26 APR 2002

Legalità Costituzionale: Pannella "Sospendere il Satyagraha per potenziarlo in vista della seconda fase"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 49 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il leader radicale annuncia la sospensione della prima fase del Satyagraha radicale ed invita i nonviolenti a mobilitarsi per la seconda fase che avrà inizio l'8 maggio Roma, 26 aprile 2002 - Con un intervento a Radio Radicale, Marco Pannella ha annunciato la sospensione della prima fase del Satyagraha per la legalità costituzionale, dopo il raggiungimento del primo obiettivo con il ripristino del plenum della Consulta, a seguito dell'elezione dei due giudici mancanti avvenuta martedi scorso.

(Vai al servizio correlato) La questione dei seggi alla Camera Sin dall'inizio della mobilitazione
nonviolenta, però, i radicali avevano un ulteriore obiettivo costituzionale: la questione dei seggi vacanti alla Camera dei deputati.

Proprio in vista di questo secondo fronte di lotta, Pannella ha chiamato i militanti nonviolenti a sospendere le varie forme lotta, per meglio prepararsi, "rafforzando ed estendendo il satyagraha" in vista dell'8 maggio, data precedente a quella in cui la Giunta per le Elezioni della Camera è stata convocata per affrontare la questione dei seggi non assegnati.

Sospendere per potenziare la "seconda fase" Il leader radicale ha invitato dunque tutti i partecipanti al Satyagraha a sospendere le forme tradizionali della nonviolenza, gli scioperi della fame, della sete, le autoriduzioni dei farmaci" per meglio prepararsi "a forme di potenziamento" in vista della ripresa della azione nonviolenta.

Si tratta - ha spiegato - "di affidarci ad una forma di sospensione per un potenziamento a partire dall'8 maggio per questa nuova fase del Satyagraha".

Pannella ha poi sottolineato che questo passaggio all'interno del Satyagraha appare tanto più "opportuno e serio", nel momento in cui "la politica sta andando totalmente in vacanza e i lavori parlamentari non esistono e che le istituzioni sono ancora intente a “digerire” il rientro nella legalità che abbiamo loro imposto".

Per un messaggio di Ciampi alle Camere "Ci auguriamo anche - ha proseguito Pannella - che la nostra azione contribuisca alla decisione da parte del Capo dello Stato di inviare un messaggio alle Camere, non solo per far rivivere una parte della Costituzione, uno strumento costituzionale che rischia di andare in desuetudine, ma anche per fornire al Parlamento quelle correzioni regolamentari che sono necessarie non solo per risolvere i problemi pendenti come quello del plenum della Camera o quello del plenum del Csm, ma anche per gli altri che verranno".

Il ringraziamento Il leader radicale, dopo aver sottolineato che alla prima fase hanno partecipato più di 4000 cittadini, ha rivolto un sincero e commosso ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile, in questa prima fase, "lo straordinario successo del Satyagraha", in particolare ai detenuti che dalle carceri italiane hanno scelto di partecipare.

leggi tutto

riduci