03 OTT 2001

Radicali: In Italia diritti politici in cenere

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

NB: Fra breve sarà disponibile un servizio multimediale con le immagini e un resoconto della manifestazione al PantheonAl Pantheon falò dei certificati di godimento dei diritti politici: domenica ai seggi contestazione della legalità della consultazione, indipendentemente dal voto che si riterrà esprimere o meno4 ottobre 2001 - L'appuntamento è alle 10.45, al Pantheon, a pochi passi dalla sede storica di via di Torre argentina, ma anche dai palazzi del Potere, da Palazzo Chigi come da Montecitorio e da Palazzo Colonna.E' nella piazza che sorge sul suolo che fu dell'antico campo Marzio che Radicali Italiani, Marco Pannella ed Emma Bonino in testa, daranno vita ad una rappresentazione di quello che è stato denunciato come l'ulteriore esempio dell'incenerimento dei diritti civili e politici degli italiani: il falò dei certificati di godimento dei diritti politici.Referendum nell'illegalitàCon alle spalle un maxischermo sul quale sarà proiettata la scena del film di Attenbourgh che riproduce il falò dei lasciapassare che Gandhi organizzò in Sud Africa agli inizi del secolo, i radicali hanno scelto questa iniziativa per sottolineare lo stato di illegalità nel quale i cittadini sono stati chiamati e saranno portati alle urne domenica prossima per il voto sul referendum confermativo sulla riforma del centrosinstra approvata nella scorsa legislatura."Si arriva al voto essendo stato impedito ai cittadini di farsi qualsiasi opinione sull'oggetto del voto" ha denunciato Capezzone, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa.osservatori internazionali sul "caso Italia"La denuncia dei radicali considera le vicende che hanno contrassegnato la campagna elettorale referendaria come l'ulteriore capitolo del dossier sul "caso Italia", espressione con la quale i radicali individuano da tempo la persistente serie di violazioni del diritto e della legalità nel nostro paese, rispetto alle quali Emma Bonino ha nuovamente riaffermato la necessità della presenza di osservatori internazionali.Ma i radicali andranno a votare?La questione dell'atteggiamento che i radicali affronteranno in cabina elettorale è stato affrontato esplicitamente da Pannella che ha precisato come il falò dei certificati non costituisca affatto un invito alla diserzione delle urne.

Al contrario, il laeder radicale ha annunciato che egli stesso domenica mattina si recherà ai seggi per presentare la formale contestazione della "patente illegalità" della consultazione e quindi voterà.

Il leader radicale non ha però espliticato quale sarà il proprio comportamento elettorale, anche perchè proprio la situazione di illegalità, di assenza di conoscenza per i cittadini nella quale si sta giungendo al voto "sconfigge completamente la questione del votare o non votare e del votare a favore o contro il quesito referendario".

leggi tutto

riduci