28 MAG 2002

Amministrative: Tutti contenti, nessuno ha perso

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione di "Amministrative: Tutti contenti, nessuno ha perso", registrato martedì 28 maggio 2002 alle 00:00.
  • I risultati delle 10 amministrazioni provinciali e dei sindaci di capoluoghi

    Il voto per il rinnovo dei consigli comunali si trasforma in una competizione mediatica: tutti a cantare vittoria <p>Roma, 28 maggio 2002, aggiornamento ore 3 a.m. (CET) - Il primo turno delle elezioni amministrative che ha chiamato 11 milioni di elettori alle urne, sembra non aver prodotto alcuna modificazione significativa nei rapporti di forza tra i partiti. <p>Significativa in tal senso è stata la presa di posizione del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che aveva minimizzato la rilevanza dell'appuntamento elettorale: "Mi sembra - aveva detto il premier a urne ancora aperte - che il vertice Nato-Russia di domani a Pratica di Mare sia cosi' alto e importante che le elezioni amministrative sono passate in secondo piano". <p>Corsa a candare vittoriaDopo le 15, però i commenti a caldo ai primi exit poll e poi ai risultati reali degli scrutini si sono ben presto trasformati in una differente competizione mediatica da parte degli esponenti politici a proclamare il successso per la propria parte. <p>Infatti, il centrodestra ha subito esaltato il cambio di maggioranza a Reggio Calabria, dove la nuova amministrazione espressione della Casa della Libertà prende il posto del Centrosinistra. <p>Analogamente il centrosinistra ha rivendicato positivi risultati nelle regioni del Nord, con le vittorie a man bassa soprattutto in Liguria, dove l'Ulivo ha conquistato l'amministrazione provinciale ed il comune di Genova con ampie maggioranze, ma anche le amministrazioni comunali di La Spezia e Savona.<p>Tutti hanno vinto<p>Gloria anche per Rifondazione Comunista che nella doppia vittoria di Genova individua l'onda del movimento antiglobal che proprio nel capoluogo ligure un anno fa diede una delle sue prime manifestazioni di forza nel corso del vertice G8.<p>Anche la Lega Nord ha il suo vessillo da sbandierare con il successo del candidato a sindaco di Treviso, giunto al ballottaggio contro il candidato di centrosinistra.Nelle dichiarazioni a caldo, anche Udeur, Socialisti di Boselli e quelli del Nuovo Psi, perfino Giorgio La Malfa hanno trovato qua e là in varie realtà territoriali motivi per parlare di risultati positivi. La Margherita rivendica il ruolo cruciale nella coalizione ed altrettanto fanno i centristi della Casa delle Libertà, così come pure Alleanza Nazionale che può rivendicare alcuni sindaci che hanno fatto registrare delle buone affermazioni. <p>Nessuno ha persoIl centrosinistra confonta i risultati con gli esiti delle elezioni politiche del maggio 2001 e trova alcuni dati positivi, soprattutto al Nord, che consentono a Rutelli di parlare di "netta inversione di tendenza, addirittura clamorosa nel Nord del Paese, si ferma il vento del centro-destra, con Forza Italia che perde tantissimi voti". <p>Sull'altro fronte il centrodestra sceglie di confrontarsi con le precedenti amministrative ed in tal senso può vantare un cospicuo numero di amministrazioni che hanno visto subentrare sindaci e presidenti di provincia del centrodestra alle amministrazioni uliviste elette nel 1997.<p>Analogamente la stampa schierata politicamente tende a leggere i risultati come una vittoria del proprio schieramento ed una battuta d'arresto dell'altro.<br>Insomma, nessuno ha perso, almeno per il momento.