06 FEB 2002

Radicali-Eldr: Dichiarazioni di Pannella e Bonino al termine dell'incontro con il gruppo Liberale

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 15 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

L'ostacolo all'ingresso dei radicali nel gruppo liberale al Parlamento europeo è tutto italiano: il mancato schieramento con il centrosinistra e il ruolo che Romano Prodi vuole riservare per sè nel futuro dell'Italia e dell'Europa Strasburgo, 6 febbraio 2002 - Si è svolto oggi nella sede del gruppo ELDR al parlamento europeo un incontro della delegazione dei parlamentari radicali, composta da Emma Bonino, Marco Pannella e Marco Cappato, con i componenti del gruppo liberale.Al centro della discussione la vicenda della richiesta di ingresso nel gruppo liberale avanzata dagli eurodeputati radicali da alcuni mesi.

La richiesta dei radicali deve ha dovuto fare i conti con il veto da parte della componente de "I democratici", che fa capo a Francesco Rutelli, che si è opposta all'ingresso dei radicali nel gruppo liberale all'europarlamento.

Lo scorso 12 dicembre, la vicenda aveva vissuto un momento di particolare tensione in occasione della riunione dell'Ufficio di presidenza del gruppo Eldr, nel corso del quale al veto rutelliano si era contrapposta l'iniziativa di Antonio Di Pietro che aveva dichiarato l'affiliazione dei sette eurodeputati radicali alla componente di Italia dei Valori.L'Ufficio di presidenza si era concluso con un rinvio della questione e quindi dopo una serie ulteriore di contatti si è giunti all'incontro-audizione con il gruppo in vista della decisione che il Bureau del gruppo liberale dovrà assumere l'indomani.Una questione italianaL'aspetto più significativo della vicenda è illustrato da Emma Bonino a conclusione dell'incontro in un'intervista rilasciata a David Carretta.

L'ex commissaria Ue ha confermato quella che era stata sin dall'inizio una caratteristica della vicenda: i problemi all'ingresso dei radicali nel gruppo derivano solo da questioni di politica italiana: "Tutto quello che ci viene addebitato e' che non apparteniamo al centrosinistra" ha detto Emma Bonino sottolineando che al contrario "non c'è stata nessuna divergenza in temi europei o transnazionali, anzi al contario c'è stato un generale riconoscimento delle nostre lotte e delle nostre iniziative".Pannella: Poniamo il problema dell'alternativa liberale"Il problema dell'alternativa liberale al vetero o nuovo statalismo, social burocratico, post-democristiano, para-comunista, corporativista" in Italia, ma soprattutto in Europa e nell'Europa che va verso l'allargamento.

Questa la questione posta da Marco Pannella al gruppo liberale, come rivela egli stesso nelle dichiarazioni al termine dell'incontro.

"Noi abbiamo questo appuntamento dell'alternativa liberale - ha aggiunto il leader radicale - e speriamo di poterlo fare con il gruppo liberale.

Vedremo e continueremo ad insistere per farlo con i liberali".

Prodi, non Rutelli il problemaQuanto al veto di Rutelli, Pannella ha parlato esplicitamente di "pretesto"."In realtà - ha speigato - chi ha il governo politico di questo gruppo ha un rapporto, una scelta politica privilegiata con il Prodi leader del centrosinistra e con Rutelli come suo erede e per il momento la loro speranza è quella di avere una sorta di terza forza in Italia e in Europa"."Io che ho sempre insistitto - ha proseguito Pannella - sul fatto che Prodi rappresentava l'Italia di Tangentopoli come e più degli altri in quanto autorevole amministratore dell'Iri, come ministro coinvolto direttamente non solo sul caso Sme, adesso mi trovo in una situazione sorridente quando ci vengono a dire che loro devono essere leali con le ragioni per le quali hanno fatto la campanga elettorale a sostegno di Rutelli e della sua coalizione".

leggi tutto

riduci

  • Emma Bonino

    0:00 Durata: 3 min 16 sec
  • Marco Pannella

    Servizi correlati 15.01.2002: Intervista a Rutelli sull'elezione di Pat Cox e sul veto all'ingresso dei radicali nell'Eldr 14.01.2002: Europarlamento, Rutelli vota per il candidato di Berlusconi 23.12.2001: Conferenza stampa sulla richiesta di ingresso nell'Eldr e sull'«imbroglio» di Rutelli 12.12.2001: Radicali nell'Eldr: Per ora 'no' all'ingresso, Primo round a Rutelli 07.12.2002: Radicali nell'Eldr: Pannella e Di Pietro commentano l'atteggiamento di Rutelli Documenti Il dossier dei radicali sull'imbroglio di Rutelli
    0:03 Durata: 2 min 59 sec