12 OTT 2001

Attacco all'Afghanistan: Allarme FBI, Imminenti nuovi attacchi terroristici

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Attacco all'Afghanistan: Allarme FBI, Imminenti nuovi attacchi terroristici", registrato venerdì 12 ottobre 2001 alle 00:00.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Giorno dopo Giorno 11 ottobre 2001: Uk, Guerra fino all'esate 11 ottobre 2001: Bush assicura, Prenderemo Bin Laden 10 ottobre 2001: Attacchi di giorno 9 ottobre 2001: Attaccheremo 24 ore su 24 8 ottobre 2001: L'attacco proseguirà e si allargherà 7 ottobre 2001: Tempo scaduto, bombe sui Talebani <strong>Sul sito dell'Agenzia federale di investigazione l'annucio e l'avvertimento alla popolazione: "Segnalateci qualsiasi movimento insolito o sospetto". Intanto il Mullah promette: "Vittoria o morte".</strong><p>12 ottobre 2001 - Aggiormanento, pre 1.42am CETIn un comunciato stampa pubblicato sul sito ufficiale, l'Fbi afferma di avere "informazioni certe, ancorchè non specifiche per quanto concerne gli obiettivi" che danno al Governo "la ragione di credere che nei prossimi giorni ci potrebbero essere ulteriori attentati terroristici negli Usa o su bersagli americani all'estero. <br>L'FBI comuncia altresì di aver "esortato tutti gli investigatori locali al massimo allerta".<p>La nota si conclude invitando la popolazione a "segnalare immediatamente all'Fbi e le autorità di qualisiasi attività insolita o sospetta".<p>Un primo annuncio pubblico<p>La portavoce del dipartimento di Giustizia, Mindy Tucker interrogata dai giornalisti ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli sull'avvertimento dell'Fbi, poichè si tratta di informazioni riservate. <p>La portavoce ha comunque sottolineato che già in passato, dopo gli attentati dell'11 settembre, l'Fbi aveva diramato allarmi analoghi, ma che questa è la prima volta che ne viene data pubblicamente notizia.<p>I Taleban,"Vittoria o morte"<p>Al termine di quella che è stata considerata la più violenta giornata di bombradamenti da parte delle forze anglo-americane, con l'utilizzo delle micidiali bombe anti-bunker, i Taleban promettono cara la pelle.In una dichiarazione riportata da un quotidiano dell'Arabia Audita, il leader Talebano, Mullah Mohammed Omar ha promesso di lottare contro gli Stati Uniti e le nazioni che stanno bombardando l'Afghanistan.<br> Il Mullah ha promesso che per i Taleban sarà "Vittoria o morte" ed ha anche confermato che sgli studenti di Dio non hanno alcuna intenzione di consegnare Osama bin Laden.