28 MAG 2002

Medio Oriente: Kamikaze palestinese si fa esplodere tra i bambini

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Medio Oriente: Kamikaze palestinese si fa esplodere tra i bambini", registrato martedì 28 maggio 2002 alle 00:00.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Esteri.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • <strong>Servizi correlati</strong> (22.05.2002) - A Rishon Letzion nuovo attacco terroristico palestinese (19.05.2002) - Attentato suicida a Netanya, 3 morti (15.05.2002) - Arafat parla di riforme, cautela in Israele (14.05.2002) - Cresce l'attenzione sulla questione della legalità nell'Anp (13.05.2002) - Nel dibattito del Likud un'eco delle tesi radicali (08.05.2002) - : Kamikaze in sala giochi, nuova strage di innocenti israeliani Il terrore colpisce davanti ad una gelateria frequentata da famiglie con bambini al seguito. Israele paventa nuove operazioni. Incursione a Betlemme <p>27 maggio 2002 - Si è fatto esplodere tra i tavolini di un caffè, nei pressi del banco dei gelati, frequentato in quel momento da molte famiglie con bambini piccoli al seguito. I primi soccorritori hanno descritto le scene orribili di carrozzine insanguinate.<br> Anche il kamikaze palestinese era molto giovane, 17 anni secondo le prime ricostruzioni. <p>Morto un bimbo e sua nonna <p>Il folle gesto terroristico ha colpito Petach Tikwa, una decina di chilometri a est di Tel Aviv, ed a poca distanza dal confine con la Cisgiordania. provocato la morte di due israeliani, un bimbo e sua nonna e il ferimento di altre 44 persone, tra cui alcune in modo grave, tra cui anche una bambina inzialmente considerata morta. <p>La mano di Al Aqsa <p>L'atttentato sarebbe stato rivendicato alla televisione libanese dai martiri di Al Aqsa, ed ha provocato immediate reazioni dure da parte dei media israeliani che hanno nuovamente contestato ad Arafat l'incapacità di metter freno al terrorismo. <p>Israele pronto a nuove operazioni <p>Il ministro per la sicurezza interna Uzi Landau ha posto il problema dell'Autorità Nazionale Palestinese ed ha fatto esplicito riferimento all'ipotesi di una nuova operazione antiterrorismo: non e' da escludersi, adesso, una 'Operazione Muraglia di difesa numero 2'' che possa riguardare anche Gaza, la città cisgiordana risparmiata dall'operazione antiterrorismo condotta nelle scorse settimane dall'esercito israeliano. <p>Arafat respinge le accuse <p>La reazione palestinese è stata affidata al negoziatore palestinese Saeb Erekat, il quale ha riferito che "il presidente Arafat respinge tutte le accuse israeliane contro l'Autorita' palestinese". "Noi condanniamo l'uccisione di civili, siano essi palestinesi o israeliani'', ha affermato Erekat, tornando ad incolpare Sharon per il clima di odio crescente. "La violenza - ha sottolineato - non porta che alla violenza". <p>Nuova incursione a Betlemme <p>L'attentato è giunto nel giorno in cui i carri armati israeliani sono nuovamente entrati in Betlemme nelle prime ore del mattino, mentre era ancora buio. Anzitutto è stata isolata l' area della Piazza della Mangiatoia e della Basilica della Natività per impedire che nuovamente la Chiesa potesse trasformarsi in un rifugio per i ricercati. <br> Le forze di sicurezza israeliani hanno proceduto ad una serie di arresti ed Arafat aveva chiesto a Israele "una rapida fine dell'assedio". <br>Poi l'attacco suicida tra le carrozzine dei bambini ha nuovamente gettato nel terrore la popolazione israeliana.