21 APR 2002

Legalità Costituzionale: Ciampi telefona in diretta tv e Pannella e Giachetti interrompono sciopero sete, ma il Satyagraha prosegue

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 15 min 58 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il leader radicale accoglie l'impegno di Ciampi ad essere pronto al messaggio alla Camere e cessa lo sciopero della sete, ma non quello della fame: prosegue il grande Satyagraha Roma, 21 aprile 2002 - Il presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha telefonato in diretta alla trasmissione di Costanzo dove erano ospiti Marco Pannella e Roberto Giachetti ed ha assicurato loro che è pronto ad inviare un messaggio alle Camere nel caso in cui dovesse perdurare il mancato adempimento del Parlamento ai suoi obblighi costituzionali.Accogliendo l'invito di Ciampi a sospendere la propria inziativa nonviolenta, Pannella e Giachetti hanno sospeso lo sciopero della sete, continuando però quello della fame.Il satygraha prosegueInfatti, il Satyagraha radicale non si ferma e Pannella ha immediatamente chiesto che esso si estenda e prosegua, proprio per offrire un sostegno agli impegni assunti dai vertici istituzionali e per assicurare il raggiungimento degli obiettivi: ripristinare il plenum alla Consulta ed alla Camera dei Deputati.

Ciampi: Giuste preoccupazioni da me condivise Nella sua telefonata in diretta, Ciampi ha anzitutto affermato di condividere in pieno le motivazioni della lotta di Pannella e Giachetti "affichè i vuoti che si sono determinati nella Corte Costituzionale vengano coperti" ed ha ricordato la lettera inviata ai presidenti delle Camere due mesi fa.

Dopo aver ricordato le decisioni dei presidenti delle Camere che - ha ribadito Ciampi - "hanno deciso che il parlamento passi a votazioni continuative" il Presidente si è augurato che "questo porti rapidamente ad un risultato positivo".

Ciampi pronto al messaggio alle Camere Ciampi ha poi fatto esplitico riferimento ad una richiesta di Pannella, un messaggio formale alle Camere: "Alcuni giornali - ha detto il Presidente - hanno fatto riferimento ad un mio messaggio: è una possibilità a me presente in caso di ulteriori deprecabili ritardi".

Quindi Ciampi si è rivolto direttamente a Pannella e Giachetti, chiedendogli di interrompere la propria azione nonviolenta.

Il successo di PannellaPannella ha accolto l'invito, "umile e forte" del presidente e soprattuto l'impegno del presidente di vigilare sulla difesa della legalità costituzionale.

Soprattutto Pannella ha apprezzato il riferimento al messaggio alle Camere fatto da Ciampi "un messaggio - ha detto il leader radicale - che potrebbe mettere al sicuro il nostro paese per il plenum della Consulta e anche per il plenum della Camera dei deputati".

Per il leader radicale, si tratta di una importante vittoria, dal momento che da anni denuncia il rischio della desuetudine cui rischiava di finire uno dei cardini della Costituzione e quello di Ciampi rappresenta sicuramente un segnale di inversione di tendenza rispetto alla prassi consolidata.Dallo sciopero totale della sete alla sola famePannella ha dunque annunciato la prosecuzione del Satyagraha sotto la forma del solo sciopero della fame, e davanti alle telecamere dopo 146 ore e 20 minuti di sciopero della sete ha bevuto un bicchiere d'acqua, così come ha fatto Roberto Giachetti, anch'eglli protagonista della battaglia nonviolenta per oltre 105 ore.Entrambi però, proseguono lo sciopero della fame insieme alle oltre 3200 persone, di cui oltre un terzo di detenuti che hanno raccolto l'appello lanciato loro da Pannella qualche giorno fa.

Infatti, per il movimento nonviolento è necessario vigilare affinchè gli obiettivi di ripristino della legalità costituzionale siano garantiti.

leggi tutto

riduci

  • Prima parte: Pannella spiega i motivi e Costanzo proietta il video 'proibito'

    <br>Indice
    0:00 Durata: 8 min 23 sec
  • Seconda Parte: Ciampi telefona e Pannella e Giachetti interrompono lo sciopero della sete

    <strong>Giorno per giorno</strong> (21.04.2002): Marco Pannella per la seconda volta beve le sue urine (21.04.2002): Marco Pannella alle 136a ora di sciopero della sete (20.04.2002): I servizi delle edizioni serali di tg1, tg2 e tg5 (20.04.2002): Pannella, La Rai mi condanna allo sciopero della sete ad oltranza (19.04.2002): Detenute scrivono a Pannella, "Caro Marco, lascia continuare noi" (18.04.2002): Pannella commenta le decisioni dei presidenti delle Camere (18.04.2002): Pannella rilancia, Serve messaggio di Ciampi alle Camere (66a ora) (17.04.2002): L'illegalità si aggrava, Pannella prosegue sciopero sete (52a ora) (17.04.2002): Pannella al termine dell'incontro con Casini (45a ora) (17.04.2002): Pannella contro il "silenzio omertoso dei media" (40a ora) (16.04.2002): Pannella, Rischio la vita contro il massacro di civiltà (26a ora) (16.04.2002): I medici, Pannella è già a grave rischio di vita (16.04.2002): Annullate votazioni, Pannella prosegue sciopero sete (15.04.2002): Pannella beve l'ultimo bicchiere d'acqua ed avvia lo sciopero della sete (15.04.2002): Verso una nuova fumata nera e niente "seduta fiume" (13.04.2002): Abbattere il regime fondato sul culto dell'illegalità (11.04.2002): Casini e Pera annunciano «votazioni continue», parte il Satyagraha (11.04.2002): Verso la nuova fumata nera (10.04.2002): Se domani ci sarà l'ennesima fumata nera, Pannella inizierà lo sciopero della sete (09.04.2002): Fumata nera sulla consulta, Pannella incontra Casini e insiste per "seduta fiume" (28.03.2002): Conferenza stampa di Pannella sul rilancio del Satyagraha al 12 aprile (27.03.2002): Sospensione del Satyagraha e il rilancio al 12 aprile (26.03.2002): Pannella chiede chiarimenti a Pera e Casini (25.03.2002): Pannella a Pera e Casini: "Interrompere 'flagranza del reato'" (25.03.2002): Casini e Pera: "Se necessario votazioni senza interruzioni" (24.03.2002): Pannella: Casini ha proposto una seduta-fiume del Parlamento (22.03.2002): Pannella: Il mio sciopero della sete vuole aiutare il rientro nella legalità costituzionale (21.03.2002): Pannella incontra Casini (21.03.2002): Reazioni positive di politici e parlamentari all'annuncio di Pannella (17.03.2002): Pannella: «E' un messaggio alle Camere» (17.03.2002): Pannella annuncia lo sciopero della sete (22.02.2002): Dopo la denuncia di Ruperto, Ciampi scrive a Pera e Casini (16.02.2002): I Radicali denunciano l'Italia in sede Europea (11.02.2002): Un anno dopo anche Ruperto "striglia" il parlamento: «Eleggete i giudici mancanti» (14.01.2001): Pannella denuncia la mancata elezione dei due giudici costituzionali
    0:08 Durata: 7 min 35 sec