11 LUG 2001

Dpef: Cgil, Cisl e Uil al termine dell'incontro col Governo, Nessun giudizio senza le cifre (ma poi Tremonti ...)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 43 min 57 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Dpef: Cgil, Cisl e Uil al termine dell'incontro col Governo, Nessun giudizio senza le cifre (ma poi Tremonti ...)", registrato mercoledì 11 luglio 2001 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 43 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Sergio Cofferati

    <strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 9 min 56 sec
  • Audiovideo completo

    Roma, 11 luglio 2001 - Al termine dell'incontro con il governo, Sergio Cofferati, Savino Pezzotta e Luigi Angeletti incontrano la stampa per illustrare le proprie valutazioni sugli orientamenti programmatici in vista dell'approvazione del Documento di programmazione economica e finanziaria (Dpef). <br>Al momento iniziale della conferenza stampa, i leader sindacali affermavano di non poter esprimere una concreta valutazione, dal momento che il governo non aveva reso note le cifre. <br>Poco dopo, però, una giornalista anticipava che Tremonti in una intervista a Tg1 avrebbe comunicato la prima stima sull'ammontare del cosiddetto 'buco' nei conti pubblici (e Tremonti in televisione informerà che la cifra oscilla tra i 45mila e i 62mila miliardi). <p>"Sarebbe cosa singolare e non riconducibile alla prassi concertativa". Questo il commento di Cofferati, nella conferenza stampa. Successivamente, però, dopo la effettiva messa in onda dell'intervista il commento dei sindacati sarebbe stato molto più duro, ed avrebbe parlato di "fine dell'era della concertazione", nonostante le scuse di Tremonti che affermava di essere stato costretto all'intervista, 'per correttezza di informazione e per evitare fughe di notizie". <p>Le dichiarazioni in assenza di cifre<p>Come detto, la conferenza stampa era stata inizialmente caratterizzata dalla prudenza dei sindacati, in assenza di cifre e dati precisi da parte del Governo.<p>Cofferati aveva parlato di "un lavoro<em> in itinere </em>sul quale il governo è impegnato e che parte dall'individuazione delle dimensioni che il Documento dovrà definire anche nei suoi contenuti".<br>Il segretario della Cgil spiegava la propria impossibilità di esprimere valutazione dal momento che gli erano state fornite "informazioni ancora generiche", rinviando dunque, un parere più dettagliato all'incontro già previsto per il lunedì successivo.<p>"La vera discussione - aveva ribadito Sergio Cofferati - sarà possibile quando avremo anche le dimensioni quantitative attorno alle quali stanno lavorando ma che non sono state ancora indicate". Per ora - aggiungeva - "si è avviato un confronto", ma senza "i riferimenti quantitativi che poi danno un profilo anche alle singole politiche che verranno indicate nel Dpef, quelle che riguardano la spesa e il processo produttivo".<p>"Il punto principale sul quale il governo sta lavorando - aveva proseguito il segretario della Cgil - sono le definizioni di quadro macroeconomico che hanno un'inevitabile ricaduta anche sulle singole politiche. È utile che si prosegua il confronto e che si fissi un calendario per la discussione sul pacchetto". <p>Per quanto riguarda il Dpef, Cofferati giudicava "una pratica di confronto preventivo perché non c'è ancora il varo del Consiglio dei ministri, sul pacchetto c'è un confronto, non proprio di concertazione, perché nel frattempo è già iniziata la discussione in Parlamento quindi ci sarà un percorso parallelo" tra sindacato e governo e tra governo e Commissioni.<p>Contenimenti e non tagliSavino Pezzotta, dal suo canto riferiva che il Governo aveva parlato di un eventuale "contenimento della spesa", cosa ben diversa dalle ipotesi di taglio della spesa pubblica, assicurando comunque che le parti sociali avevano posto sul tavolo le questioni relative alle pensioni, su cui si rinviava alla verifica nella seconda metà di ottobre, dopo cioè che il Governo avrà opportunamente valutato la situazione attuale, sullo sviluppo di infrastrutture nel Mezzogiorno<p>
    0:00 Durata: 21 min 32 sec
  • Savino Pezzotta

    0:09 Durata: 2 min 53 sec
  • Savino Pezzotta: "A noi non hanno fornito cifre"

    I dati diffusi al Tg1
    0:12 Durata: 16 sec
  • Sergio Cofferati: "Atteggiamento singolare rispetto alla prassi concertativa"

    0:13 Durata: 1 min 58 sec
  • Sergio Cofferati: "Un atto grave se connessa alla sospensione dei cicli scolastici. È un danno esplicito alla scuola pubblica"

    Buoni scuola
    0:15 Durata: 1 min 29 sec
  • Sergio Cofferati: "Dopo la verifica si potrà intervenire in finanziaria"

    Pensioni e Dpef
    0:16 Durata: 1 min 28 sec
  • Savino Pezzotta: "Ci sarà una verifica con le parti sociali"

    0:18 Durata: 1 min 3 sec
  • Savino Pezzotta: "Ci hanno detto che ci sono problemi ma non hanno parlato dell'entità del buco"

    Il buco nei conti pubblici
    0:19 Durata: 29 sec
  • Luigi Angeletti, segretario generale UIL: "Tremonti non era presente perché stava valutando con il Governatore della Banca d'Italia proprio l'entità del buco"

    0:19 Durata: 1 min 7 sec
  • La conferenza stampa di Tremonti

    <br>LINK
    0:20 Durata: 53 sec
  • Savino Pezzotta: "Se il buco sarà esteso hanno parlato di un rallentamento del programma di Governo"

    0:20 Durata: 53 sec