03 NOV 2001

Bin Laden: Nuovo video contro Onu e arabi moderati

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Bin Laden: Nuovo video contro Onu e arabi moderati", registrato sabato 3 novembre 2001 alle 00:00.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • IL TESTO DEL MESSAGGIO DI BIN LADEN:<p>"Coloro che si rivolgono alle Nazioni Unite per risolvere le nostre tragedie sono ipocriti che ingannano Dio, il suo profeta e tutti i credenti. Non sono forse le nostre tragedie opera delle Nazioni Unite? Chi è stato a emettere la risoluzione per la spartizione della Palestina nel 1947 e a consegnare la terra dell'Islam agli ebrei? Sono state le Nazioni Unite e la loro risoluzione del 1947".<p>"Coloro che dicono di essere leader arabi e ancora (collaborano) con le Nazioni Unite sono infedeli rispetto al messaggio di Maometto - che Dio lo benedica e che la pace siacon lui. Coloro che affidano la soluzione dei problemi al diritto internazionale hanno abbandonato la legge del libro sacro (dell'Islam) e gli insegnamenti del profeta". <p>"Abbiamo sofferto a causa delle Nazioni Unite e nessun musulmano dovrebbe in nessun caso farvi ricorso. Le Nazioni Unite sono uno strumento per pepetrare crimini. Noi (musulmani) veniamo massacrati ogni giorno e (l'Onu) non fa una mossa".<p>"Oggi, senza nessuna prova, le Nazioni Unite stanno sfornando risoluzioni a sostegno dell'America, l'oppressore tirannico e dispotico di un (paese) debole appena risollevatosi da una lunga guerra scatenata dall'Unione Sovietica. Tutto l'Occidente, con qualche rara eccezione, appoggia questa campagna di oppressione, da cui non emerge nessuna prova che metta in relazione quanto è accaduto negli Stati Uniti al popolo dell'Afghanistan. Il popolo dell'Afghanistan non ha niente a che vedere con questa storia ma la campagna continua a annientare villaggi, donne e bambini".Altri approfondimenti 2 novembre: Lettera di Osama ad Al Jazeera, invito alla rivolta contro Musharraf 17 ottobre: Le sei domande della Cnn a Bin Laden 15 ottobre: nuovo video e nuove minacce di Al Quaeda 7 ottobre: Il testo del primo video di Bin Laden Il ricercato numero uno per gli attacchi terroristici dell'11 settembre ha inviato un nuovo video pre-registrato ad Al Jazeera.<p>3 novembre 2001, aggiornamento delle ore 18.20 (CET)<p>"Coloro che si proclamano leader arabi e rimangono nelle Nazioni Unite, sono degli infedeli". Così Bin Laden dagli schermi di Al Jazeera affonda un doppio colpo, sia alle Nazioni Unite che ai leader dei paesi arabi moderati. <p>Sempre riferito ai leader arabi, Bin Laden ha affermato che essi cercano legittimazone internazionale ma hanno perso quella del Corano". Del resto se è chiesto retoricamente nel video "Chi è stato responsabile della divisione della Palestina nel 1947?", con un chiaro riferimento al ruolo decisivo dell'Onu nel dare vita allo stato israeliano nel secondo dopoguerra.<p>Come anticipato nella mattinata italiana da un quotidiano kuwaitiano che citava fonti di Al Quaeda, dunque, davvero lo sceicco terrorista ha inviato un nuovo messaggio alla televisione in lingua araba, il secondo dall'inizio degli attacchi anglo-americani in Afghanistan.<p>Osama, nelle sequenze trasmesse in anteprima da Al Jazzera (la versione integrale sarà trasmessa stasera alle 19, ora Italiana), non manca l'occasione per condannare gli attacchi militari contro i Taleban: "Tutto l'Occidente sta supportando questa ingiusta, feroce, campagna militare contro l'Afghanistan. Non ci sono prove che quello che è avvenuto in America sia legato alla gente afgana, e gli afgani non hanno nulla a che vedere con ciò. Ma la campagna sta andando avanti, sterminando civili e bambini, donne e innocenti".<p>Secondo quanto anticipato dal quotidiano del Kuwait Osama in questo video potrebbe anche aver dato le risposte alle sei domande che la Cnn gli aveva posto lo scorso 17 ottobre.<p>Sembra, comunque, che gli ultimi giorni vedano un inconsueto attivismo di Osama Bin Laden, dal momento che dopo il 7 ottobre, data di inizio dei bombardamenti, non aveva più fatto avere sue notizie, mentre al contrario in poche ore ha inviato una lettera all'emittente araba ed un quotidiano pakistano ha perfino riportato testimonianze di un suo discorso pubblico a Kandahar nella giornata di ieri, al termine della tradizionale preghiera islamica del Venerdi.