27 MAR 2002

Legalità costituzionale: Radicali a Piazza Navona per accogliere manifestanti sindacali

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 15 min 49 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

I radicali accolgono i manifestanti convocati dal sindacato a Piazza Navona nella manifestazione contro il terrorismoRoma, 27 marzo 2002 - "Nel nostro paese legalità, democrazia, stato di diritto, non vanno difese, ma vanno prima conquistate, cominciando a compiere i primi passi nella direzione del rispetto della legge scritta".

Così Capezzone ha motivato la presenza dei radicali a Piazza Navona con un volantino, "un pezzetto di verità ed informazione negata" distribuito a partecipanti in cui si ricorda la battaglia radicale per sanare due vulnus costituzionali: la perdurante assenza di
plenum alla Corte Costituzionale ed alla Camera dei Deputati.

Capezzone ha ricordato che per sanare quelle che ha definito "due ferite aperte" alla legalità costituzionale vi sono centinaia di cittadini in sciopero della fame, è in corso un walk-around davanti al Senato e Marco Pannella ha annunciato uno sciopero della sete.

Di tutto questo i radicali hanno voluto informare i cittadini presenti alla manifestazione sindacale nella speranza - ha concluso Capezzone - "che ne possano fare tesoro sia i partecipanti, che le massime cariche dello stato", con un esplicito riferimento ai presidenti di Camera e Senato che avevano espresso il loro sostegno all'iniziativa di Cgil, Cisl e Uil apprezzando lo sforzo unitario "in difesa della democrazia".

leggi tutto

riduci