15 DIC 2001

Laeken: Giscard d'Estaign presidente della Convenzione UE, Amato vice

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 5 min 23 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Laeken: Giscard d'Estaign presidente della Convenzione UE, Amato vice", registrato sabato 15 dicembre 2001 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 5 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Ascolta la corrispondenza

    Servizi precedenti 14.12.2001 - Accordo solo su Arafat Il Consiglio di Laeken vara la Convenzione UE. Difficile che possa andare in porto il tentativo italiano di presiedere la fase finale della Cig sulle riforme istituzionali. Giunge, quindi una vicepresidenza della Convenzione.<p>Laeken, 15 dicembre 2001 - (Dal nostro inviato David Carretta) - Valery Giscard D'Estaign sarà il presidente della Convenzione Europea chiamata a redigere i trattati per la riforma istituzionale.<p>Il candidato italiano alla presidenza, Giuliano Amato, rispetto al quale già in mattinata erano tramontate le ipotesi di candidatura, è stato invece nominato vice-presidente insieme al belga Jean Luc Dehane.Il Consiglio europeo ha dunque approvato la dichiarazione di Laeken, con la quale è convocata una Convenzione sull'avvenire dell'Europa, "che avrà il compito di esaminare le questioni essenziali che il fututo sviluppo dell'Unione comporta e di ricercare le diverse soluzioni possibili".<p>La composizione della Commissione<p>La Convenzione sarà composta da 15 rappresentanti dei Capi di Stato e di Governo degli Stati membri, 30 membri dei Parlamenti nazionali, 16 membri del Parlamento europeo e due rappresentanti della Commissione.<p> Saranno rappresentati nelle stesse condizioni (un rappresentante del Governo e due mebri del Parlamento Nazionale) i paesi candidati candidati, che parteciperanno alle deliberazioni senza tuttavia avere la facoltà di impedire un consenso.<p>Il Presidium, l'organo più importante della Convenzione sarà composto dal Presidente della Convenzione e da nove membri: rappresentanti tre governi esercitanti la presidenza del Consiglio durante la Convenzione, due rappresentanti dei parlamenti nazinali, due rappresentanti del parlamento europeo e due rappresentanti della Commussione (Michel Barnier e Antonio Vitorino), due rappresentanti del Parlamento europeo (presumibilmente Ignigo Mendez de Vigo per il PPE e Joe Leinen per il PSE) e due rappresentanti dei parlamenti nazionali.<p>Il Calendario<p>La Convenzione terrà la sua seduta inaugurale il 1° marzo del 2002. I lavori si concluderanno dopo un anno. Il testo approvato non fa riferimento a date per la presentazione dei risultati ai Capi di Stato e di Governo.La soluzione finale avanzata dalla presidenza belga e la vice-presidenza di Amato, sembrano far sfumare le speranze dell’Italia di presiedere la conclusione dei lavori della Conferenza intergovernativa. <p>Per raggiungere questo obiettivo, questa mattina Berlusconi aveva sostenuto la candidatura alla presidenza di Giscard d’Etaign, ricevendo in cambio il sostegno francese per fissare la data di presentazione dei risultati della convenzione per il marzo 2003. Sfuma il tentativo italiano<p>Tuttavia diverse delegazioni nazionali si sono espresse contro questa data. Un certo numero di paesi vuole che la CIG termini i suoi lavori nel 2004, sotto presidenza olandese.<p> L’Italia in questo caso non sarebbe la regista delle riforme istituzionali europee, come aveva chiest ieri Berlusconi. Probabilmente è per questo che all’ultimo momento sono saltate fuori due vice presidenze, di cui una per Giuliano Amato.
    0:00 Durata: 5 min 23 sec