28 MAG 2001

Euro: Duisenberg al PE "Cessato il rischio a medio termine per la stabilità dei prezzi"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 22 min 30 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Bruzelles, 28 maggio 2001, ore 15 - Moderato ottimismo del Governatore della Banca Centrale Europea nella consueta audizione davanti al comitato per gli affari monetari del Parlamento Europeo: anzitutto sui rischi di stabilità dei prezzi, si è passati "da una situazione nella quale i rischi rimanevano molto alti ad una sitauzione maggiormente equilibrata" ed anche per quanto concerne l'inflazione il presidente della BCE ha previsto che nel 2002 essa tornerò sotto il 2%.

Per l'introduzione dell'Euro, nessun anticipazione dell'immissione in circolazione di banconote e monete per il pubblico
che sarà avviata, come previsto, dal 1 gennaio 2002.

Duisemberg ha informato la commissione parlamentare che la crescita del sistema M3 (l'aggregato che indica la quantità di moneta detenuta dai residenti dell'area euro) ha subuito una distorsione al rialzo per la presenza di strumenti negoziabili detenuti da non residenti, al cui netto emerge che il rallentamento evidenziato da M3 negli ultimi mesi è stato più pronunciato di quanto si pensasse in precedenza: secondo le stime riviste della crescita di M3, quest’ultima si colloca da alcuni mesi al di sotto del valore di riferimento del 4,5 per cento.

Nel complesso - dunque - Duisenberg ha affermato che "l’analisi effettuata nell’ambito del primo pilastro della strategia non segnala più la presenza di rischi al rialzo per la stabilità dei prezzi nel medio termine".

Informazioni rassicuranti anche sul fronte dell'inflazione legata, secondo l'analisi della BCE, a fattori occasionali come la crescita dei prodotti alimentari derivanti dalle crisi che hanno colpito il settore della carne bovina ed ovina, così come l'impatto resta significativo per i prezzi dei prodotti energetici dopo i forti aumenti del 2000.

Anche se altre componenti dell'indice della stabilità dei prezzi al consumo - ha rilevato Duisenberg - hanno mostrato una ulteriore tendenza al rialzo dall'estate 1999, per il Presidente della BCE "questa crescita è dovuta a due fattori temporanei, come la crescita nei prezzi dei prezzi amministrativi e delle imposte indirette, questo fenomeno è comunque una conseguenza indiretta dell'aumento del prezzo del petrolio e del deprezzamento dell'euro.

La previsione di Duisenberg comunque è ottismistica "Gli effetti di tutti questi fattori - ha affermato - che hanno fatto mantenere l'inflazione sopra il 2% dovrebbeo comunque gradualmente diminuire e scendere sotto la soglia del 2% nel 2002" ed ha aggiunto che "il protarsi dell'inflazione sopra il 2% non dovrebbe avere effetti a medio termine".

Nonostante queste assicurazioni, Duisenberg non ha mancato di richiamare gli stati membri nuovamente al rispetto dei patti di stabilità ed alle riforme strutturali in materia di liberalizzazioni, privatizzazioni, riforme fiscali.

Risposta negativa, invece, a quanti hanno chiesto alla BCE di anticipare l'immissione in circolo per il pubblico di banconote in euro prima della data prefissata del 2002: I preparativi procedono secondo previsioni, secondo Duisenberg, che pur non nascondendo le difficoltà ed i rischi del passaggio di banconote previsto per il prossimo primo gennaio ha ribadito che l'organo centrale europeo non individua nessun motivo per anticipare la distribuzione delle banconote al pubblico.

leggi tutto

riduci

  • La riduzione del tasso di interesse: "Non c'è minaccia per la stabilità dei prezzi a medio termine"

    <strong>Indice degli argomenti</strong>
    0:00 Durata: 5 min 42 sec
  • Inflazione: "Nel medio termine le spinte si vanno attenuando e tornerà sotto il 2% nel 2002"

    0:05 Durata: 5 min 40 sec
  • Il patto di Stabilità e riforme strutturali: "Necessario rispettare gli impegni"

    0:11 Durata: 1 min 52 sec
  • L'introduzione dell'Euro: "Tutto procede regolarmente e non c'è necessità di anticipare la data di circolazione"

    0:13 Durata: 5 min 40 sec
  • Supervisione delle Banche: "Rafforzeremo il coinvolgimento delle banche centrali nelle operazioni di controllo"

    0:18 Durata: 3 min 36 sec