05 FEB 2002

Droga: All'Europarlamento una sconfitta per i proibizionisti

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 9 min 25 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Respinto un rapporto in materia di lotta al traffico di stupefacenti che avrebbe costretto gli stati membri a rinunciare a qualsiasi politica antiproibizionista.

Cappato: "Risultato positivo" Strasburgo, 5 febbraio 2002 - Il Parlamento europeo, con 228 voti a favore e 247 contro, ha respinto il progetto di rapporto del popolare olandese Oostlander sulla proposta della Commissione europea volta ad armonizzare a livello europeo la definizione e le sanzioni per il traffico di stupefacenti.

Una vittoria contro il proibizionismo In un comunicato dei sette eurodeputati radicali, il risultato del voto
parlamentare viene salutato come "una vittoria per tutti quelli che pensano che le attuali politiche e leggi sulle droghe debbano essere cambiate" e ieri in aula, Olivier Dupuis aveva preso la parola per criticare duramente la relazione approntata dall'eurodeputato olandese, denunciando i danni del proibizionismo.

(Vai al servizio) Gli obiettivi della proposta Il progetto di armonizzazione legislativa ufficialmente era rivolto ad armonizzare le azioni che gli stati membri dell'Unione conducono contro il traffico di stupefacenti, ma in realtà - come spiega Marco Cappato - la sua adozione avrebbe l'effetto di incidere profondamente in senso proibizionista sulle politiche e sulle legislazioni in materia di droga in tutti i paesi dell'Unione.

Infatti - evidenzia Cappato - nel rapporto per definire i termini di "traffico" e di "droghe" la commissione ha fatto riferimenti ai testi delle convenzioni internazionali dell'Onu nei quali entrambe le definizioni sono connotate con interpretazioni chiaramente proibizioniste.

La commissione - esemplifica l'eurodeputato radicale - non parla di "droghe illecite" ma prende per buone le definizioni dell'Onu dove la cannabis è trattata come l'eroina: "Il risultato concreto sarebbe quello di una pressione nei confronti dei 15 stati membri perchè mantengano legislazioni molto dure".Analogamente, la definizione di traffico era così ampia "che si poteva adattare al piccolo spaccio o alla produzione per autoconsumo".Salve le politiche alternative in materia di drogaLa reazione dell'Europarlamento è stata determinata proprio dalla consapevolezza che con l'adozione della proposta della commissione si sarebbe arrivati ad incidere in maniera profondamente proibizionista sulle leggi nazionali.Un ulteriore ed evidente limite del rapporto è stato, infatti, quello di non prendere in dovuta considerazione le recenti evoluzioni introdotte nelle leggi e politiche degli Stati membri in materia di droga.In tal modo sarebbero divenute impossibili tutte le politiche di riduzione del danno, decriminalizzare il consumo personale e a fini terapeutici, distribuzione controllata di eroina o l'apertura di coffee shops che sono già praticate o sono sul punto di essere sperimentare in molti paesi dell'Unione, dalla Spagna al Portogallo, dall'Olanda all'Inghilterra.

leggi tutto

riduci

  • <strong>Link</strong> La relazione del PE (sulla proposta della Commissione per una decisione quadro del Consiglio riguardante la fissazione di norme minime relative agli elementi costitutivi dei reati e alle sanzioni applicabili in materia di traffico illecito di stupefacenti) <strong>Servizi correlati</strong> 04.02.2002: Video del dibattito in sessione plenaria 04.02.2002: L'intervento di Dupuis in aula 01.02.2002: Radicali, un minuto di silenzio per Alessandro Maciocie 29.01.2002: Aggiornato al 15 marzo il processo a Cappato e Davies 28.01.2002: Pannella crea precedente antiproibizionista in GB (L'azione diretta a Stockport) 28.12.2002: Oggi Pannella si autodenuncia per droga 21.12.2001: Cappato e Davies a processo il 28 gennaio 2002 21.12.2001: Marco Cappato rilasciato 20.12.2001: Marco Cappato in arresto a Manchester 19.12.2001: Europarlamentari radicali presenziano al processo contro Chris Davies 16.12.2001: L'azione di Chris Davies ed il sostegno dei radicali
    0:00 Durata: 9 min 25 sec