31 MAG 2002

Radicali Italiani: L'intervento di Marco Pannella nella seconda giornata dei lavori del Comitato

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 28 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il leader radicale interviene al comitato e pone al centro la questione della comunicazione.

Domani notte l'intervento sul Satyagraha che il leader radicale porta avanti pressocchè ininterrottamente da 49 giorniRoma, 31 maggio 2002 - "Al centro della analisi e della strategia radicale deve esserci il problema di come ottenere, con il massimo di certezza possibile, il massimo di comunicazione possibile".

Questo l'invito rivolto da Marco Pannella nel corso del suo intervento al Comitato Nazionale che apre il mese di dibattito in vista del primo congresso di Radicali Italiani, convocato dal 4 al
7 luglio prossimo.Vivere da democraticiProprio in vista del confronto interno che l'appuntamento congressuale inevitabilmente suscita, il leader radicale ha posto la questione cruciale della possibilità per i radicali di riuscire "a comunicare alla polis", condizione senza la quale il destino dei radicali rischia di essere "quello di una etnia marginale della politica, come gli anarchici".Per il leader radicale, non si può pretendere di essere democratici se si accetta la condizione dell'impossibilità ad essere giudicati dall'opinione pubblica."Tra l'altro - ha aggiunto - ricordiamoci che i democratici che non riescono a comunicare sono persone incapaci di vivere da democratici.

Se non riusciamo a dare alla democrazia la possibilita' di giudicarci per quello che siamo, rischiamo di finire in una dimensione etnica, aristocratica o demagogica".Siamo candidati a succedere al potere ufficiale La tesi costantemente ribadita dal leader radicale è che non esistano possibilità di divergenza politica all'interno dei radicali, che al possa essere varata una mozione che comprenda appieno le ragioni di fondo del soggetto politico radicale.

Analogamente, la forza e la popolarità delle tesi radicali trovano quotidiane conferme: sicchè - questo l'assunto di Pannella - riuscire a vivere da democratici vuol dire essere concretamente candidati a succedere al potere ufficiale.

Questa la missione e la sfida che il leader radicale affida al partito in vista del congresso.

leggi tutto

riduci

  • Preannuncio di un intervento notturno sul Satyagraha per l'indomani

    <br>Indice per argomenti
    0:00 Durata: 3 min 15 sec
  • "Se non riusciamo a comunicare alla polis, non riusciamo ad essere democratici"

    0:03 Durata: 7 min 35 sec
  • Comunicare per scongiurare il rischio dell'etnia marginale

    0:10 Durata: 6 min 25 sec
  • "Il democratico che non riesce a comunicare non vive da democratico"

    0:17 Durata: 5 min 46 sec
  • Referendum Bertinotti, grave ma non serio

    0:23 Durata: 3 min 17 sec
  • Limiti e forza comunicativa della nonviolenza

    0:26 Durata: 4 min 27 sec
  • "E' necessario ottenere il massimo di comunicazione possibile"

    0:30 Durata: 43 sec
  • I riformismi e le ricostruzioni del pensiero di Croce

    0:31 Durata: 5 min 11 sec
  • Il confronto in vista del congresso

    0:36 Durata: 2 min 22 sec
  • Le borse di studio: tesi sui referendum e i congressi radicali

    0:39 Durata: 3 min 20 sec
  • L'uso comunicativo del rito dell'ingestione delle urine

    0:42 Durata: 3 min 31 sec
  • I detenuti partecipano al Satygraha come cittadini

    0:45 Durata: 1 min 29 sec
  • Alziamo la bandiera liberista

    0:47 Durata: 13 min 32 sec
  • Conflitto d'interessi e accordi di malaffare di Fininvest-Mediaset

    1:00 Durata: 5 min
  • Siamo maturi per una mozione congressuale delle ragioni comuni

    1:05 Durata: 2 min 20 sec
  • La dualità Pannella-Bonino

    1:08 Durata: 7 min 13 sec
  • "Siamo candidati a succedere al potere ufficiale"

    1:15 Durata: 12 min 46 sec