05 MAR 2002
europa

UE: La commissione critica le dichiarazioni di Bossi

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 min 57 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Giungono a Bruxelles le polemiche sulle dichiarazioni di Umberto Bossi contro l'Europa Bruxelles, 5 marzo 2002 - Nel corso del consueto briefing della Commissione Europea, il portavoce della commissione Europea ha espresso il rammarico dell'esecutivo comunitario.

"Siamo molto sorpresi nell'ascoltare queste parole - ha detto Jonathan Faull - ronunciate da parte di un uomo politico, in un discorso pubblico: si tratta di un termine del quale si rammarichiamo, e che speriamo di non risentire più".

Faull ha detto queste parole rispondendo ad una domanda di un giornalista che gli aveva chiesto se le
"straordinarie" accuse all'Ue "con l'uso della parola 'fascismo'" fatte da Bossi potrebbero essere considerate come una violazione dei valori fondamentali dell'Unione, al punto da indurre la Commissione ad aprire una procedura.

Su questo Faull ha però affermato di non ritenere che la dichiarazione in sè, per quanto spiacevole, possa essere considerata una violazione dei trattati.

Prodi si aspetta che Berlusconi prenda le distanze da queste affermazioni? Ha chiesto un altro giornalista e Faull ha risposto che la Commissione non ritiene che il premier italiano condivida tali affermazioni: "Non gli abbiamo mai sentito proninciare dichiarazioni simili".

leggi tutto

riduci

  • Le risposte del portavoce alle domande dei giornalisti

    0:00 Durata: 1 min 57 sec