18 APR 2002

Legalità costituzionale: Pannella, Giachetti e Capezzone ad «8 e mezzo» (La7)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 56 min 13 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Mentre Pannella è giunto quasi a completare il quarto giorno di sciopero della sete, una rete televisiva nazionale affronta la questione della legalità costituzionale, posta dal leader radicaleRoma, 18 aprile 2002 - Giunto alla sua 76esima ora di sciopero della sete, Marco Pannella è intervenuto telefonicamente alla trasmissione di Gad Lerner e Giuliano Ferrara per ribadire gli obiettivi della propria azione nonviolenta.Il leader radicale, infatti, sta conducendo da mesi una battaglia per sollecitare il parlamento ad eleggere i due giudici costituzionali che servono a restituire il plenum alla Consulta, ma anche per ripristinare il plenum della Camera dei Deputati che vede 14 seggi non assegnati da ormai quasi un anno.Nella giornata odierna, inoltre, Pannella ha aggiunto un ulteriore obiettivo al proprio sciopero della sete: la richiesta di un messaggio formale alle Camere da parte del presidente Ciampi, cui il leader radicale ha ripetutamente imputato - anche nel corso della trasmissione - la responsabilità di agire costantemente in maniera difforme da quella prevista dal dettato costituzionale.Alla trasmissione ha preso parte anche il deputato della Margherita, Roberto Giachetti che dalle ore 10 di mercoledì ha iniziato anch'egli uno sciopero della sete a sostegno degli obiettivi dell'azione del leader radicale ed il segretario di Radicali Italiani, Daniele Capezzone.La trasmissione è andata in onda al termine di una giornata particolarmente intensa che ha numerosi incontri e colloqui sia a livello parlamentare, che al massimo livello istituzionale.Il risultato di tutto questo però, si è concretizzato nella convocazione del parlamento in seduta comune solo per martedi prossimo, giornata in cui vi saranno tre votazioni.

Soprattutto però, nelle giornate successive non vi è stata alcuna assicurazione che il parlamento sarà chiamato a votare con analoga intensità.In questo scenario, il leader radicale ha ribadito più volte la propria convinzione di ritenere necessario proseguire nella propria azione nonviolenta, per chiedere il ripristino della legalità costituzionale.

leggi tutto

riduci

  • Introduzione sull'incidente al Pirellone

    <br>Indice
    0:00 Durata: 58 sec
  • Introduzione sulla questione della consulta e il Satyagraha radicale

    0:00 Durata: 1 min 37 sec
  • Capezzone sui numeri e gli obiettivi del Satyagraha

    0:02 Durata: 5 min 31 sec
  • Giachetti sulla necessità di restituire il plenum alla Consulta

    0:08 Durata: 5 min 16 sec
  • Ferrara e Giachetti sulla candidatura di Mancuso

    0:13 Durata: 2 min 19 sec
  • Ferrara, "Pannella rischia seriamente"

    0:15 Durata: 3 min 23 sec
  • Capezzone, Pannella pone una questione di diritto e di legalità

    0:19 Durata: 2 min 34 sec
  • Pannella: "Rischio la vita contro la morte che incalza contro ciascuno di noi"

    0:21 Durata: 7 min 32 sec
  • Pannella sulle decisioni dei presidenti delle Camere

    0:29 Durata: 2 min 53 sec
  • Capezzone sul calendario dei lavori del Parlamento

    0:32 Durata: 4 min 54 sec
  • Pannella sulla sottrazione della conoscenza al popolo italiano

    0:36 Durata: 5 min 26 sec
  • Pannella sul ruolo di Ciampi e la difesa della Costituzione

    0:42 Durata: 7 min 34 sec
  • Pannella, "Stiamo realizzando una riforma dell'esperienza gandhiana"

    0:49 Durata: 4 min 3 sec
  • Roberto Giachetti sui prossimi sviluppi parlamentari

    0:54 Durata: 2 min 13 sec