbio che il sonno della ragione e della coscienza delle italiane e degli italiani, come altre volte nella storia è stato di nuovo provocato". Pannella ha citato due episodi: "Stamattina il questore di Roma ci ha comunicato che Luca Coscioni, nostro capolista alle elezioni per la Camera dei Deputati, malato di sclerosi laterale amiotrofica, non ha il diritto, pena il trasporto violento, di stazionare da solo con un infermiere dinnanzia al Quirinale con un cartello". <br>"C'è qualcosa di strano: anche nella Piazza Rossa e a Tien-an-men, era possibile fare quello. Ed allora cosa succede?" si è chiesto retoricamente il leader radicale, rivolgendosi agli italiani ed ha così risposto alla sua stessa domanda: "Succede che Luca Coscioni è l'unico candidato, della storia d'Itlia che ha il sostengo di 32 premi Nobel di tutto il mondo e di 300 scienziati nella sua battaglia per la vita, per la salvezza". Battaglia in cui Coscioni, ha ribadito Pannella "rischia la vita". Il leader radicale ha infatti citato il comunicato del prof. Sabatinelli, neurologo del Policlinico Gemelli, medico curante di Luca Coscioni che così recita: «Coscioni si sta sottoponendo ad un affaticamento che costituisce un rischio elevatissimo per la sua vita».<br>"Ebbene - ha denuciato il leader radicale - gli italiani non devono sapere che c'è Coscioni, che ci sono degli obiettivi appoggiati da 32 nobel e da oltre 300 scienziati che si riferiscono alla libertà di ricerca scientifica da cinque secoli impedita dalla Chiesa Cattolica o di nuovo impediti dalla Chiesa Cattolica, con dei rischi immesi per la vita".<p>Pannella ha affrontato quindi il secondo elemento che "non ci ha fatto dormire": la messa in onda fuori orario, "in alta notte", della puntata di Telecamere che vedeva come ospiti Emma Bonino e Luca Coscioni: "Non ce l'hanno con Emma Bonino, ce l'hanno con il popolo italiano" ha affermato il leader radicale che rivolgendosi direttamente agli italiani ha così proseguito: "Ce l'hanno con voi, che non dovete ascoltarci, non dovete ascoltare Emma Bonino". <br> A tal proposito Pannella ha riferito del dato per il quale "su 56 trasmissioni di Telecamere solo Emma Bonino è andata due volte oltre l'ora limite ed ha finito dopo l'una: Coscioni ha parlato dopo l'una e venti", mentre al contrario, D'Alema e Fini "sono stati messi in onda alle 23". <p> In conclusione, Pannella si è riferito al Satyagraha, al tentativo di portare avanti "un'alternativa nonviolenta di aiuto alle istituzioni per rispettare il diritto" per il quale Emma Bonino è in sciopero della fame ed in procinto di passare a quello gravissimo e rischiosissimo della sete, mentre Radio Radicale ha sospeso l'ordinaria programmazione. Pannella ha annunciato una importante decisione assunta dalla direzione dei radicali: "Dinanzi al fatto che a Luca Coscioni è vietato di sostare davanti al Quirinale con il suo infermiere - ha affermato - poiché é sostenuto da 32 premi Nobel, e voi non dovete saperlo, di fronte al fatto che Emma Bonino riesce ad andare in televisione solo in alta notte quando si presume che tutti voi siete andati a dormire, dinanzi a questo sospendiamo questo Satyagraha, perchè dobbiamo prepararlo nei prossimi giorni in modo più radicale".<br> Per l'immediata reazione dei radicali e le prossime iniziative, il leader si è richiamato alla "vittoria pagata carissimo" di Gandhi con la "marcia del sale": "Se il sonno della ragione il sonno della coscienza di nuovo non si è impossessato definitivamente del nostro paese, noi faremo l'impossibile, a rischio di vita, contro la morte e la morte civile".<br> <br>
    0:00 Durata: 6 min 15 sec