18 NOV 2001

Afghanistan: Emma Bonino invita Lady Bush e Blair al Satyagraha mondiale per le donne afgane

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione audio di "Afghanistan: Emma Bonino invita Lady Bush e Blair al Satyagraha mondiale per le donne afgane", registrato domenica 18 novembre 2001 alle 00:00.
  • In azione Modulo adesione al Satyagraha mondiale <strong>Altri servizi</strong> 17.11.2001 - Il discorso di Laura Bush 17.11.2001 - Anche gli Usa in campo per le donne afgane 14.11.2001 - Emma Bonino al Parlamento Europeo 13.11.2001 - Marco Pannella a Diario di Guerra (LA7) 13.11.2001 - L'annuncio del Satyagraha mondiale 22.10.2001 - Emma Bonino a Radio24, «Nel 1997 il problema Afghanistan era sotto gli occhi di tutti» 6.10.2001 - Emma Bonino, "Denunciai al mondo il pericolo taleban" (06-10-2001)<strong>Links</strong> 29 settembre 1997: L'arresto a Kabul 8 marzo 1998: Un fiore per le donne di Kabul Anticipazione della lettera che la leader radicale ha inviato alle first lady di Usa e Gb dopo le loro dichiarazioni sul dramma delle donne afgane<p>18 novembre 2001<p><p>Emma Bonino renderà pubblica domani una lettera aperta indirizzata alle first-ladies Laura Bush e Cherie Blair, che in questi giorni si sono pronunciate sul dramma delle donne in Afghanistan.<p>La lettera ricorda la campagna di Emma Bonino e del Partito Radicale per denunciare i crimini compiuti dal regime talibano in Afghanistan e l’arresto della ex-Commissaria europea nel settembre 1997, ma chiede soprattutto che l'attenzione delle due prestigiose signore sia diretto non solo e non tanto al passato terribile delle donne afgane sotto l'oppressione talebana, quanto piuttosto al presente e al futuro.<p>"Oggi e ora - scrive la lader radicale - occorre che anche in Afghanistan, come in tutto il mondo arabo, si affermino le regole, i valori e i principi riconosciuti dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo".<p>La missiva prosegue individuando l'obiettivo politico che può concretizzare e rappresentare le speranze per il futuro delle donne di Kabul: «Con tanta fiducia e riconoscenza per quello che state già facendo - si legge nell'anticipazione - vi chiediamo ora di far convergere le vostre voci su un obiettivo iniziale, preciso ed urgente, che possa far mutare subito le atroci condizioni di vita delle donne afgane: assicurare una presenza femminile qualificata nel prossimo Governo afgano".<p>"E’ esattamente - conclude - quanto chiedono le centinaia e centinaia di persone che già hanno annunciato di partecipare con una giornata di digiuno al Satyagraha mondiale promosso dal Partito Radicale Transnazionale per il 24 novembre prossimo, al quale, ci auguriamo anche voi vogliate associarvi.»